Bagnoschiuma e Vitamina D

Bagnoschiuma e Vitamina D: Lavarsi frequentemente con bagnoschiuma, dopo una giornata di mare, può impoverire la pelle di vitamina D3.

Bagnoschiuma e Vitamina D

Per info su vitamina D → CONTATTI

E’ importante usare bagnoschiuma delicato, perché quello aggressivo può impoverire l’organismo di vitamina D3; sembra un paradosso, ma è così! Sulla pelle è presente il sebo ed il 7-deidrocolesterolo precursore della vitamina D3. Quando andiamo al mare, gli UV del sole oltre a farci abbronzare, trasformano il 7-deidrocolesterolo in vitamina D3. Quindi, dopo qualche ¼ d’ora di sole, la pelle si arricchisce di vitamina D3. La vitamina D3 che si forma sulla superficie della pelle, piano piano viene assorbita e va a finire nella circolazione sanguigna, per poi essere immagazzinata nel fegato.

Ma se dopo qualche oretta di sole, ci facciamo la doccia, parte della vitamina D3 della pelle, viene eliminata dal detergente, e quindi viene assorbita meno vitamina D3.

Durante la stagione della tintarella al mare, più sono abbondanti e frequenti le docce con detergenti aggressivi, e più impoveriamo la pelle di precursori della vitamina D3 e della vitamina D3 che si forma con il sole. Più esageriamo con i bagnoschiuma, e più la pelle tende ad essere secca e povera di sebo; Il sebo è un olio prodotto dalla pelle che aiuta a solubilizzare ed ad assorbire la vitamina D3 che si forma durante l’esposizione al sole; il detergente non fa altro che asportare questo strato oleoso dalla cute, impoverendo la pelle anche della vitamina D3 che si forma con il sole.

Quando si va al mare a prendere il sole, per massimizzare l’assorbimento della vitamina D3 è importante limitare il numero di docce al minimo necessario, cercando di utilizzare i detergenti al minimo indispensabile. Anche i detergenti più delicati, hanno la fregatura di asportare la vitamina D3 dalla pelle; quindi è importante saper utilizzare i bagnoschiuma con razionalità.

Pelle e Vitamina A (retinolo)

La produzione ed assorbimento della vitamina D3 attraverso la pelle, è massimizzata con la Vitamina A (retinolo); Il retinolo aiuta a migliorare la morbidezza della pelle e previene la secchezza degli epiteli; quindi la vitamina A favorisce la produzione giusta di sebo e 7-deidorcolesterolo, precursori della Vitamina D3. Una pelle morbida e unta di sebo, migliora la capacità di sintesi e assorbimento cutaneo della vitamina D3, dopo una giornata di mare.

Per info su vitamina A e D3, scrivimi su CONTATTI


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Verified by MonsterInsights