Autismo, Latte e Metil-Folato

Autismo, Latte e Metil-Folato

Sei Interessato a Migliorare il Benessere e l’invecchiamento cellulare? Se si, chiedi Info sui anti-age, scrivendomi su CONTATTI.

Nel breve post, parlo del ruolo del Latte, dei folati e degli anticorpi “anti-Fra”, sospettati nel disturbo autistico. Questo breve post non è una invenzione Mia, ma il riassunto di due pubblicazioni scientifiche, indicati alla fine di questo Post “nei riferimenti bibliografici”.

Leggendo alcune pubblicazioni scientifiche, scopro che, in molti casi di autismo, vi è difficoltà di metilazione e assorbimento dell’acido folico.

In pratica (Ricerca 1), nei ragazzi autistici, si è visto che ce una carenza di Metilfolato nel liquido cerebrospinale. Il metilfolato è un derivato dell’acido folico.

Inoltre gli stessi autori della ricerca, hanno scoperto che il trasportatore dell’acido folico nel cervello di molti ragazzi autistici, risulta bloccato dagli anticorpi anti-FRA.

Il trasportatore dell’acido folico, è presente nella membrana emato – encefalica del cervello; Questo trasportatore si chiama FRA (recettore dell’acido folico Alfa), è permette il passaggio di acido folico dal sangue al cervello; qui poi verrà convertito in Metil – tetraidrofolato.

In molti ragazzi autistici, ci sono nel sangue anticorpi Anti-Fra, che si legano al trasportatore dei folati, impedendo il trasporto dell’acido folico nel cervello. Ciò causa carenze di Metilfolato nel liquido cerebrospinale, con peggioramenti dei sintomi autistici.

Sempre in questa ricerca, parlano dell’uso di un derivato sintetico dell’acido folico, chiamato Acido folinico (nome commerciale Leucovorin), in grado di attraversare (non ho capito come!), la barriera ematoencefalica, ed incrementare i livelli di 5-metil-folato, migliorando i sintomi dell’Autismo.

Il Farmaco a base di Acido folinico nominato dai ricercatori, prende il nome di Leucovorin.

I ricercatori poi, mettono in guardia dal consumo di latte!

In un altra pubblicazione scientifica (ricerca n 2), i ricercatori sospettano che il consumo di latte di mucca, capra e pecora, possono essere responsabili della produzione di autoanticorpi Anti-FRA,che inibiscono i recettori cerebrali dell’acido folico (folati).

In pratica, i ricercatori dicono che il Latte degli animali è ricco di FRA, che nel lume intestinale di alcuni bambini, può interagire con il sistema immunitario favorendo la produzione di auto-anticorpi Anti-FRA, che poi vanno a bloccare il trasportatore dei folati.

I ricercatori hanno anche dimostrato che “eliminando il latte” dalla dieta di alcuni bambini autistici, i livelli di Autoanticorpi Anti-FRA, calavano, vedendo migliorare i sintomi. L’effetto era maggiore se veniva somministrato loro l’acido folinico (da non confondere con l’acido Folico), che è un farmaco chiamato Leucovorin.

Nei riferimenti bibliografici, riporto le due pubblicazioni scientifiche, di cui ho riassunto i contenuti:

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

  1. Cerebral folate Receptor Autoantibodies in Autism Spectrum Disorder – R E frye, et al 10 jan 2012 – Molecular Psychiatry https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3578948
  2. A milk Free Diet downregulates folate receptor autoimmunity in cerebral folate deficiency syndrome – Vincent T. Ramaekers, et al 2008 Mar. 19. – HSS Public Access Author manuscript PMC2715943 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2715943

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.