Beato chi eredità il Gene della Longevità

Beato chi eredità il Gene della Longevità

Se siete interessati ad un programma antiage per promuovere il rallentamento dell’invecchiamento cellulare, fate richiesta degli antiage, scrivendomi su CONTATTI.

Esistono popolazioni predisposte alla longevità, ed altre meno ..

La longevità sembra dipendere in parte da alcuni geni che si ereditano dai genitori, ed in parte dallo stile di vita e nutrizionale.

Nel mondo esistono piccole comunità di popolazioni che sono più longeve della media della popolazione;

Tra questi citiamo alcune popolazioni dell’entroterra della Sardegna (in Italia), dell’Isola di Creta (in Grecia), dell’isola di Hokinawa (nel Sud del Giappone) e di alcune province della Danimarca.

Cosa hanno in comune queste popolazioni?

Hanno in comune la mutazione alla proteina FOXO3.

FOXO3 è una proteina che quando viene attivata, stimola l’espressione dei geni che rendono longeve e giovanili le persone.

Chi ha la fortuna di aver ereditato la FOXO3 mutata, tende ad avere questa proteina sempre attiva e quindi le cellule producono un maggior numero di enzimi e proteine che favoriscono la longevità e la buona salute.

La FOXO3 mutata, favorisce la longevità anche negli animali..

Per esempio esiste in natura un Polipo di acqua dolce quasi immortale che si chiama Hydra, che ha la caratteristica di avere nelle cellule la FOXO3 sempre attiva, al punto tale di prolungare la vita.

Alcuni esperimenti genetici sul moscerino della frutta Drosophila melanogaster, hanno dimostrato che inserendo il gene mutato della FOXO3 nel corpo grasso di questo insetto, veniva aumentata la longevità!

La stessa cosa è stato dimostrato sui topi di laboratorio! Inserendo il gene mutato della FOXO3 nel tessuto adiposo delle cavie di laboratorio, veniva incrementato la durata della vita.

E chi non ha la fortuna di aver ereditato questa mutazione, come può favorire la longevità?

Tutte le persone normali possiedono una FOXO3 normale; per rendere molto attiva la FOXO3 e prolungare la longevità, bisogna seguire un corretto stile di vita e nutrizionale e ridurre tutto ciò che stimola i fattori di crescita e lo stress.

I fattori di crescita sono quelle sostanze ormonali come l’insulina, estrogeni, IGF-1, amminoacidi ramificati e zuccheri che stimolano le cellule a proliferare.

Abuso calorico, sedentarietà, abuso di cibi carichi di fattori di crescita (come il latte e derivati), e l’eccessivo apporto di proteine e carboidrati, frena l’attività enzimatica della FOXO3, contribuendo a ridurre la longevità.

L’attività fisica aerobica (moderata) e la sana alimentazione, invece contribuiscono ad attivare il gene FOXO3, e promuovere l’espressione genica delle proteine che favoriscono la longevità delle cellule ed il rinnovo delle cellule staminali.

Tra le sostanze e fattori utili a promuovere la longevità, abbiamo:

  • Attività fisica aerobica moderata (non il sollevamento pesi!)
  • Buona Alimentazione
  • Niacina (vitamina B3)
  • Polifenoli, in particolare la Curcumina, il resveratrolo, epigallocatechina del te verde, etc
  • I carotenoidi
  • la riduzione dello stress
  • Oli di Pesce ad alto contenuto in EPA e DHA
  • sostanze fitochimiche presenti nei vegetali, frutta, e verdura.

Se siete interessati ad un programma antiage per promuovere il rallentamento dell’invecchiamento cellulare, fate richiesta degli antiage, scrivendomi su CONTATTI.

Fonte Bibliografica

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.