Abuso di Caffè e Omocisteina Alta

Abuso di Caffè e Omocisteina Alta

Per chi Vuole seguirmi, può registrarsi al gruppo facebook Alimentazione & Salute

Quando parliamo di caffè pensiamo sempre ai danni provocati dalla caffeina sul sistema nervoso; Ma l'abuso di caffè fa di peggio! L'abuso di caffè favorisce l'innalzamento dei livelli di omocisteina e se consumata in modo sproporzionato può favorire le malattie cardiovascolari e Non solo!

Quando vado nei luoghi pubblici frequentati da professionisti, lavoratori, medici e avvocati, rimango sbalordito dalla quantità di caffè che assumono nell’arco delle 24 ore. C è gente che inizia la mattina con una tazza di caffè a colazione, poi si fanno una tazzina di caffè al bar a metà mattina, poi a fine pranzo si fanno un terzo caffettino … ed ancora caffè a metà pomeriggio e Cena.

Queste persone li possiamo definire consumatori cronici di caffè.

Quando parliamo di caffè pensiamo sempre ai danni provocati dalla caffeina sul sistema nervoso; Ma l’abuso di caffè fa di peggio! L’abuso di caffè favorisce l’innalzamento dei livelli di omocisteina e se consumata in modo sproporzionato può favorire le malattie cardiovascolari e Non solo!

L’ Omocisteina è un marker aspecifico di infiammazione; Quando i livelli di omocisteina aumentano, c è più di qualche cosa che nell’organismo non Va!

Alti livelli di omocisteina sono correlati ad un maggior rischio di:

  1. attacchi cardiaci
  2. Ictus
  3. arteriosclerosi e trombosi venose profonde
  4. Disturbi neurologici
  5. Calo dell’efficienza metabolica
  6. Osteoporosi e artrosi
  7. Aumentato rischio di aborti, part prematuri e presenza di difetti del tubo neurale dei nascituri
  8. calo dei processi di detossificazione a mezzo di metili e glutatione
  9. calo dei processi di modulazione genica per metilazione
  10. disfunzione erettile e calo della potenza sessuale maschile

Ma perché l’abuso del caffè impenna i livelli di Omocisteina?

Il caffè è una bevanda ricca di polifenoli, in particolare di acido clorogenico; il fegato smaltisce l’acido clorogenico assunto con il caffè attraverso i processi di metilazione; per metilare, il fegato consuma un intermedio metabolico del ciclo della metionina, noto con il nome di SAMe (o S-adenosil-metionina). L’acido clorogenico quindi viene metilato dal fegato in acido metilclorogenico; Se si abusa di caffè, l’eccessivo introito di acido clorogenico esaurisce le riserve di SAMe e di acido folico e di conseguenza aumentano i livelli ematici di omocisteina con tutte le conseguenze negative sulla salute.

Un secondo motivo per il quale il caffè impenna i livelli di omocisteina è la presenza di caffeina; la caffeina del caffè ed in parte del te, secondo alcune ricerche sembra fungere da antagonista della vitamina B6; una carenza di vitamina b6 favorita dal consumo di caffè e te, rallenta il ciclo della metionina e dei folati ed i livelli di omocisteina si impennano.

Un altra bevanda che può far schizzare in alto i livelli di omocisteina è il Tè nero; il tè nero come il caffè è ricco di caffeina (teina), acido clorogenico e acido gallico; mentre la caffeina e la teina competono con la B6 per il funzionamento della cistationina sintasi, l’acido gallico e clorogenico esauriscono i livelli di SAMe, facendo impennare i livelli di Omocisteina.

In conclusione il Caffè ed il te nero potete berli con moderazione e vanno evitati gli eccessi; dovrebbero evitare queste bevande le donne in gravidanza, i bambini e gli uomini e donne con problemi cardiovascolari in quanto più suscettibili ai danni provocati dalla omocisteina alta.

I soggetti che presentano alti livelli ematici di Omocisteina dovrebbero astenersi dal consumo di caffè e te nero, in quanto peggiorerebbero lo situazione.

FONTE BIBLIOGRAFICA

 

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

6 Risposte a “Abuso di Caffè e Omocisteina Alta”

    1. ciao…No; Il problema riguarda il caffé ed il te nero in quanto ricchi di acido clorogenico, che di per sè è una sostanza benefica per le vie biliari(stimola la colecisti a produrre bile),…ma dall’altra esaurisce le riserve di SAMe (s-adenosil-metionina) della cellula, facendo impennare l’omocisteina se i livelli di vitamina B6, B12, acido folico e betaina sono bassi; per maggiori informazioni puoi leggere i link dei riferimenti bibliografici presenti nel post (in basso). Cordiali Saluti 😀
      Ah Se servono Integratori Alimentari, puoi visitare il sito della DNA Solution (azienda di nutraceutici di Torino), ed in particolare focalizzare l’attenzione su Total B, un integratore completo di vitamine del gruppo B, in cui sono incluse anche le vitamine che controllano i livelli di omocisteina nel sangue ..

  1. È possibile bere una tazzina di caffè trascorsa un’ora dall’assunzione di sam-e fast up complex ? Grazie

I commenti sono chiusi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.