I Fermenti Lattici contro il Colesterolo

I Fermenti Lattici contro il Colesterolo

I Fermenti Lattici contro il Colesterolo.

Per Info su buoni fermenti lattici, scrivetemi su –> CONTATTI

I fermenti lattici, possono contribuire ad abbassare il colesterolo nei consumatori di Yogurt, Kefir, Yakult ed integratori probiotici.

I Fermenti lattici, sono batteri che comunemente troviamo negli yogurt, Kefir, Crauti, lievito madre, etc, in grado di attraversare lo stomaco dei consumatori, e colonizzare il primo tratto dell’intestino tenue. Una volta che i fermenti lattici si sono insediati nell’intestino, esercitano tutta una serie di effetti benefici sulla salute dei consumatori.

Uno degli effetti benefici sulla salute dei consumatori è la riduzione del colesterolo. Moltissimi ceppi di batteri lattici sono in grado di contribuire ad abbassare il colesterolo attraverso tre meccanismi:

  1. Produzione di Idrolasi di sali biliari: Molti lattobacilli e Bifidobatteri, compresi quelli di alcuni Yogurt, sono in grado di produrre gli enzimi che scompongono gli acidi biliari, impedendo il riassorbimento del colesterolo. Tra quetsi enzimi, i più importanti sono: La Choloylglycine Hydrolase EC3.5.1.24, e la Chenodeoxycholayltaurine hydrolase EC 3.5.1.74.
  2. Alcuni fermenti lattici sono in grado di produrre acido feruluco un inibitore naturale della HMG-CoA reduttasi, l’enzima chiave della biosintesi del colesterolo.
  3. I batteri lattici sono capaci di assorbire il colesterolo ed incorporarlo nelle loro membrane e e corpo cellulare, strappandolo all’assorbimento intestinale.

È straordinario constatare che la maggior parte dei batteri lattici a contatto con gli acidi biliari dell’intestino, esprimono le idrolasi che stacca la glicina e la taurina dagli acidi biliari. In pratica gli acidi biliari sono tossici ai batteri lattici, i quali per difendersi producono questi enzimi per decomporli, nel fare questo, riducono il riassorbimento degli acidi biliari, favorendo la riduzione del colesterolo.

L’idrolasi degli acidi biliari si trovano all’interno delle cellule dei fermenti lattici: Quindi prima li devono assorbire dal lume intestinale, e poi degradarli, decomponendoli dalla glicina e taurina.

Batteri lattici e probiotici capaci di esprimere questi enzimi appartengono alle specie di: Bacteroides, bifidobatteri, enterococcus durans, enterococcus faecalis, Lactobacillus Acidophylus, plantarum, salivarius, buchneri, helveticus, kefiranofaciens, fermentum, reuteri, rhamnosus, Delbruekii, casei, etc.

Per Info su buoni fermenti lattici, scrivetemi su –> CONTATTI

Il pH ottimale delle idrolasi biliari, è compreso tra 3,5 – 7, e la temperatura ideale è quella corporea, tra 37°C e 40°C; Gli enzimi idrolasi dei sali biliari, sono localizzati all’interno della cellula del batterio lattico, quindi prima il fermento deve assorbire l’acido biliare, e poi degradarlo nel suo interno.

Secondo la pubblicazione scientifica PMC4176637 il Lactobacillus reuteri NCIMB 701089 è il batterio lattico più efficiente ad assorbire il colesterolo dal lume intestinale, ed è un potenziale probiotico da utilizzare come coadiuvante nella terapia anti colesterolo.

Per Info su buoni fermenti lattici, scrivetemi su –> CONTATTI

Fonte Bibliografica

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.