Attenzione ai Polifosfati: Chi esagera rischia di indebolire le Ossa

Attenzione ai Polifosfati: Chi esagera rischia di indebolire le Ossa

Per chi Vuole Seguirmi, può registrarsi al gruppo facebook Alimentazione e Salute

La dieta occidentale è troppo ricca di fosforo e povera di calcio, magnesio e potassio; Ciò rende i fluidi corporei tendenzialmente acidi.
I cibi naturalmente ricchi di fosforo sono la carne, le uova ed il pesce. Abbinando questi cibi acidificanti con tanta frutta ed ortaggi, la dieta nel complesso tende a mantenersi in una zona neutro – alcalina garantendo salute e benessere.

La dieta occidentale è troppo ricca di fosforo e povera di calcio, magnesio e potassio; Ciò rende i fluidi corporei tendenzialmente acidi.

I cibi naturalmente ricchi di fosforo sono la carne, le uova ed il pesce. Abbinando questi cibi acidificanti con tanta frutta ed ortaggi, la dieta nel complesso tende a mantenersi in una zona neutro – alcalina garantendo salute e benessere.

Tuttavia bisogna prestare molta attenzione ai polifosfati contenuti nei cibi confezionati, quali:

  1. carni in scatola
  2. Formaggini e sottilette
  3. Wurstell, salsicce, salami, prosciutti cotti
  4. latte in polvere, latte condensato, latte sterilizzato UHT, alcuni yogurt e panna
  5. Margarina
  6. Pesce surgelato, crostacei surgelati, surimi, filetti di pesce surgelato
  7. Bevande a base di proteine vegetali

Questi alimenti citati possono contenere quantità variabili di Polifosfati oscillanti tra un minimo di 1000 mg/Kg ad un max di 20.000 mg/Kg.

L’industria alimentare aggiunge polifosfati ai prodotti alimentare per stabilizzare l’umidità, ossia per trattenere più acqua nell’alimento incrementando il peso e la consistenza.

Il problema è che l’eccessivo consumo di questi alimenti ricchi di fosfati possono provocare una carenza di calcio e quindi indebolire le ossa.

Pensate che nei formaggi fusi tipo sottilette e formaggini è consentito per legge aggiungere 20.000 mg/Kg di polifosfati, ossia se mangiate 100 g di sottiletta rischiate di ingerire 2 grammi di polifosfati che è una quantità inaccettabile.

Nelle salsicce, Wurstel, prosciutti cotti, filetti di pesce surgelati potete trovare circa 5000 mg/Kg di polifosfati, osia 0,5 grammi di polifosfati .. troppo!!!

Nel latte in polvere per legge vengono aggiunti max 2500 mg/kg di polifosfati.

Che fare allora?

Come suggeriscono i Medici e nutrizionisti della Dieta di segnale Dieta Gift, bisogna adottare una alimentazione il più possibile naturale, priva di cibi confezionati ricchi di additivi.

Inoltre è bene prendere l’abitudine di leggere le etichette dei prodotti alimentari e verificare la presenza di polifosfati sotto le sigle di E338, E341, E343, E450 ed E452.

Fonte Bibliografica

  1. http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf;jsessionid=NxDTOn+cGaSMhG5Kvym7tA__.sgc4-prd-sal?anno=2012&codLeg=41185&parte=1%20&serie=S2
  2. La farmacia degli alimenti di Sergio Caselli e Adriano Rubini, MEB editore.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

2 Risposte a “Attenzione ai Polifosfati: Chi esagera rischia di indebolire le Ossa”

    1. no…deve essere ance evisceratoe congelato con sistemi rapidi di congelazione, al fine da evitare la formazione di macrocristalli di ghiaccio che danneggiano il tessuto cellulare del prodotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.