Vegetali Ricchi di alcol Perillico Antitumorale

Vegetali Ricchi di Alcol Perillico Antitumorale

Siete alla ricerca di un buon prodotto antinfiammatorio che vi aiuti a dimagrire ed a migliorare la buona forma fisica? Allora scrivetemi facendo richiesta delle schede tecniche dei prodotti naturali antinfiammatori, scrivendomi su CONTATTI.

Il Mondo Vegetale è una straordinaria miniera di sostanze medicinali utili per la prevenzione del cancro e di molte malattie infiammatorie.

Le aziende farmaceutiche studiano i composti isolati da piante, funghi e animali, li testano e poi formulano farmaci copiando in parte la struttura chimica dei composti naturali.

In questo breve post vi parlo dell’alcol perillico, che è una sostanza naturale isolata dagli oli essenziali di alcune piante e frutti, in grado di prevenire ed in alcuni casi curare alcune forme di tumore, tra cui quello al cervello (gliomi).

L’alcol perillico è una sostanza oleosa profumata derivante dal D-limonene; entrambi sono sostanze oleose volatili e profumate che possiedono alcune proprietà antitumorali.

L’alcol perillico si forma dal D-Limonene; quindi il D-limonene è il precursore naturale dell’alcol perillico.

Mentre il D-Limonene abbonda negli oli essenziali degli agrumi, in particolare della buccia di limone e del mandarino, l’alcol perillico abbonda negli oli essenziali della salvia, menta piperina, citronella, ciliegia aspra, rosmarino e cardamomo.

Usare come spezie il rosmarino, la salvia, la menta, l’origano e cardamomo, può contribuire al benessere e alla prevenzione delle malattie infiammatorie croniche e tumorali.

Fa bene alla salute anche vivere e passeggiare nei giardini ricchi di essenze profumate di limone, mandarini, arance in fiori, menta e rosmarino. Gli odori che inaliamo sono ricchi di terpeni (limonene e alcol perillico), che penetrano nel sangue attraverso i bronchi, raggiungono le cellule e svolgono una blanda azione antinfiammatoria.

Esistono infatti dei farmaci a base di alcol perillico che si inalano attraverso uno spray nasale, per le terapie contro i tumori cerebrali “i gliomi”.

L’alcol Perillico ha proprietà antitumorali più potenti del D-limonene (di limone e mandarino).

Come agiscono questi terpeni?

I meccanismi di azione sono diversi; nel seguente post ne cito solo due:

  • Inibizione della “Proteina farnesiltrasferasi ( EC 2.5.1.58)”, impedendo l’attivazione dell’oncogene p21RAS → Sia il D-Limonene che l’alcol perillico inibiscono l’enzima “proteina Farnesiltrasferasi”, impedendo all’oncogene p21RAS di agganciarsi alla parete interna della membrana cellulare ed attivare i segnali proliferativi-infiammatori. L’enzima Proteina farnesiltrasferasi è conosciuto con il nome internazionale EC 2.5.1.58 ed è un potenziale bersaglio enzimatico contro le malattie tumorali; D-Limonene, Alcol Perillico e alcuni acidi ganoderici del ganoderma Lucidum (fungo reishi), sono inibitori naturali della “proteina farnesiltrasferasi”, impedendo l’attivazione di p21RAS.
  • Inibizione da parte dell’alcol Perillico, ma non del D-limonene, della pompa Sodio/ Potassio ATP asi. Le pompe sodio potassio sono molto espresse nelle cellule tumorali; Le cellule tumorali avide di glucosio e glutammina assorbono dai fluidi extracellulari tantissimo sodio; Glucosio e glutammina sono i principali carburanti delle cellule tumorali ed infiammate. Questi nutrienti entrano nelle cellule accoppiati al sodio; ne consegue che le cellule tumorali ed infiammate si riempiono di sodio; La cellula tumorale per evitare che venga soffocata dalla valanga di sodio, cerca di espellerlo poi all’esterno tramite le pompe sodio/potassio ATPasi. Le cellule tumorali hanno membrane cellulari ricchissime di pompe sodio/potassio, al fine di allontanare il sodio. Le pompe sodio potassio sono velocissime a pompare sodio all’esterno e a far entrare potassio all’interno; più l’ambiente extracellulare è alcol e più la pompa sodio/potassio diventa veloce. La pompa sodio/potassio ad ogni ciclo espelle tre ioni sodio per far entrare due di potassio. Recenti ricerche in vitro dimostrano che inibendo le pompe sodio/potassio, le cellule tumorali vengono inibite. Tra le tante sostanze naturali in grado di inibire le pompe sodio/potassio atpasi, abbiamo l’alco perillico;

Quindi l’alcol Perillico della menta piperina, salvia, cardamomo, rosmarino e delle ciliegie aspre, e il D-Limonene degli oli essenziali della buccia di limone e mandarino possiedono delle proprietà preventive contro alcune forme di tumore ed in alcuni casi possono anche avere delle applicazioni terapeutiche.

In oncologia per esempio alcune terapie contro i gliomi (tumori cerebrali) utilizzano spray a base di alcol perillico, in grado di frenare e inibire la proliferazione del glioma, probabilmente attraverso l’inibizione della farnesilazione ed attivazione dell’oncogene p21RAS e dell’inibizione delle pompe sodio/potassio ATPasi delle membrane cellulari delle cellule cancerose.

Fonte Bibliografica

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Precedente Estrazione Casalinga del DNA dalla Frutta Successivo Verifica Pagamento Bollo Auto con relative Sanzioni

Lascia un commento