Acetilcolina: la scintilla Muscolare

Acetilcolina: La scintilla Muscolare

Acetilcolina: la scintilla muscolare
Sei Interessato agli integratori che aiutano i Nervi? Se si, chiedi info su –> CONTATTI

Siete ingenui, se pensate che a generare a Forza siano solo i muscoli. I Muscoli sono il motore, che genera la potenza muscolare, ma a comandarli, sono i neuroni che innervano i muscoli. Questi neuroni prendono il nome di Neuroni Motori, e trasferiscono l’impulso nervoso proveniente dal cervello al muscolo, generando contrazione e forza.

Se i nervi si indeboliscono, anche la forza muscolare, cala, e di conseguenza, si riduce il tono.

Vi siete accorti infatti che “nonostante abbiate una buona muscolatura”, ci sono giornate in cui vi sentite deboli, e non avete forza nelle braccia e gambe.

Questo calo di forza, può dipendere dai muscoli o dai nervi.

Sei Interessato agli integratori che aiutano i Nervi? Se si, chiedi info su –> CONTATTI

Il neurone-motore se non riesce a comandare il muscolo a contrarsi, ci si sente deboli e fiacchi! Per essere forti, scattanti ed instancabili, i nervi motori devono stimolare in modo efficiente i muscoli a contrarsi e rilassarsi. Questa stimolazione avviene con una sostanza chimica “l’acetilcolina”.

Una persona che corre, si arrampica sulle montagne, solleva pesi, lavora con la zappa, etc, è dotato di efficienti neuroni-motori che liberano grandi quantità di acetilcolina, stimolando i muscoli a generare forza e movimento. I muscoli, ricevendo l’impulso dall’acetilcolina, per non rimanere paralizzati, devono distruggerla rapidamente, tramite un enzima chiamato Acetilcolina esterasi.

Quindi per essere forti, atletici ed instancabili, bisogna prendersi cura dei neuroni – motori che innervano i nostri muscoli.

I nervi motori stimolano i muscoli a contrarsi, attraverso la produzione di acetilcolina. L’acetilcolina è la scintilla, che mette in moto i muscoli!

Un calo di acetilcolina e/o interferenze sui recettori muscolari che interagiscono con l’acetilcolina, possono causare debolezza muscolare, nota con il nome di miastenia.

Sei Interessato agli integratori che aiutano i Nervi? Se si, chiedi info su –> CONTATTI

Cosa serve per produrre Acetilcolina?

Per produrre Acetilcolina a sufficienza, è necessaria la presenza di Colina.

La Colina in parte viene riciclata dall’acetilcolina: I nervi motori liberano acetilcolina, che danno il comando ai muscoli a generare forza, e gli stessi muscoli degradano l’acetilcolina in colina e acido acetico; la colina che si forma, viene nuovamente riassorbito dai nervi per ritrasformarla in acetilcolina.

Bello questo meccanismo ciclico! Peccato che questo ciclo può esaurirsi, e quindi le cellule devono produrre nuova colina.

La nuova colina si forma dall’amminoacido serina. Per trasformare la serina in colina, è importante tenere bassa l’omocisteina. Quando l’omocisteina è bassa, significa che produce molto SAMe; il SAMè è la sostanza che metila la serina (precisamente l’etanolammina), per formare la colina.

Carenze vitaminiche e metalli pesanti che aumentano i livelli di omocisteina, possono causare un calo di colina e acetilcolina, causando debolezza muscolare.

Il ciclo dell’Omocisteina può funzionare bene, se e soltanto se:

  1. La dieta è normocalorica con le giuste quantità di carboidrati complessi: I carboidrati sono infatti i principali produttori di NADPH, una sostanza energetica che spinge in senso orario il ciclo dei folati e dell’omocisteina, permettendo la biosintesi del SAMe fondamentale per la formazione della colina.
  2. Le vitamine coinvolte nel ciclo dell’omocisteina: Vitamine B2, B3 (niacina), B6, B12, acido folico, betaina, zinco, vitamina C

Se l’omocisteina è mantenuta bassa, il sistema nervoso ha a disposizione abbastanza SAMe per fabbricare l’acetilcolina e generare l’impulso motore ai muscoli.

Sei Interessato agli integratori che aiutano i Nervi? Se si, chiedi info su –> CONTATTI

Un altro fattore che può generare debolezza muscolare, è la carenza di sodio!

Il sodio si trova nel sale da cucina e sappiamo tutti che fa male, perché genera ipertensione! Però un po’ ci vuole, perché è coinvolto nell’impulso neuromuscolare. L’acetilcolina liberato dai nervi motori, quando raggiunge i recettori muscolari, apre i canali per far entrare il sodio nella cellula muscolare. Se manca il sodio, il comando dell’acetilcolina non funziona correttamente e si sviluppa debolezza muscolare e crampi. I giocatori di calcio a fine partita, manifestano crampi muscolari a causa della carenza di sodio dovuta all’intensa sudorazione.

Quindi il sale fa male, ma un pizzico di sodio ci vuole per permettere ai nervi di dare la giusta scintilla a contrarre i muscoli.

Sei Interessato agli integratori che aiutano i Nervi? Se si, chiedi info su –> CONTATTI

Fonte Bibliografica (acetilcolina: La scintilla Muscolare)

Precedente Muscoli e Miostatina Successivo Insetticidi Velenosi ai Nervi

Un commento su “Acetilcolina: la scintilla Muscolare

  1. Liborio il said:

    Inquinamento e Malattie del Sistema Nervoso: Depressione, schizofrenia, malinconia, sclerosi multipla, SLA, etc
    Una relazione tra “Inquinamento e Depressione”, è l’interferenza delle sostanze tossiche sul ciclo dell’Omocisteina: Gli inquinanti “ralleando” il ciclo dell’omocisteina, riduce la disponibilità di SAMe (S-adenosil-metionina) e BH4 (tetrabiopteridina), necessari alla formazione dei neurotrasmettitori, provocando turbe psichiatriche.
    Per esempio:
    1) Il Mercurio (Hg++) e l’Alluminio (Al+++) inibiscono l’enzima METIONINA SINTASI, che rappresenta il cuore del ciclo dell’omocisteina.
    2) I Xenobiotici Ambientali (diossine, PBC, furani, etc), ed alcuni farmaci, esauriscono le riserve cellulari di GLUTATIONE, Solfiti, e gruppi metilanti, che contribuiscono ad esaurire il SAMe prodotto dal ciclo dell’omocisteina, e far salire vertiginosamente l’omocisteina, creando carenze di neurotrasmettitori.
    3) Infine, molti inquianti ambientali sono direttamente tossici sui NERVI CHE INNERVANO I MOTONEURONI, come gli insetticidi (carbammati e organofosfati), che inibiscono l’enzima “ACETILCOLINESTERASI”, coinvolto nella trasmissione dell’impulso nervoso ai muscoli. ciò potrebbe “forse” contribuire alla Sclerosi Laterale Amiotrofica.

    Fonte Biobliografica:
    Lettura consigliata Attacco alle malattie del cervello https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__attacco-malattie-cervello-paolo-giordo.php?pn=5335

Lascia un commento