Cervello Accumula DHA

Cervello Accumula DHA
Sei Interessato al Benessere del tuo cervello? Allora chiedi info sui Nutrienti per il Sistema nervoso su –> CONTATTI

Cervello Accumula DHA: Per mantenere la mente lucida e funzionale, occorre nutrire il cervello di acido cervonico (chiamato anche DHA), che è un omega-3.

Il fegato e cervello umano, produce autonomamente acido cervonico dagli omega-3 ingeriti con gli oli vegetali (ALA).

Il principale enzima coinvolto nella sintesi ed accumulo di DHA nel cervello, è la DELTA-6 DESATURASI, indicata con la sigla D6D e con il codice internazionale EC 1.14.19.3

Se questo enzima funziona bene, il cervello può godere di ottima salute indipendentemente dal consumo di pesce e omega-3 di pesce.

La D6D infatti trasforma gli omega-3 contenuti negli oli vegetali (ALA), in EPA e DHA, accumulandoli nel cervello.

Pur troppo questo enzima è spesso danneggiato dallo stile di vita e dalla cattiva alimentazione, predisponendo il cervello a carenze di omega-3 DHA. Pertanto in queste situazioni, utile è un integrazione di olio di pesce ad alto grado farmaceutico in EPA + DHA, che aiuta il cervello e la salute cardiovascolare.

Sei Interessato al Benessere del tuo cervello? Allora chiedi info sui Nutrienti per il Sistema nervoso su –> CONTATTI

Ma quali sono i fattori che danneggiano la D6D?

La D6D è un enzima molto delicato, che può essere danneggiato dai seguenti fattori:

  1. Dieta a base di cibi contenenti grassi idrogenati (margarina, panini all’olio, fritture, panna vegetale, panna di latte, latticini, crema di latte, formaggi, oli di semi raffinati e olio di sansa di oliva, dolciumi industriali contenenti come ingrediente, olio idrogenato, etc).
  2. Colesterolo Alto
  3. Omocisteina Alta
  4. Invecchiamento
  5. Abuso di alcol
  6. Ipertensione e Diabete
  7. Ormoni dello stress (vita stressante, ansia, scarso riposo)
  8. Carenza di zinco e Magnesio
  9. carenza di vitamine (vitamina B6, vitamina H, vitamina C, Niacina)
  10. Infezioni Virali (esempio influenze, raffreddori, epatite virale, etc).

In tutte queste situazioni, si crea un blocco della trasformazione di ALA in EPA e DHA, provocando un calo di DHA ed EPA nei tessuti del cervello e delle cellule. Pertanto è consigliabile introdurre settimanalmente il pesce grasso ricco di EPA e DHA (pesce azzurro, salmone, spigola, aringa, etc), ed eventualmente, integrare con olio di pesce ad alta concentrazione in EPA + DHA.

Gli omega-3 sono molto consigliati, in chi è: diabetico, obeso a livello viscerale, depresso, ansioso, malinconico, o abusa di alcolici e cibi spazzatura.

Gli oli di pesce sono consigliati anche agli anziani, perché la vecchiaia riduce l’attività enzimatica della D6D, impoverendo le cellule ed il cervello di EPA e DHA.

Sei Interessato al Benessere del tuo cervello? Allora chiedi info sui Nutrienti per il Sistema nervoso su –> CONTATTI

Video sul DHA Nutriente del Cervello

Fonte Bibliografica (Cervello Accumula DHA)

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Una risposta a “Cervello Accumula DHA”

  1. Il Cervello Non Ha Età
    Le ricerche recenti, indicano che il cervello è un organo in grado di rigenerarsi ed aumentare le interconnessioni neurali, potenziando la memoria, l’intelligenza e la coordinazione motoria.
    Il cervello è paragonabile ai Muscoli; Se lo alleni, aumenta la densità di nuroni e interconnessioni neurali; se non lo alleni e non lo nutri a dovere, il cervello regredisce riducendosi di peso e perdendo le interconnessioni neurali, con calo delle facoltà mentali
    Il libro del Biologo Neuroscienziato John Medina, ci aiuta a comprendere il mistero della neuroscienza, e ci insegna le 10 regole per mantenere efficienti il cervello
    Di seguito elenco l’indice degli argomenti trattati nel Libro:

    Le 10 REGOLE PER PRENDERSI CURA DEL CERVELLO, INVECCHIARE ED ESSERE FELICI
    Siate dei buoni amici, e lasciate che gli altri lo siano per voi
    Coltivate un atteggiamento di gratitudine.
    La mindfulness non solo rasserena, ma fa bene al cervello
    Ricordate che non è mai troppo tardi per imparare, né per insegnare.
    Allenate il cervello con i videogiochi
    Individuate i dieci segnali prima di chiedervi se avete l’Alzheimer.
    State attenti a cosa mangiate e fate movimento.
    Per mantenere la mente lucida, dormite a sufficienza (ma non troppo).
    Non potete vivere per sempre, almeno non ancora
    Non ritiratevi mai dal lavoro, e rievocate spesso il passato
    Fonte Bibliografica
    Il Cervello non ha Età – Istruzioni per rimanere attivi, brillanti e felici, di John Medina https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__cervello-non-eta-medina-libro.php?pn=5335

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.