Bevande alcoliche: Quel brindisi che uccide i Batteri lattici intestinali

Se sei un bevitore di alcolici forse avresti bisogno di un buon probiotico per ripristinare la flora batterica intestinale; Chiedi gratuitamente la scheda tecnica di probios scrivendomi su contatti.

La flora batterica intestinale è molto sensibile ai cibi e bevande che consumiamo. Al modificarsi dell’alimentazione, si modifica la composizione microbica dell’intestino.

Un gruppo di alimenti in grado di alterare la flora batterica intestinale sono le bevande alcoliche.

Chi beve troppi alcolici, dovrebbe ogni tanto assumere probiotici

Le bevande alcoliche incluse anche il vino e la birra contengono alcol.

L’alcol è una sostanza tossica per i microorganismi. L’alcol viene impiegato anche come disinfettante delle superfici e come antimicrobico in alcuni prodotti da forno confezionati, tipo le merendine alla crema.

L’alcol a seconda della concentrazione, uccide o stordisce i microorganismi e proprio per questo motivo viene utilizzato come disinfettante delle ferite, degli utensili di laboratorio, etc.

Ora la domanda nasce spontanea ….

Se l’alcol ha proprietà disinfettanti, le bevande alcoliche possono danneggiare la flora batterica intestinale?

La risposta è SI!

L’uso frequente di bevande alcoliche può alterare la flora batterica intestinale del consumatore, predisponendolo alla permeabilità intestinale, alle infiammazioni da cibo, alle allergie, e all’alterazione del sistema immunitario e metabolico.

L’alcol è dannoso all’organismo non solo sull’impatto tossico che ha sul fegato e sistema nervoso, ma anche attraverso l’alterazione della flora batterica intestinale.

Quando bevete un bel bicchiere di vino “o peggio una grappa”, i primi batteri intestinali ad essere uccisi, sono i batteri lattici che popolano i primi tratti del tubo digerente.

Bere alcol, impoverisce il lume intestinale di batteri lattici, favorendo lo sviluppo di altre forme microbiche più resistenti all’alcol, come la Candida Albicans, bacilli e Clostridi.

Chi beve alcol presenta un alito cattivo, non solo per l’azione della chetosi (produzione di corpi chetonici indotti dal metabolismo dell’alcol), ma anche e forse sopratutto per l’alterazione dei microbi intestinali. Una cattiva flora batterica è alla base dell’alito puzzolente.

Pertanto l’invito a tutti i consumatori è quello di moderare il consumo di alcol.

Forse se lo evitate è meglio!

L’alcol è una sostanza disinfettante e se assunto con le bevande alcoliche, stordisce e uccide i batteri lattici, predisponendovi a svariate problematiche legate alla disbiosi intestinale.

Chi è interessato a ricevere gratuitamente la scheda tecnica dei probiotici, può fare richiesta scrivendomi su contatti.

Scritto e pubblicato dal

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

 

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.