Attività Fisica: Potente attivatore delle PGC-1alfa

Attività Fisica: Potente attivatore delle PGC-1alfa

Per Info sui stimolanti del metabolismo, scrivetemi su CONTATTI

Attività Fisica: Potente attivatore delle PGC-1alfa

Per attività fisica aerobica, si intendono gli sport di resistenza che richiedono un elevato consumo di ossigeno ed utilizzano come carburante principale “i grassi”. Fanno parte di questo gruppo la corsa, le lunghe passeggiate, il ciclismo, l’alpinismo, il nuoto, lo sci d fondo, la canoa, etc.

L’attività fisica aerobica “a differenza degli altri sport misti (Calcio, Pallacanestro) o di potenza (Body Building, sollevamento pesi), se fatta con gradualità rappresenta un farmaco per prevenire e/o migliorare svariate malattie: diabete, ipertensione, dislipidemie, stipsi, obesità, osteoporosi, artrosi, tumori, allergie, depressione, ansia, etc.

A livello delle fibre muscolari, l’attività fisica aerobica attiva una proteina citoplamsatica: la pgc-1alfa. La Pgc-1alfa attivata dall’attività fisica aerobica, migra nel nucleo, si posa su una determinata regione del DNA e stimola molte cose interessanti.

La PGC-1alfa attivata dall’attività fisica aerobica favorisce le seguenti cose:

  1. Trasforma il Grasso Bianco in Grasso Bruno, favorendo la combustione dei grassi per produrre calore corporeo (termogenesi) accelerando la perdita di grasso
  2. Stimola la formazione nei mitocondri delle Termogenine (Le UCP-1), che producono calore all’interno dei mitocondri accelerando il consumo dei grassi.
  3. Favorisce l’aumento del numero di fibre rosse nei muscoli che sono più adatte agli sforzi di resistenza aerobica
  4. Aumenta il numero e volume dei mitocondri all’interno delle cellule
  5. Migliora il metabolismo dell’acido lattico (ciclo di Cori); ciò spiega il perché chi fa abitualmente attività fisica aerobica soffre meno di dolori da acido lattico.
  6. Aumenta la biosintesi del NAD
  7. Migliora la sensibilità dei recettori cellulari all’azione dell’insulina, prevenendo e migliorando patologie come il Diabete mellito di tipo-2 e l’iperglicemia
  8. Migliora i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue
  9. Se aumentano il numero ed il volume dei mitocondri, aumenta la captazione dal sangue del colesterolo cattivo LDL riducendo la formazione del colesterolo cattivo cattivo Lp(a) che come sapete è molto aterogeno e trombotico.

Importante sapere che l’attività fisica aerobica non è l’unico fattore ad attivare le Pgc-1alfa;

Esistono altri fattori che stimolano le PGC-1alfa, e questi sono:

  1. L’esposizione del corpo al freddo
  2. Gli integratori a base di Niacina (una forma della vitamina B3)
  3. Una dieta ricca di polifenoli contenute nella frutta e verdura (per esempio il resveratrolo della buccia nera dell’uva).
  4. Alcuni farmaci come la Metformina
  5. i grassi genuini e vergini ricchi di omega-9 e omega-3, come l’olio extra vergine di oliva, l’olio di pesce, l’olio di noce, etc.

Tecnicamente si dice che la PGC-1alfa è attivata dai seguenti sensori metabolici:

  1. Le PPAR-gamma che a loro volta sono attivate dagli oli sani tipo gli omega-3 e l’olio extra vergine di oliva
  2. Le Sirtuine “SIRT-1” che a sua volta sono attivate dall’attività fisica aerobica, dalla Niacina (vitamina B3), dal fungo Cordyceps Sinensis, dalla Metformina (farmaco antidiabetico), dai Polifenoli e Bioflavonoidi, e dal NAD+
  3. Da AMPK che a sua volta viene attivata dall’aumento dell’ ADP indotta dal digiuno e dall’attività fisica
  4. Da Notare che SIRT-1 quando viene attivata, attiva contemporaneamente le PPAR-gamma e AMPK.
  5. Dagli ormoni adrenergici “adrenalina e noradrenalina” indotta dalla corsa di velocità e dall’esposizione al freddo.

In conclusione per favorire la formazione di grasso bruno e aumentare la termogenesi, bisogna attivare le pgc-1alfa tramite i seguenti fattori:

  1. Praticare attività fisica aerobica in base alle proprie capacità fisiche
  2. Adattarsi ai climi freddi invernali, evitando di tenere troppo alte le temperature delle abitazioni
  3. Mangiare cibi ricchi di polifenoli e bioflavonoidi; Allo scopo sono utili anche numerosi integratori alimentari a base di bioflavonoidi
  4. fare abbondante uso di olio di pesce, oli vegetali ricchi di omega-3 e Olio extravergine di oliva, tutti noti per la capacità diretta di attivare le ppar-gamma
  5. Integrare “se il Vostro medico Sportivo lo ritiene utile”, con integratori a base di vitamina B3, tenendo ben a mente che quella che funziona è la NIACINA e non la NICOTINAMMIDE.
  6. Evitare la sedentarietà, i grassi saturi, i fritti, gli oli vecchi, lo zucchero raffinato, i cibi spazzatura, e le fonti di colesterolo ossidato

Infine voglio segnalare che durante l’attività fisica aerobica, un aminoacido ramificato, “la valina”, viene nel muscolo degradato dagli stessi enzimi della beta-ossidazione in acido beta-Amminoidrossibutirrico, il quale migrando nel tessuto adiposo stimola le pgc-1alfa a trasformare le cellule staminali del tessuto adiposo bianco in cellule adipose brune che sono dei brucia grassi.

Post scritto dal Dottor Liborio Quinto

Fonte Bibliografica

  1. Beta-aminoisobutyric Acid induces Browning of white fat and Hepatic b-oxidation and is Inversely Correlated with cardiometabolic risk Factors – Lee de roberts et al. 2014. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4017355/
  2. PPARGC1a (Wikipedia) https://en.wikipedia.org/wiki/PPARGC1A

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

2 Risposte a “Attività Fisica: Potente attivatore delle PGC-1alfa”

  1. Peccato che l’animale uomo non è predisposto per esercizi aerobici di lunga durata e che gli oli vegetali sono una frutto di ingegneria umana,quindi di superflua importanza.Basta il cibo vero e niente da obbiettare sulla pratica dell’esposizione al freddo

    1. l’olio extra vergine di Oliva spremuto a freddo dell’annata è il miglior olio per attivare le ppar-gamma

I commenti sono chiusi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.