Il gruppo sanguigno influenza il microbioma

Il gruppo sanguigno influenza il microbioma

Il gruppo sanguigno influenza il microbioma

Per Info sui probiotici –> CONTATTI

Non è solo la dieta ad influire sulla composizione microbica dell’intestino, ma anche il gruppo sanguigno.

La composizione batterica intestinale, è influenzato anche dal gruppo sanguigno dell’individuo; ha confermarlo sono due pubblicazioni scientifiche (PMC3485159 e PMC2673801).

Come fa il gruppo sanguigno ad influenzare la composizione batterica dell’intestino?

Gli stessi oligosaccaridi (zuccheri), che rivestono i globuli rossi, determinando il gruppo sanguigno A, o B, o Zero, sono distribuiti anche in altre cellule e nelle glicoproteine del muco dell’intestino.

L’intestino produce muco, e nel muco ci sono anche gli zuccheri del gruppo sanguigno di appartenenze. Ne consegue che quei zuccheri fungono da nutrimento per batteri selezionando quelli più adatti al gruppo sanguigno dell’ospite.

E’ stato dimostrato che esistono ceppi di fermenti lattici e Bifido batteri che si adattano bene negli intestini di specifici gruppi sanguigni.

L’industria dei fermenti lattici e dei probiotici, in futurò dovrà progettare integratori specifici per determinati gruppi sanguigni, in quanto non tutti i ceppi si adattano agli oligosaccaridi secreti nel muco intestinale.

Importante!

Per essere più precisi, gli esseri umani si dividono in AB0 secretori e AB0 non secretori, a seconda se esprimono o meno l’enzima FUT2 (alfa-(1,2)-fucosiltrasferasi 2 EC2.4.1.344).

Gli individui AB0 secretori, oltre ad esprimere lo zucchero del gruppo sanguigno sul globulo rosso, lo producono anche nei fluidi corporei, come le secrezioni vaginali, intestinali, dei bronchi, del muco nasale, della saliva, lacrime e latte.

Nella popolazione di Europea, l’ 80% degli individui esprime FUT2 e quindi i fluidi corporei contengono gli zuccheri del gruppo sanguigno di appartenenza, esercitando una selezione probiotica nell’intestino, vie aeree, canale vaginale, etc.

Il 20% degli individui che non produce l’enzima FUT2, secerne fluidi extracellulari privi dell’oligosaccaride di appartenenza.

Gli esseri umani AB0 non secretori, presentano comunque l’oligosaccaride del gruppo sanguigno sulla membrana cellulare dei globuli rossi, ma non è presente nei fluidi corporei.

La capacità di inserire gli oligosaccaridi sulla membrana dei globuli rossi ed in altre cellule, è data dall’enzima FUT-1 (EC2.4.1.69), mentre l’enzima che permette la secrezione dell’oligosaccaride nelle secrezioni corporee, è l’enzima FUT-2 (EC2.4.1.344).

Difetto genetico della FUT-2 e Carenza di vitamina B12

L’assenza dell’enzima FUT-2, sembra predisporre anche a carenza di vitamina B12. La vitamina B12, per essere assimilata, richiede la secrezione gastrica del FATTORE INTRINSECO. Il fattore Intrinseco è una glicoproteina che monta su di sé l’oligosaccaride del gruppo sanguigno di appartenenza. L’assenza di FUT-2 impedisce la fabbricazione corretta del Fattore Intrinseco, predisponendo l’individuo a carenza di vitamina B12; Questi soggetti potrebbero aver bisogno di un supplemento esogeno della vitamina B12 associato al fattore intrinseco porcino.

Per essere più precisi, il difetto del fattore intrinseco, dipende dalla mutazione a singolo nucleotide (SNP) del gene FUT2 per il polimorfismo rs601338.

Fonte Bibliografica – Il gruppo sanguigno influenza il microbioma

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.