Il Caramello: Peggio dello Zucchero

Il Caramello: Peggio dello Zucchero

Siete interessati a ricevere info sugli integratori naturali, che aiutano a depurare l’organismo e prevenire l’invecchiamento? Se si! Fate richiesta dei depuranti, scrivendo un messaggio su —> CONTATTI.

Gli zuccheri raffinati fanno male! Ce lo dicono i medici ed i Biologi Nutrizionisti, con le loro campagne di prevenzione dell’obesità e del diabete.

Ma ce un alimento, peggiore dello zucchero: Il Caramello Vetroso che si trova nelle comuni caramelle, dolciumi e nei torroni.

Il caramello non è zucchero al 100%! Ma contiene sostanze brunastre, tossiche ed aromatiche, chiamate furfuroli. Il furfurolo predominante è il 5-idrossi-metil-furfurolo, indicato con la sigla HMF.

Il HMF è una sostanza cancerogena; Studi su animali, dimostrano che HMF, può causare il cancro (dose dipendente).

HMF è una sostanza tossica; la Dose Letale “LD50 di HMF” è di 2500 mg/kg di peso corporeo, nei topi di laboratorio.

Quindi, pensiamoci bene, prima di “abbuffarci di caramelle, torroni, dolciumi con zucchero imbrunito e cibi tostati.

Tutti gli alimenti contenenti zuccheri, se sottoposti al calore, formano il HMF.

Se Desideri un prodotto che ti aiuti a detossificare l’organismo, chiedi info sul C-Plus, scrivendo un messaggio su —> CONTATTI.

Come si forma il HMF

Il caramello (contenente HMF), si forma della denaturazione termica dello zucchero.

Lo zucchero bianco, se sottoposto a riscaldamento, fonde, si disidrata e si trasforma in sostanze brunastre “che noi chiamiamo Caramello”.

Per produrre le caramelle ed i Torroni di consistenza vetrosa, si sottopone lo zucchero a riscaldamento; ciò causa la disidratazione parziale di una parte dello zucchero bianco, formando i furfuroli (HMF). Il caramello caldo e liquido, quando viene raffreddato, si trasforma in una massa di consistenza vetrosa, bruna e profumata.

Più il trattamento termico dello zucchero è intenso, e maggiore sarà il grado di denaturazione e imbrunimento dello zucchero, portando alla formazione di HMF.

Il 5 idrossimetil-furfurolo (HMF), si forma anche nel riscaldamento degli alimenti; in piccole tracce è presente nel latte, nel latte in polvere, nel caffè, nei prodotti in scatola sottoposti a pastorizzazione e sterilizzazione, negli alcolici, nel vino invecchiato, etc.

Ora non dobbiamo spaventarci del HMF contenuto nei cibi cotti; quello che dobbiamo fare e limitarci nel consumo di cibi che possono contenente alti livelli di HMF, come il pane tostato, i dolciumi e sopratutto le caramelle e torroni vetrosi e bruni.

Fonte Bibliografica

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Precedente La Vitamina B12: Come si Assimila? Successivo Perché il Reishi è Antidiabetico?

Lascia un commento