Carenza di Collagene e Invecchiamento

Carenza di Collagene e Invecchiamento

Carenza di Collagene e Invecchiamento

Per info sui formulati Nutrizionali che aumentano la sintesi del collagene, scrivete su CONTATTI

Quando la pelle invecchia, significa che la matrice extracellulare del derma perde la capacità di formare collagene, elastina, acido ialuronico e dermatan solfato; Di conseguenza la pelle perde tono, compattezza, elasticità ed incominciano ad apparire le rughe ed il viso diventa flacido e(o scavato.

Quando la pelle incomincia ad invecchiare, significa che l’organismo incontra difficoltà a produrre nuovo collagene. La carenza di collagene nell’organismo, si ripercuote non solo sulla pelle, ma anche nella robustezza delle ossa, legamenti, cartilagini, tendini, vasi sanguigni e persino strutture oculari, come la cornea, il cristallino ed il bulbo oculare.

Basta osservare il grado di elasticità della pelle per rendersi conto dell’usura e invecchiamento del corpo.

Se l’organismo non produce abbastanza collagene per la pelle, probabilmente anche le pareti dei vasi sanguigni, diventeranno carenti di collagene, diventando delle strutture più rigide a rischio cardiovascolare.

Se l’organismo ha difficoltà a produrre collagene per la pelle, probabilmente anche i tendini, le ossa e le cartilagini rischiano di diventare più deboli per mancanza di collagene.

La difficoltà a rigenerare nuovo collagene, potrebbe (forse) essere una delle cause del peggioramento della vista (miopia, ipermetropia, astigmatismo). La cornea per esempio è costituito dal 90% di collagene; una carenza provoca l’invecchiamento di questa struttura, con probabile rischio di astigmatismo. Anche il bulbo oculare contiene fibrille di collagene immerse in un gel trasparente di acido ialuronico; una carenza di collagene e acido ialuronico, potrebbe influenzare la consistenza, volume e forma dell’occhio.

I fattori che rallentano la sintesi di collagene, sono: La vecchiaia, la carenza di vitamina C e Retinoidi e la scarsa assunzione di frutta e verdura ricca di bioflavonoidi e minerali alcalini.

I nemici del collagene sono: Fumo, caffè, alcol, carenza di retinoidi, carenza di vitamina c, diete troppo ricche di proteine acidificanti, carenze di altre vitamine e minerali, sedentarietà, infiammazioni, stress ed eccessiva attività fisica.

Per info sui formulati Nutrizionali che aumentano la sintesi del collagene, scrivete su CONTATTI

Per aiutare le cellule a produrre nuovo collagene, utile è:

  1. Assumere cibi e integratori alimentari ricchi di vitamina C e acido retinoico
  2. Abbondare con verdure e frutta ricche di antiossidanti, minerali alcalinizzanti e vitamine.
  3. Alcuni polisaccaridi e sostanze presenti in Aloe e Centella Asiatica, possono stimolare la produzione endogena di collagene ed elastina
  4. Ridurre lo stress
  5. Evitare le diete che provocano Iperglicemia, perché sporcano la matrice extracellulare, danneggiandola
  6. Evitare le diete troppo ricche di proteine, perché aumentano l’acidità dei fluidi extracellulari, attivando gli enzimi che degradano la matrice extracellulare; infatti i principali enzimi che degradano il collagene e altre componenti della matrice extracellulare, lavorano meglio in un ambiente extracellulare acido.
  7. Evitare fumo, alcol, cibi spazzatura e iperglicemia. Anche i grassi saturi, i grassi trans, le fritture ed i grassi rancidi dei salumi e dei formaggi stagionati andrebbero limitate, perché sporcano la matrice extracellulare stimolando il sistema immunitario a degradare il collagene ed i GAG.

Per info sui formulati Nutrizionali che aumentano la sintesi del collagene, scrivete su CONTATTI

La carenza di vitamina C è diffusa nelle famiglie che per abitudine mangiano poca frutta e verdura cruda, accelerando la formazione di rughe ed il peggioramento dell’elasticità e integrità dei vasi sanguigni ed altri tessuti.

Anche la carenza di vitamina A (retinoidi) è diffusa; In genere chi ha il metabolismo impigrito a causa di diete povere di calorie e/o prive di carboidrati complessi, tende a non esprimere la 15-15′ beta-carotene monossigenasi (EC 11.13.11.63), impedendo al fegato di scindere il beta-carotene in retinolo. Ciò accade anche agli ipotiroidei, e come conseguenza sviluppano i sintomi da carenza di retinoidi, quali la secchezza degli occhi, le labbra screpolate, la pelle disidratata e secca, etc, perché i fibroblasti non vengono stimolati a formare nuovo collagene e nuovi GAG.

Un integrazione di retinoidi e vitamina c in questi casi, contribuisce a migliorare l’aspetto della pelle, degli epiteli, e l’elasticità di altri tessuti come i vasi sanguigni.

Per info sui formulati Nutrizionali che aumentano la sintesi del collagene, scrivete su CONTATTI

Secondo il Dottor Rath, la carenza di vitamina C, può favorire la produzione di Lipoproteina-A Lp(a), coinvolta nelle malattie cardiovascolari. Esperimenti su modelli animali condotti dal Professor Ruth, hanno dimostrato che la presenza di vitamina C nella dieta abbassa i livelli di Lp(a), ed una sua carenza lo innalza.

Lp(a) è una forma di colesterolo che circola nel sangue particolarmente pericolosa; Il colesterolo totale misurato a digiuno è dato dalla somma dei seguenti colesterolo:

Colesterolo totale = HDL + LDL + Lp(a)

LDL si può ricavare con la seguente formula matematica:

LDL = Colesterolo Totale – [HDL + Trigliceridi/5]

e la Lipoproteina A, è possibile calcolarla con la seguente formula:

LP(a) = Colesterolo Totale – (LDL + HDL)

Fonte Bibliografica (Carenza di Collagene e Invecchiamento)

FRASE CHIAVE Carenza di Collagene e Invecchiamento

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.