Attività Fisica e Omega-3 per rinforzare la Memoria

Attività Fisica e Omega-3 per rinforzare la Memoria

Per chi Vuole Seguirmi, può registrarsi al gruppo Facebook Alimentazione e salute

L'attività fisica stimola il cervello a secernere l'ormone cerebrale BDNF il quale aumenta il numero di interconnessioni sinaptiche tra i neuroni; In poche parole i neuroni del cervello aumentano il numero di collegamenti tra loro rafforzando la memoria, l'intelligenza e rallentando il progressivo decadimento delle facoltà mentali prevenendo la Demenza Senile, l'Alzheimer, il Parkinson, l'ansia e la depressione.

Con l’avanzare dell’età, il cervello di molti anziani incomincia lentamente ad impoverirsi di neuroni e di interconnessioni sinaptiche, il che riduce la capacità di ragionamento e favorisce la demenza senile.

A molti di Voi e noto infatti che con l’avanzare dell’età, diminuisce la capacità di ricordare fatti ed avvenimenti, e ci si dimentica facilmente dove sono state appoggiate le chiavi della macchina o se si è chiuso lo sportello del frigorifero.

Il fatto di dimenticare le cose spesso è attribuito allo stress; lo stress fa dimenticare le cose, perché l’ormone dello stress il cortisolo riduce l’afflusso di sangue e di ossigeno nell’aria cerebrale preposta al ragionamento ed ai ricordi ed invece aumenta nelle zone del cervello preposte agli istinti.

Chi è stressato, spesso perde la ragione e reagisce di istinto “in modo violento verbalmente” e certe volte fisicamente.

Lo stress logora il cervello e riduce il numero di neuroni; Per mantenere sano il cervello e migliorare la memoria e l’intelligenza, molti ricercatori suggeriscono alla popolazione di praticare nel tempo libero un po’ di attività fisica aerobica, tipo:

  • Passeggiare per qualche ora in bicicletta
  • Fare lunghe passeggiate a piedi a passo svelto
  • Correre per chi ci riesce
  • Nuotare
  • svolgere lavori manuali, per esempio giardinaggio
  • fare piccole escursioni in montagna o nei boschi
  • ballare
  • fare riabilitazione

L’attività fisica stimola il cervello a secernere l’ormone cerebrale BDNF il quale aumenta il numero di interconnessioni sinaptiche tra i neuroni; In poche parole i neuroni del cervello aumentano il numero di collegamenti tra loro rafforzando la memoria, l’intelligenza e rallentando il progressivo decadimento delle facoltà mentali prevenendo la Demenza Senile, l’Alzheimer, il Parkinson, l’ansia e la depressione.

L’attività fisica non produce solo l’ormone BDNF che rafforza la memoria, ma incrementa i livelli di serotonina e melatonina nel cervello migliorando l’umore ed il sonno ristoratore.

In pratica dovete sapere che quando fate attività motoria “per esempio lunghe passeggiate”, dai muscoli viene liberato il triptofano che raggiungendo il cervello viene trasformato in serotonina, migliorando l’umore, la calma e allontanando lo stress e la malinconia.

L’attività fisica moderata e di lunga durata favorisce anche la secrezione di endorfine e cerebrosine che hanno un effetto anti – ansia, euforizzante, anoressizzante e analgesico che fa bene alla salute del cervello.

Sostanze alimentari che possono rafforzare la memoria ed incrementare la salute del cervello sono gli omega-3 presenti nell’olio di pesce, nell’olio di fegato di merluzzo, nell’olio di Krill e nell’olio di alga; in questi oli è presente l’acido grasso docosaesaenoico indicato con la sigla DHA che è anche il principale costituente dei fosfolipidi di membrana dei neuroni; Si stima che il DHA presente nel grasso del cervello raggiunge quasi il 30% in peso e nella retina addirittura il 50% in peso; Una carenza di DHA nella dieta può favorire la depressione, il calo di memoria e la riduzione delle interconnessioni sinaptiche; quindi è bene inserire cibi ricchi di omega-3 nella dieta abbinato ad una attività fisica aerobica e moderata al fine di mantenere una buona memoria ed una buona capacità di ragionamento.

Fonte Bibliografica

  1. La zona omega-3 RX di Barry Sears, prefazione di Bruno Berra – Spearling & Kupfer editori (stampa marzo 2008) – Capitolo 16 “ Costruire un Cervello più efficiente”, paragrafo 3 “che cosa succede a livello molecolare?” pagina da 245 a 246.

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

 

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.