Abbronzatura: Il Ruolo della Tirosina e del Rame

Abbronzatura: Il Ruolo della Tirosina e del Rame

Per Info sugli anti-age day e night preventivi dell’Invecchiamento, scrivetemi su –> CONTATTI

Immagine correlata

L’abbronzatura è un meccanismo di difesa della pelle contro l’azione dannosa del sole. La luce solare non contiene solo la luce bianca del visibile, ma anche le pericolose radiazioni ultravioletti UVA e UVB.

La pelle priva di abbronzatura se esposta per troppo tempo agli ultravioletti del sole, subisce gravi danni alle cellule, generando infiammazioni (eritema solare) e apoptosi (screpolatura della pelle).

Se la tintarella al sole viene presa in modo non graduale, scottandosi frequentemente al sole, c’è un concreto rischio di sviluppare qualche tumore alla pelle.

Il tumore più pericoloso della pelle è il melanoma.

Il sole fa bene se preso con gradualità e con le dovute protezioni. Gli Ultravioletti UVB fanno male se troppi, ma fanno bene se presi per pochi minuti perché consentono la sintesi cutanea della vitamina D che tanto bene fa al sistema immunitario e alle ossa.

Per Info sugli anti-age day e night preventivi dell’Invecchiamento, scrivetemi su –> CONTATTI

Perché bisogna prendere il sole con gradualità?

La risposta è semplice! Per dare il tempo alla pelle di sintetizzare la melanina, il pigmento scuro che protegge la pelle dal sole. Man mano che la pelle acquista la pigmentazione scura diventa più resistente all’azione tossica del sole.

La melanina viene prodotta da alcune cellule della pelle chiamati melanociti. I melanociti sono cellule specializzati nel produrre la melanina nella pelle.

All’interno dei melanociti ci sono degli organuli di varia forma e dimensione che producono melanina. Questi organi si chiamano melanosomi.

Quando i melanociti vengono irradiati dagli ultravioletti B della luce solare, vengono espressi alcuni geni che codificano gli enzimi deputati alla biosintesi della melanina.

Il principale enzima deputato alla sintesi delle melanina è la Tirosinasi (EC 1.10.3.1), un enzima contenente rame (Cu++) come cofattore.

Sempre gli UVB attivano le tirosinasi della pelle a trasformare una grande quantità di tirosina e cisteina in melanina.

Importante puntualizzare che gli UVA sono più pericolosi degli UVB e non stimolano i melanociti a produrre melanina. La melanina viene prodotta solo sotto lo stimolo degli UVB.

Per Info sugli anti-age day e night preventivi dell’Invecchiamento, scrivetemi su –> CONTATTI

La tirosina è un aminoacido semi -essenziale che l’uomo introduce con gli alimenti proteici oppure è in grado di produrlo da solo a partire dall’aminoacido essenziale fenilalanina.

Essendo la fenilalanina un aminoacido essenziale, la biosintesi della tirosina può essere compromessa dalla carenza di fenilalanina; ecco perché la tirosina è un aminoacido semi-essenziale.

Per garantire un corretto svolgimento della sintesi della melanina occorre una buona disponibilità di Tirosina e questo aminoacido è disponibile nelle proteine di origine animale e vegetale.

La Tirosinasi irradiata dalla luce solare, sgancia il rame e si attiva; Una volta attivata, trasforma la tirosina in L-Dopa e questa poi in dopachinone a cui poi seguono una serie di reazioni che portano alla formazione della melanina rendendo scura la pelle.

Il colore della melanina non è uguale per tutti, ma varia dal nero al marrone, e dal giallo al rosso, questo perché ci sono due tipi di melanine che in base alla quantità e alle proporzioni dei due conferiscono alla pelle varie tonalità di colore (olivastro, marrone, rosso).

I due tipi di melanina sono:

  1. L’Eumelanina che conferisce colore nero – marrone tipico degli Africani di colore
  2. Feomelanina di colore giallo – rossastro delle pelli più chiare.

La maggior parte della popolazione in base alle loro caratteristiche genetiche producono una specifica tonalità di abbronzatura data dalle proporzioni di eumelanina e feomelanina.

La feomelanina si differenzia dalla Eumelanina per la presenza anche della cisteina. Chi ha la pelle olivastra come la razza mediterranea o rossa come gli indiani, per fabbricare melanina necessità anche di grandi quantità di cisteina oltre che di tirosina.

Per Info sugli anti-age day e night preventivi dell’Invecchiamento, scrivetemi su –> CONTATTI

Tecnologo Alimentare

Dottor Liborio Quinto

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

2 Risposte a “Abbronzatura: Il Ruolo della Tirosina e del Rame”

    1. la vitiligine dovrebbe essere una reazione autoimmune contro i melanociti. credo che possono aiutare alcune vitamine e minerali come la vitamina c, lo zinco ed il selenio..ed anche la vitamina A-D-E;

I commenti sono chiusi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.