Carne Rossa e TMAO dannosa al cuore

Carne Rossa e TMAO dannosa al cuore
La Carne Rossa è ricca di un amminoacido non proteico: La L-Carnitina; quasta sostanza ingerita, può venire trasformata dai batteri intestinali in DMA e TMA (che hanno odore di pesce), che entrando nel sangue, raggiungono il fegato, venendo trasformati in TMAO, che è una sostanza infiammatoria per i vasi sanguigni. Quindi un abuso di carni rosse ricche di L-carnitina, potrebbe influire negativamente sulla salute cardiovascolare. Libro suggerito: PROCESSO ALLA CARNE ROSSA: Tutto quello che non ci hanno mai detto sul rapporto cibo e cancro (e non solo).

Carne Rossa e TMAO dannosa al cuore

Per Info sui prodotti Dietetici, scrivetemi su –> CONTATTI

Libro consigliato da leggere: Processo alla Carne – tuto quello che non ci hanno mai detto sul rapporto cibbo e cancro (e non solo) –> SCHEDA TECNICA LIBRO

L’abuso di carne rossa è collegata alla malattie cardiovascolari, sovrappeso, ipertrofia prostatica, infiammazione e cancro.

I Motivi sono i seguenti:

  1. Elevata Presenza di Carnitina e Colina, precursori del TMAO (Ossido di Trimetilammina)
  2. Presenza di Acido Sialico non umano Neu5Gc, resposnabile della XENOSIALISIS
  3. Presenza nel grasso delle carni rosse dei Ruminanti di Acido Fitanico, un catabolita della clorofilla responsabile dell’infiammazione della prostata
  4. Elevata presenza di Ferro-EME, che se da un lato può contribuire a prevenire l’anemia (carenza di ferro) nei consumatori, dall’altro può aumentare il rischio di tumori per inibizione del P53 e della Piruvato deidrogenasi.

In questo articolo parlo del rischio cardiovascolare della carne rossa, dovuta alla presenza di precursori di TMAO.

La carne rossa è particolarmente ricca di un amminoacido non proteico “La L-CARNITINA”.

Una dieta troppo ricca di carni rosse, associata a squilibri della flora batterica intestinale, può causare un aumento dei livelli ematici di TMAO, che predispone a infiammazione vascolare, obesità, resistenza insulinica e patologie cardiovascolari.

In pratica la carne rossa contiene L-CARNITINA; questa sostanza se assunta in grandi quantità con le carni rosse, può essere trasformata dai batteri dell’intestino in DIMETILAMMINA (DMA) e TRIMETILAMMINA (TMA), che sono due sostanze che puzzano di pesce.

La DIMETILAMMINA e TRIMETILAMMINA, entrano nel sangue “senza causare danni”, per poi passare nel fegato ed essere trasformati dall’enzima FLAVINA MONOSSIGENASI-3 detta FMO3 (EC1.14.13.148), in ossido di Trimetilammina “TMAO”.

La TMAO appena si forma nel fegato, va nel sangue ed infiamma l’endotelio vascolare, predisponendo alle malattie cardiovascolari, diabete ed obesità.

Per ridurre i livelli di TMAO nell’organismo occorre limitare il consumo di carni rosse, tuorli d’uovo (ricche di colina) e lecitina di soia. Inoltre è indispensabile seguire una dieta ricca di fibre vegetali e prendersi cura del microbioma intestinale. La Carne rossa e le uova rilasciano meno precursori della TMAO, se associati a frutta, verdura, legumi e cereali integrali.

Curiosità dalla Scienza!

Esistono individui che nascono con difetti genetici all’enzima del fegato FLAVINA MONOSSIGENASI-3 (FMO3 EC1.14.13.148); Questi individui non riescono a trasformare i cataboliti microbici della L-CARNITINA e della COLINA in TMAO. Queste persone da un lato sono fortunate, perché non producono la TMAO responsabile dell’infiammazione vascolare; dall’altro però sono sfortunati, perché quando abusano di carne rossa, tuorli d’uova, lecitina e pesce, diventano puzzolenti di pesce marcio: Dal loro sudore, dal loro alito e dalle loro urine, viene smaltito il DMA ed il TMA che sono molecole che puzzano di pesce.

Ricordo che il TMA e DMA si formano nell’intestino quando si ingerisce molta carne rossa e tuorli d’uovo ricchi rispettivamente di L-Carnitina e Colina. I Batteri cattivi trasformano Colina ed L-Carnitina in TMA e DMA che odorano di pesce marcio, ma sono sostanze innocue; Queste poi passano nel sangue senza fare danni, ma appena entrano nel fegato, vengono trasformate in TMAO che non puzza di pesce, ma infiamma i vasi sanguigni, peggiorando la salute cardiovascolare. Le Persone che nascono con mutazioni all’enzima epatico FLAVINA MONOSSIGENASI, non riescono a trasformare la DMA e TMA in TMAO, e quindi da un lato sono protetti da una dieta ricca di Carnitina e colina, ma dall’altra hanno la fregatura di puzzare terribilmente di pesce, perché l’organismo è costretto a smaltire la DMA e TMA con il sudore, l’alito e le urine.

ALTRA CURIOSITA DALLA RICERCA …

I Topi carenti geneticamente dell’enzima epatico FLAVINA MONOSSIGENASI -3 (FMO3 EC 1.14.13.148), sono protetti cardiovascolarmente da una dieta ricca di grassi e carnitina; probabilmente dipende dal fatto che l’eccesso di L-carnitina e colina nella dieta, non si converte in TMAO.

Fonte Bibliografica (Carne Rossa e TMAO dannosa al cuore)

DESCLAIMER: Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Nb! Presenza di qualche link di affiliazione ICONA su cui si guadagnano piccole % senza variazione di prezzo.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.