Ganoderma: Trovato un Antitumorale

Vuoi maggiori Info sul Reishi? inviami un messaggio, su CONTATTI.

l Ganoderma Sinensis è simile al Ganoderma lucidum (reishi), solo che è di colore più scuro; recentemente è stato isolato dal fungo una sostanza antitumorale in grado di inibire l'esochinasi-2 delle cellule tumorali
Il Ganoderma Sinensis è simile al Ganoderma lucidum (reishi), solo che è di colore più scuro; recentemente è stato isolato dal fungo una sostanza antitumorale in grado di inibire l’esochinasi-2 delle cellule tumorali

Il Ganoderma (o reishi) è un fungo medicinale ampiamente utilizzato nella medicina dell’antico Estremo oriente.

Oggi, viene venduto sotto forma di integratore alimentare per contribuire a migliorare la resistenza allo stress, la glicemia, i livelli di trigliceridi e le malattie virali.

Molti studi suggeriscono che il reishi contiene diverse sostanze antitumorali.

Da una varietà di Ganoderma, “il ganoderma Sinensis”, è stata scoperta nuova sostanza antitumorale, dal nome impronunciabile: (22E, 24R) -6β-methoxyergosta-7,9 (11), 22-triene-3β, 5α-diolo.

A scoprirlo, è stato il team di ricerca, guidato dal Cinese Dottor Fengyan Bao, et al 2018.

Attenzione!

Il Ganoderma Sinensis, come inibitore naturale dell’Esochinasi-2, viene elencata anche nel database del Brenda Enzyme https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29305912

Questa sostanza, ha proprietà antitumorali molto interessanti! È uno dei inibitori naturali dell’enzima Esochinasi-2.

L’esochinasi-2, è un enzima della glicolisi, altamente espresso nelle cellule tumorali. Normalmente nelle cellule cellule normali, è presente l’esochinasi-1; nelle cellule infiammate e tumorali, prevale l’esochinasi-2. Le cellule tumorali più aggressive, hanno un elevato livello cellulare di Esochinasi-2.

I Medici e Biologi che si occupano di ricerca oncologica, credono che l’inibizione dell’esochinasi-2, potrebbe contribuire a distruggere le cellule tumorali.

Infatti, l’esochinasi-2 è in grado di tappare il Canale VDAC della membrana mitocondriale esterna, impedendo l’attivazione dell’apoptosi.

L’inibizione dell’ esochinasi-2, potrebbe contribuire a stappare il poro mitocondriale (VDAC), permettendo la fuoriuscita del citocromo-C, attivando l’apoptosi e morte programmata della cellula tumorale.

La sostanza isolata del Ganoderma Sinensis, pare essere uno dei primi inibitori naturali dell’esochinasi-2.

Fonte Bibliografica

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.