I grassi buoni antinfiammatori

Pubblicato dal Dottor Liborio Quinto -Tecnologo Alimentare esperto in Nutraceutica 

Per chi vuole seguire i miei post e commenti, può iscriversi al gruppo facebook ALIMENTAZIONE E SALUTE https://www.facebook.com/groups/liborioquinto/?fref=ts

Per chi vuole tenersi aggiornato ai miei video, può iscriversi sul canale youtube di questo indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=eT7M49wJ7FE

images

Una volta l’alimentazione umana, fatta di alimenti genuini, assicurava un equilibrato apporto di acidi grassi essenziali omega-3 e omega-6;

Con l’introduzione nella dieta di oli ricchi di omega-6, come l’olio di girasole, l’olio di cartamo, l’olio di mais ormai presenti in quasi tutti i prodotti industriali come margarine, biscotti, prodotti da forno, prodotti surgelati precotti, l’equilibrio si è spostato a favore degli acidi grassi omega-6 e quindi siamo carenti di omega-3 e fortemente intossicati di omega-6;

A peggiorare la situazione vi è poi la produzione di carne con metodi di allevamento industriali, dove si somministrano agli animali, mangimi ricchi di acidi grassi omega-6 e poveri di omega-3; Ne consegue che l’abuso di carni grasse, apporta notevoli quantità di acidi grassi omega-6 ed in particolare dell’acido arachidonico che è uno dei principali responsabili del dolore e dell’infiammazione;

La Carne di una volta invece era ben bilanciata con gli omega-3 e quindi era salutare come il Pesce.

L’eccessiva presenza di omega-6 nell’organismo fa aumentare i livelli di acido arachidonico che è il precursore degli eicosanoidi infiammatori, che favoriscono l’infiammazione, i tumori, il diabete, l’ipertensione e le malattie autoimmuni;

Il dolore che avvertite durante una infiammazione, è colpa dell’acido arachidonico che si trasforma in Prostaglandina PGE-2 e Leucotrieni; Più OMEGA-6 introducete con la dieta, maggiore sarà l’intensità e durata del dolore; Per bloccare il dolore, i farmaci utilizzati sono cortisonici, FANS e aspirina; Questi farmaci sono efficaci per alcune ore perchè bloccano la trasformazione dell’acido arachidonico in prostaglandine pro-infiammatorie;

Ma esiste un modo più naturale per attenuare l’intensità del dolore e delle infiammazioni: Ridurre l’uso dei grassi omega-6, mettendo al bado sopratutto il consumo di olio di girasole, olio di mais, olio di cartamo, oli vegetali, ed eliminando dalla dieta il grasso degli animali da allevamento come il LARDO DEL MAIALE e la PELLE DEL POLLO, perchè ricchi di acido ARACHIDONICO.

Inoltre per attenuare il dolore e diminuire l’infiammazione, dovete assumere alimenti ricchi di omega-3 come l’olio di Lino, l’olio di colza, l’olio di canapa, l’olio di noce, le noci, l’olio di pesce, il pesce grasso, e l’olio extra vergine di oliva (ma a poco omega3).

Video-lezione sui grassi buoni e cattivi nella dieta

ACIDO ARACHIDONICO E TUMORI

più acido arachidonico accumulate nell’organismo, maggiore sarà il rischio di sviluppare una cardiopatia o una malattia autoimmune, oppure un tumore;

Esperimenti fatti su Conigli, dimostrano come una iniezione di acido arachidonico in questi animali, provoca la morte improvvisa per infarto a causa dell’immediata aggregazione piastrinica che ne segue;

L’acido arachidonico favorisce i Tumori perchè gli eicosanoidi che produce aumentano i secondi messaggeri dei recettori che governano la proliferazione cellulare e l’angiogenesi;

Video sull’Acido Arachidonico

Infatti chi segue una dieta troppo ricca di omega-6, vede salire i livelli dei secondi messaggeri ip3/DAG (inositolo-3-fosfato/diacilglicerolo), e vedono diminuire invece i secondi messaggeri dei recettori ANTINFIAMMATORI ed antitumorali come il cAMP.

Per capirci, tutti i fattori di crescita che stimolano la cellula tumorale a proliferare, presentano come secondo messaggero l’IP3/DAG, Insulina, estradiolo, DHT, IGF-1, VEGF etc, CHE SONO ORMONI che stimolano l’anabolismo e la proliferazione cellulare e quindi i tumori a crescere hanno come secondi messaggeri la IP3/DAG, QUINDI SE ASSUMETE TROPPI OMEGA-6 NELLA DIETA, FAVORITE I PROCESSI INFIAMMATORI E LA PROMOZIONE TUMORALE….al contrario una dieta ricca di omega-3 (senza però esagerare) favorisce la salute per diminuzione delle IP3/DAG ed aumento delle cAMP.

Video sulle fonti alimentari di acidi grassi omega-3 antinfiammatori

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

Esperto in Nutraceutica

Fonte Bibliografica: Magri per sempre – di Barry sears -Sperling & kupfer editori – Appendice D “gli eicosanoidi: gli ormoni del mistero pagina 235 – 249.

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

2 Risposte a “I grassi buoni antinfiammatori”

  1. Gent.mo Dr Quinto, seguo le sue esposizioni da alcuni mesi. Sino ad ora le ho trovate
    chiare e complete; non ho trovato nozioni scientifiche in contrasto con le mie, che Lei
    ha contribuito a rendere più chiare. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.