Gli Omega-3 Migliorano la mascolinità nell’Uomo e la Femminilità nella Femmina

Gli Omega-3 Migliorano la mascolinità nell’Uomo e la Femminilità nella Femmina

Per chi Vuole seguirmi, può registrarsi al gruppo Facebook Alimentazione & Salute

Gli omega-3 di origine vegetale (canapa, lino, noce, colza), non sono efficaci come quelli del pesce e dell'olio di Krill.

Gli omega-3 di origine ittica fanno bene al sesso ed al sistema endocrino in generale, perché migliorano la comunicazione ormonale tra le ghiandole favorendo la secrezione di Testosterone nel maschio e di estrogeni nella donna.

I testicoli producono testosterone tutte le volte che vengono raggiunti dall’ormone LH prodotto dall’ipofisi; L’ormone LH si lega ai recettori posti su alcune cellule dei testicoli e li comanda a secernere Testosterone; Per farlo, la cellula deve produrre all’interno l’AMP-ciclico; Se l’AMP-ciclico stenta a formarsi a causa della vecchiaia, i testicoli faticano a secernere Testosterone.

Gli omega-3 a lunga catena “EPA e DHA” che si trovano nell’olio di pesce, hanno la proprietà di aumentare nelle cellule l’AMP-ciclico, migliorando la comunicazione ormonale tra le ghiandole e quindi favorendo una regolare secrezione di Testosterone dai Testicoli sotto il comando dell’ LH.

Stessa cosa si può dire per gli estrogeni prodotti dalle ovaie nella donna. Gli Omega-3 e l’Olio di Borragine possono essere utili nelle donne in menopausa.

Ottime fonti di omega-3 a lunga catena, sono:

  1. l’olio di Pesce (tipo quello della DNA-Solution)
  2. L’olio di fegato di Merluzzo
  3. L’Olio di Krill
  4. L’olio di fegato di squalo
  5. Il grasso della selvaggina
  6. L’olio di alga
  7. i tuorli d’uovo prodotti da allevamenti biologici allo stato brado
  8. le lumache.

Gli omega-3 di origine vegetale (canapa, lino, noce, colza), non sono efficaci come quelli del pesce e dell’olio di Krill.

Attenzione! Ad una certa età gli omega-3 del lino, della colza, delle noci e della canapa sono poco efficaci nel stimolare la produzione di AMP-ciclico; Questi oli sono ricchi di acido alfa-linolenico che per funzionare devono essere allungati dal fegato in EPA e DHA. Dai trenta anni in su il fegato fatica a trasformare l’acido alfa-linolenico in EPA e DHA e quindi è consigliabile assumere pesce grasso oppure oli di pesce o Krill o alghe.

In Conclusione, come afferma il Biochimico Barry Sears nel suo libro “La Zona Anti Età”, per contrastare l’andropausa nell’uomo e la menopausa nella donna, utili possono rivelarsi gli omega-3 dell’olio di pesce, perché favorendo l’aumento dell’AMP-ciclico all’interno delle cellule dei testicoli e delle ovaie, favoriscono la comunicazione ormonale con LH e FSH, favorendo la produzione di testosterone, spermatozoi, estrogeni e progesterone, migliorando le performance atletiche, la forma fisica, la femminilità nella donna, la mascolinità nell’uomo e la giovinezza in generale.

Riferimenti Bibliografici

  • La zona Anti Età di Barry Sears a cura di Eddy Ottoz, Capitolo 20 – testosterone: l’Ormone della forza e del desiderio, pagine da 213 a 222.

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.