I Pseudomonas: I Batteri del Frigorifero

I Pseudomonas: I Batteri del Frigorifero

I Pseudomonas: I Batteri del Frigorifero

Vi è capitato di annusare all’interno di una bottiglia di acqua conservata in frigo un odore di putrido? Quell’odore è probabilmente stato prodotto dai batteri Pseudomonas.

I Pseudomonas sono batteri che si adattano sulle superfici interne dei frigoriferi, perché riescono a tollerare ed a riprodursi alle normali temperature di refrigerazione (2 – 4°C).

Se la superficie interna dei frigoriferi non viene regolarmente pulita, può contaminarsi di questi batteri e formare dei Biofilm gelatinosi in alcuni punti di ristagno di acqua.

Questi batteri possono contaminare l’acqua conservata nei frigoriferi, la carne ed il latte, producendo odori anomali (ammoniacali e di putrido) ed in alcuni casi sviluppare pigmenti colorati o fluorescenti.

La carne conservata in frigorifero è fonte e nello stesso tempo terreno fertile per la proliferazione dei Pseudomonas; Nel corso della conservazione in frigo, la carica microbica può raggiungere valori tali da creare biofilm gelatinosi e cattivi odori.

I frigoriferi devono essere ogni tanto svuotati (quando si esauriscono i prodotti), lavato adeguatamente con detergenti e sanificanti, al fine di rimuovere la carica batterica. Se questo lavoro non viene fatto con una certa frequenza, si rischia che l’ambiente del frigorifero diventa igienicamente inadatto a conservare gli alimenti, ed alcuni prodotti come la carne ed il latte possono deperire velocemente e sviluppare cattivi odori, tali da rendere gli alimenti inadatti al consumo umano.

I Pseudomonas, generalmente non sono patogeni per l’uomo, ma ci sono delle specie potenzialmente patogene per l’uomo come il Pseudomonas Aeruginosa. Le persone con problemi di salute

Fonte Bibliografica

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.