Colesterolo HDL: Più Ne hai e meglio è!

Colesterolo HDL: Più Ne hai e meglio è!

Sei interessato a ricevere le schede tecniche degli integratori che aiutano a migliorare i livelli di colesterolo? Se si, fai richiesta sui prodotti del colesterolo, scrivendomi su —> CONTATTI.

Il colesterolo che circola nel sangue, viaggia a bordo delle lipoproteine LDL e HDL. Il colesterolo che viaggia a bordo delle HDL è definito colesterolo buono e svolge funzioni benefiche non solo per la salute del cuore e delle arterie, ma pare prevenire il rischio della demenza (Alzheimer) e del Parkinson. Alcuni studi recenti suggeriscono che alti livelli di colesterolo buono HDL, sono associati ad un minor rischio di sviluppare malattie tumorali.

Il colesterolo buono HDL è infatti una lipoproteina antiossidante e antinfiammatoria; Se si esamina la struttura chimica di queste Lipoproteine, ci si accorge che contengono un arsenale di enzimi antiossidanti e antinfiammatori, utili per la prevenzione di molte malattie.

Tra questi enzimi antiossidanti, presenti nelle HDL, ci sono le PON1, PON3, la GPX-1, APO-A1 e 2, la PAF-idrossilasi, la sfingosina-1-fosfato, etc., tutti con un ruolo protettivo, antiossidante e antinfiammatorio.

Quindi avere un buon livello di HDL nel sangue, contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiache, la demenza, il Parkinson e le patologie tumorali, queste ultime con meccanismi poco noti in fase di studio.

Allora viene da domandarci …..

Cosa fa aumentare il colesterolo buono HDL?

La risposta è: Tutto ciò che attiva le proteine della Longevità “le SIRT-1, che riassumo brevemente in questa lista:

  1. Attività fisica aerobica (anche lunghe passeggiate) …
  2. I Polifenoli ( e forse anche alcuni farmaci antidiabetici come la metformina)
  3. Restrizione calorica, (in particolare mangiare poco nelle ore notturne)
  4. La Niacina (una forma di vitamina b3), ed il suo precursore “il triptofano”.
  5. Gli acidi grassi omega-3 e l’acido oleico dell’olio extra vergine di oliva
  6. Alimentazione sana
  7. Microbioma sano
  8. Vita serena e adeguato riposo

Al contrario, ciò che blocca le SIRT-1, sono la cattiva alimentazione, lo stress, l’abuso di grassi saturi , idrogenati e oli rancidi o fritti; lo zucchero, l’abuso di carne e formaggi, le abbuffate notturne, l’infiammazione, le infezioni, etc.

Anche l’alcol e il fumo di tabacco riducono i livelli di HDL ….

Se vogliamo stare bene e ridurre il rischio di malattie della vecchiaia, dobbiamo fare in modo di elevare i livelli di colesterolo buono HDL; Il modo più semplice per farlo è quello di essere un po’ più attivi nella vita ed “in base alle proprie capacità fisiche”, praticare del quotidiano movimento fisico senza stancarsi..per esempio…fare giardinaggio, fare lunghe passeggiate a piedi o con la bicicletta. Inoltre è bene non abbuffarsi a pranzo ed a cena e cercare di scegliere i cibi più naturali presenti in commercio; I cibi meno sono elaborati industrialmente e meglio è l’impatto positivo sulla salute.

Importantissimo è curare la scelta degli oli e grassi; se usate olio buono e fresco possibilmente a crudo, le HDL aumenteranno… se al contrario consumate grassi stracotti, ossidati e rancidi, prevaleranno le LDL e sarà peggio per Voi. (per Info sugli omega-3 ad alto grado farmaceutico scrivimi su —> CONTATTI).

Gli sportivi e chi mangia sano, ha le HDL tendenzialmente alte ed è protetto da molte malattie. Ricordatevi che alcol e fumo, sono dei nemici delle HDL, quindi cercate di bandire questi due fattori di rischio.

Ma perché il colesterolo Buono HDL è così protettivo per la nostra salute?

La risposta sta nella struttura chimica delle HDL; Le HDL oltre al colesterolo, trasportano un arsenale di enzimi antiossidanti e antinfiammatori; tra questi ricordiamo:

  1. La proteina APO-A1 che è la componente proteica più abbondante (rappresenta il 70% in peso di tutte le proteine della lipoproteina HDL); questa APO-A1 è un vero spazzino cellulare: estrae dalle lipoproteine LDL e dalle membrane biologiche cellulari, i fosfolipidi ossidati, prevenendo l’ossidazione del colesterolo cattivo LDL e la senescenza delle cellule. Quindo APO-A1 delle HDL è un vero e proprio enzima anti- invecchiamento,
  2. La APO-A2 che è la seconda proteina più abbondante delle HDL (15 – 20% sul totale proteico presenti nelle HDL) e svolge quasi la stessa missione delle APO-A1.
  3. Le PON1,2 e 3, che sono enzimi in grado di idrolizzare gli esteri e diversi antiparassitari; mantenendo puliti i vasi sanguigni e prevenendo alcune malattie neuro degenerative come il Parkinson. Interessante sapere che le persone con difetto genetico ai geni della PON, se si espongono ai pesticidi che si usano in agricoltura, hanno una maggiore probabilità di sviluppare il parkinson. Impegnarsi quindi con dieta e stili di vita atti ad incrementare spontaneamente i livelli di HDL, contribuisce a prevenire queste problematiche.
  4. La Glutatione perossidasi -1 indicata con la sigla GPX-1; Questo enzima è un potente antiossidante che utilizza il glutatione per prevenire l’ossidazione dei grassi delle lipoproteine, prevenendo l’arteriosclerosi. Il GPX per funzionare necessita di selenio…quindi utili sono i cibi ricchi di selenio e l’eventuale uso di integratori a base di selenio (scrivimi su contatti per ricevere informazioni sugli integratori di selenio —> CONTATTI)
  5. La PAF-Acil-idrolasi (o PAF-AH); questo è un enzima antinfiammatorio “straordinario”, in grado di distruggere il PAF; Il PAF (Acil-fosfatidilcolina), è un potente mediatore lipidico delle risposte infiammatorie e provoca anche edema e ritenzione idrica; Il PAF viene prodotto durante l’attivazione della cascata dell’acido arachidonico; più PAF ce in circolo e più l’organismo e sottoposto ad infiammazione; la presenza di PAF-AH nelle HDL, rende il colesterolo buono protettivo anche nei confronti dell’infiammazione, in quando neutralizza il PAF, trasformandolo in Lyso-fosfatidilcolina che è innocua e “forse priva di azione biologica”.

Sulle HDL, avrei ancora molto da riassumere, ma è meglio che mi fermo qui! Quello che mi sento di suggerire è che avere un buon livello di colesterolo buono HDL aiuta a stare bene e a ridurre l’infiammazione ….Basta poco per ottenere alti livelli di HDL! Volere e potere….e buttate giù quella sigaretta e quel bicchierino di alcol che a tanti piace …ma che fa tanto male…

Fonte bibliografica Consultata

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.