Il CLA fa dimagrire ma danneggia la salute

Il CLA fa dimagrire ma danneggia la salute

Per chi Vuole seguirmi, può iscriversi al gruppo facebook Alimentazione & salute

 

Nelle Palestre viene spesso consigliano integratori alimentari a base di CLA “acido linolenico coniugato” come coadiuvante per dimagrire, aumentare la massa muscolare e migliorare la definizione muscolare.

Tutto vero! Peccato che il CLA alimenta l’infiammazione attraverso l’inibizione di un importante recettore antinfiammatorio, antidiabetico, antiallergico e di differenziazione cellulare (quindi antitumorale). I recettori che viene soppresso dal CLA sono le ppar-gamma (clicca e guarda lo schema).

Il CLA da non confondere con il GLA, è un omega-6 TRANS presente in tracce (circa lo 0,4%) nel grasso dei bovini e nel latte di mucca; Si, avete capito bene! è un acido grasso Trans e non Cis e quindi fa tanto male alla salute, come del resto le carni rosse dei ruminanti, il cui abuso è spesso associato al rischio di malattie cardiovascolari.

Ma vediamo perché il CLA fa dimagrire, ma nello stesso tempo fa così male:

In Pratica il CLA è un acido grasso che si lega al recettore nucleare PPAR-gamma INIBEBDOLO COMPLETAMENTE. Quindi il CLA è da considerare un antagonista delle PPAR-gamma e non un AGONISTA come invece lo sono molti nutrienti anti-infiammatori, ivi compresi curcuma, resveratrolo, acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, lignani, sesamolo, etc.

Il PPAR-gamma è un recettore importante: quando viene attivato in genere da nutrienti anti-infiammatori come la curcuma, il resveratrolo, l’olio di oliva, gli omega-3 delle noci e del pesce, dai polifenoli, etc….favorisce la proliferazione delle cellule adipose (nuove cellule di grasso) e contemporaneamente migliora la sensibilità dei recettori all’insulina, migliorando il quadro ematico e metabolico dell’organismo.

Favorire la formazione di nuovi adipocti per molti sembra una cosa negativa, ma non lo è dal punto di vista antinfiammatorio; La formazione di nuovi e giovani adipociti sotto la spinta delle sostanze che attivano le ppar-gamma consente all’organismo di eliminare gli adipociti vecchi per sostituirli a quelli nuovi e più funzionanti; ne consegue la formazione di un tessuto adiposo giovane e poco infiammato che consente di migliorare la glicemia ed i parametri di trigliceridi e colesterolo.

In più, l’attivazione delle PPAR-gamma favorisce la produzione di Citochine ANTI-INFIAMMATORIE ed ANTI-PROLIFERATIVE nei riguardi delle cellule tumorali e delle malattie infiammatorie croniche.

Ebbene, consumare integratori e fonti a base di CLA in notevoli quantità, inibisce le PPAR-gamma, favorendo da una parte la perdita di massa grassa e un incremento della massa magra “effetto proliferativo”, ma nel contempo favorisce L’INFIAMMAZIONE DELL’ORGANISMO, che alla lunga può creare seri problemi alla salute dell’assuntore del CLA.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.