Cibi e Bevande Acidificanti per L’organismo

Cibi e Bevande Acidificanti per L’organismo

Per chi vuole seguirmi, può registrarsi al gruppo facebook Alimentazione & Salute

Un alimentazione troppo ricca di fosforo oltre ad acidificare l'organismo, indebolisce le ossa e riduce i livelli di vitamina D. Una dieta ricca di fosforo e povera di minerali alcalinizzanti rende le urine del mattino acide. L'acidità delle urine potete verificarlo acquistando le cartine al tornasole dalla farmacia. In genere chi mangia almeno 5 porzioni di frutta e verdura ha le urine del mattino tendenzialmente alcaline.

Un alimentazione troppo ricca di fosforo oltre ad acidificare l’organismo, indebolisce le ossa e riduce i livelli di vitamina D.

Una dieta ricca di fosforo e povera di minerali alcalinizzanti rende le urine del mattino acide. L’acidità delle urine potete verificarlo acquistando le cartine al tornasole dalla farmacia. In genere chi mangia almeno 5 porzioni di frutta e verdura ha le urine del mattino tendenzialmente alcaline.

Una dieta alcalinizzante in cui i minerali alcalini (calcio, magnesio, potassio, manganese) prevalgono sui minerali acidificanti (solfati e fosfati) favorisce la salute, previene l’osteoporosi, irrobustisce le ossa e le articolazioni, permette una migliore diffusione dell’ossigeno nel corpo e previene ritenzione idrica e cellulite.

Una dieta troppo sbilanciata a favore dei fosfati decalcifica le ossa e crea una serie di problemi, incluso ritenzione idrica e cellulite.

Gli alimenti acidi sono quelli particolarmente ricchi di fosforo e tra questi abbiamo: La carne ed i cereali; è noto da anni che le popolazioni che basano la loro dieta su prodotti cerealicoli e povera di frutta e verdura hanno problemi di rachitismo e osteoporosi. Il motivo sta nel forte sbilanciamento tra calcio e fosforo nella dieta;

La medesima cosa si verifica nei soggetti che abitualmente mangiano tantissima carne e cibi spazzatura, trascurando la frutta e verdura;

La carne è molto acidificante, però in una sana alimentazione deve essere inclusa assieme ai cereali e legumi, a patto che sia sempre presente frutta e verdura fresca che ha la funzione di correggere il bilancio acido – base dei pasti giornalieri.

Esistono cibi della moderna Industria alimentare che contengono enormi quantità di fosfati e possono indebolire le ossa e acidificare l’organismo; tra questi citiamo:

  1. I salumi, Wurstel e insaccati che contengono nei loro ingredienti i polifosfati; (i polifosfati servono come addensanti per trattenere l’acqua all’interno del prodotto, aumentando il peso dell’alimento. La differenza tra un prosciutto con i polifosfati ed uno senza polifosfati sta nel fatto che quello con i polifosfati contiene più acqua “perché trattenuta dai polifosfati”. Quindi 100 grammi di prosciutto con i polifosfati contiene più acqua rispetto a 100 g di prosciutto senza polifosfati).
  2. I formaggi fusi, tipo Formaggini e sottilette; Questi formaggi contengono sali di fusione a base di polifosfati
  3. Alcune bevande gassate a base di cola; In queste bevande come acidificante si aggiunge l’acido ortofosforico che altro non è che fosforo; chi assume molte bevande acidificate con acido fosforico, acidifica molto le urina del mattino ed indebolisce le ossa e denti; Inoltre l’eccesso di fosforo tende a ridurre i livelli circolanti di vitamina D.
  4. Alcuni prodotti da forno.

In Conclusione suggeriamo che:

L’antidoto migliore per mantenersi alcalini e quello di stare alla larga dai cibi spazzatura e dall’eccessivo consumo di carne e cereali raffinati e nel contempo sforzarsi di mangiare tanta frutta e verdura fresca e di stagione.

 

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

 

Precedente Fosforo: Il Nemico della Vitamina D Successivo Attenzione ai Polifosfati: Chi esagera rischia di indebolire le Ossa

Lascia un commento