Acido Succinico: un mediatore dell’Infiammazione

Se sei interessato a ricevere le schede tecniche di alimenti e vitamine antinfiammatori, potete scrivermi su contatti

Acido succinico è ormai considerato un acido organico in grado di alimentare l’infiammazione e modificare il metabolismo delle cellule che passano da un metabolismo aerobio ad uno anaerobio.

L’acido succinico viene escreto dalle cellule infiammate, dai macrofagi ed è favorita da un alimentazione ricca di zuccheri, sale e cibi contenenti acido succinico.

Tra le cellule in grado di rilasciare acido succinico nei fluidi extracellulari abbiamo i macrofagi; I macrofagi fin quanto non vengono attivati da agenti infiammatori, respirano l’ossigeno e non producono citochine;

Appena i macrofagi ricevono un segnale infiammatorio, vengono attivati e cambiano metabolismo passando alla fermentazione lattica. I Macrofagi liberano nei fluidi attorno acido succinico.

I fluidi circostanti a zone di tessuto infiammato sono infatti ricchi di acido succinico rilasciati dai macrofagi attivati.

Per esempio nei liquidi sinoviali delle articolazioni dei malati di artrite reumatoide, i livelli di acido succinico e macrofagi sono alti.

Quindi l’acido succinico aumenta nei fluidi extracellulari dei tessuti infiammati. e a produrli sono i macrofagi;

A che serve l’acido succinico?

Serve per potenziare il processo infiammatorio in quanto agisce come ormone paracrino e autocrino per i macrofagi per produrre citochine infiammatorie nella sede dell’infiammazione come IL-1Beta.

Praticamente i macrofagi, oltre a produrre acido succinico, esprimono sulla loro superficie il recettore per l’acido succinico GPR-91, il quale legandosi a questo acido li incita a produrre la citochina IL-1beta amplificando il processo infiammatorio.

I ricercatori sono convinti che contrastare la produzione di acido succinico nelle sedi dell’infiammazione e inibendo il recettore GPR-91, si potrebbe attenuare l’infiammazione.

Chi è malato di patologie infiammatorie, dovrebbe cercare di limitare la produzione di acido succinico;

Per ridurre la produzione di acido succinico extracellulare, in teoria, bisogna:

  1. Ridurre il consumo di cibi troppo ricchi di acido succinico
  2. Limitare il consumo di zucchero raffinato e alimenti amidacei raffinati, in particolare la sera
  3. Mantenere una flora batterica intestinale sana, perchè le disbiosi producono a livello intestinale acido succinico
  4. fare attività fisica aerobica
  5. Combattere la sedentarietà
  6. limitare il consumo di sale
  7. Mantenere alti i livelli di Coenzima Q10 “CoQ10”, attraverso l’impiego di integratori alimentari, perché serve per il funzionamento della succinato deidrogenasi, impedendo che l’acido succinico si accumuli nei mitocondri e trasudi fuori dalle cellule.
  8. Apportare acido alfa lipoico e N-acetil-carnitina utili al metabolismo dei mitocondrio
  9. combattere obesità e sovrappeso

Dottor Liborio Quinto

Fonte Bibliogradica

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.