I Batteri lattici Tindalizzati

I Batteri lattici Tindalizzati

I batteri lattici tindalizzati

Per Info su ottimi Probiotici, scrivetemi su CONTATTI

Un esempio di Integratore alimentare con batteri lattici Tindalizzati –> SCHEDA TECNICA

Nel seguente post, parlo di un nuovo tipo di integratori alimentari a base di batteri lattici tindalizzati, ossia scottati ed uccisi con il calore, senza denaturale i componenti della cellula batterica.

I batteri lattici possono essere assunti dal consumatore sia vivi che morti.

Alimenti fermentati come Yogurt, Kefir e Yakult, contengono batteri lattici vivi, in grado di entrare nel lume intestinale del consumatore e colonizzarlo.

Anche gli integratori alimentari probiotici contengono batteri lattici vivi, in grado di colonizzare il tratto intestinale e svolgere un azione salutistica.

Accanto a questi prodotti probiotici, recentemente si è aggiunta una nuova classe di integratori alimentari a base di Fermenti lattici Tindalizzati.

Cosa sono i Fermenti lattici Tindalizzati?

I fermenti Lattici tindalizzati sono culture di ceppi di batteri lattici scottati con il calore ed uccisi, senza denaturare le componenti del batterio.

Gli integratori alimentari a base di Ceppi di Batteri lattici Tindalizzati, sono quindi costituiti da batteri morti, che se assunti dal consumatore, non colonizzano l’intestino.

Pur se morti, i fermenti lattici Tindalizzati conservano le pareti cellulari intatte, e quindi entrando nell’intestino, interagiscono con il sistema immunitario innato, modulando le risposte immunitarie, allergiche, infiammatorie e metaboliche del consumatore.

Di batteri lattici, non ne esiste solo un tipo, ma esistono centinaia di specie; ad ogni specie ci sono un numero infinito di ceppi, ed ogni ceppo ha una composizione chimica della parete cellulare unica.

Ci sono ceppi batterici in grado di attenuare la risposta allergica, altri che possono stimolare la guarigione delle ulcere gastriche, altre ancora che possono migliorare la glicemia, la pressione ed il metabolismo.

Se alcuni di questi ceppi di batteri lattici vengono selezionati, uccisi per tindalizzazione e somministrati sotto forma di integratori alimentari, potrebbero contribuire a migliorare lo stato di salute del consumatore.

Negli integratori alimentari di batteri lattici Tindalizzati, si sfrutta la capacità dei componenti della parete cellulare del ceppo, di modulare il sistema immunitario del consumatore; il sistema immunitario a seconda di come viene modulato, può regolare la pressione, la glicemia, lo stato di stress psichico, il colesterolo, il peso forma, le malattie infiammatorie e autoimmuni, la cicatrizzazione delle ulcere, e la risposta immunitaria antitumorale.

L’industria alimentare e farmaceutica potrebbe in futuro realizzare integratori batterici tindalizzati per la cura/prevenzione di specifici disturbi, impiegando specifici ceppi microbici devitalizzati con il calore (Tindalizzati).

Ma in cosa può differire la parete cellulare di un ceppo di batterio lattico rispetto ad un altro?

La differenza varia in funzione degli esopolisaccaridi (rivestimento di carboidrati) che esprime, nonché dalla composizione degli acidi lipoteicoici, dei pili e del peptoglicano presenti nelle pareti cellulari del corpo batterico. A seconda di come sono fatti, reagiscono in modo diverso con il sistema immunitario dell’ospite.

Fonte Bibliografica

Nb! Presenza nel testo di un link di affiliazione ICONA, su cui si guadagnano piccole % senza variazione di prezzo.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.