Effetto Biofilia

Noi dipendiamo strettamente dalle piante; senza di loro l’uomo e gli animali non potrebbero vivere.

Risultati immagini per foresta

Le piante grazie alla loro clorofilla verde, riescono a catturare l’energia della luce solare ed utilizzarla per produrre nutrienti (zuccheri, proteine, lipidi, fibre, vitamine e fitocomposti) e ossigeno.

L’ossigeno atmosferico e gli zuccheri sono i principali prodotti della fotosintesi clorofilliana delle piante. È grazie all’ossigeno che respiriamo ed è grazie ad i nutrienti prodotti dalle piante che l’uomo in modo diretto o indiretto si nutre.

Un mondo senza piante è paragonabile ad un pianeta senza vita.

Le piante rappresentano il motore principale della vita: sfruttando l’energia solare catturata con le foglie, svolgono le seguenti missioni:

  1. Producono ossigeno attraverso la scissione dell’acqua “detta fotolisi dell’acqua”
  2. Sottraggono l’anidride carbonica dall’atmosfera, trasformandola in fibra vegetale, cellulosa, zuccheri e nutrienti.
  3. Trasformano l’azoto inorganico disciolto nel terreno in proteine e altre molecole organiche azotate
  4. Purificano l’aria, il terreno e l’acqua dalle sostanze inquinanti; alcune piante sono abili ad assorbire dal terreno i metalli pesanti e le sostanze nocive rendendo l’ambiente pulito.
  5. Le piante rendono il paesaggio verde e ricco di colori che incidono tantissimo sulla cronobiologia degli animali (uomo compreso).
  6. Le piante rendono l’ambiente profumato di oli essenziali che incidono tantissimo sulla salute degli animali (uomo compreso).

Chi vive in città, si può rendere conto di come le “piante” generano salute: Basta entrare in un rigoglioso giardino, o percorrere a piedi un fitto bosco e all’improvviso sembra “diminuire lo stress”, avere una sensazione piacevole di tranquillità e maggiore energia vitale.

Questa sensazione non è frutto della fantasia, ma è l’effetto Biofilia, ossia l’effetto epigenetico che le piante hanno sull’uomo.

Gli oli essenziali emanati dalle foglie e fiori delle piante hanno un impatto positivo sull’espressione genica del DNA umano; aiutano a risvegliare il corpo e a regolare l’orologio biologico facendo capire “istintivamente all’ipotalamo”, in che stagione ci troviamo.

È noto a tutti che in primavera, l’odore delle essenze floreali risvegliano e stimolano la voglia di innamorarci e fare figli. La primavera è la stagione più bella della vita e per sfruttare al meglio la primavera, dobbiamo vivere in un ambiente ricco di vegetazione, perché sono proprio i vegetali con le loro essenze profumate a stimolare il nostri geni verso una maggiore propensione all’amore, alla procreazione e alla gioia di vivere.

Le essenze profumate emanati dalle piante hanno anche un effetto farmacologico sulla salute: ci aiutano a respirare meglio e a migliorare il metabolismo.

Incidono positivamente sulla salute anche i colori delle piante:

I paesaggi di boschi e prati, regalano alla nostra vista una serie di tonalità di verde: il verde è un colore meraviglioso che piace al nostro ipotalamo (una parte del cervello preposta a regolare il metabolismo energetico e dell’accrescimento dell’organismo).

Quando il nostro ipotalamo (cervello), percepisce attraverso gli occhi, il colore verde delle piante, riceve un messaggio di disponibilità di cibo e quindi tende a favorire la perdita di peso e l’attivazione del metabolismo; molti di noi tendono a dimagrire e sentirsi energici nel periodo primaverile “anche grazie ai colori della natura”. Chi vive in città prive di vegetazione, questa piacevole sensazione non può percepirla.

Aiutano tantissimo anche le piante coltivate dentro le abitazioni. Le piante dentro le abitazioni, rendono l’aria più pulita ed ossigenata ed indirettamente influenzano la salute di chi ci vive dentro.

È un peccato che non esistono vere politiche ambientali a tutela dei boschi e del verde pubblico nelle città.

L’uomo è l’essere vivente più dannoso del mondo, Tutti gli animali sono messi a rischio estinzione per colpa dell’uomo che sfrutta ormai quasi tutta la superficie del pianeta.

L’uomo distruggendo i boschi per far posto alle coltivazioni estensive, contribuisce a ridurre la produzione di ossigeno e biomassa vegetale del pianeta, rendendola meno adatta alla vita.

Se l’umanità non salvaguarda i boschi e la natura, piano piano andrà incontro all’autodistruzione, perché noi dipendiamo dalle piante.

Riassumendo, diciamo che le piante sono indispensabili per tante ragioni:

  1. Forniscono ossigeno
  2. Sottraggono dall’ambiente l’anidride carbonica, incorporandola sotto forma di biomassa organica
  3. Ci forniscono nutrimento
  4. sottraggono dall’ambiente le sostanze inquinanti
  5. Il colore verde e altri colori delle piante hanno un impatto positivo sull’ipotalamo, il quale a sua volta, regola il metabolismo energetico in modo favorevole
  6. Le essenze profumate hanno un impatto positivo sull’espressione genetica dei geni del nostro DNA
  7. Contribuiscono a farci sentire meno stressati e ci aiutano a percepire meglio le stagioni
  8. Le essenze profumate hanno proprietà farmacologiche su vari organi e tessuti; esiste infatti una disciplina medica detta Aromaterapia.

Dottor Liborio Quinto

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Una risposta a “Effetto Biofilia”

I commenti sono chiusi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.