Il Latte di Cammello Utile Nel Diabete

Per ricevere info sui prodotti naturali che abbassano l’infiammazione e migliorano la glicemia, potete scrivere un messaggio su CONTATTI

Proprietà Antidiabetiche e Antimicrobiche del Latte di Cammello

In questo breve articolo, vi parlo del Latte di Cammello e delle sue proprietà antidiabetiche. Pensate che alcuni scienziati affermano che il Latte di cammello, contiene un mix di peptidi simili all’insulina, in grado di attraversare indenni il tratto gastrointestinale, entrare nel sangue e mimare l’azione dell’insulina. Ciò contribuisce ad abbassare la glicemia e a ridurre il fabbisogno di insulina del 30% nei diabetici di tipo-1.

Il cammello è un ruminante sfruttato per produrre latte.

I cammelli sono il quinto animale più importante per la produzione di Latte. Ai primi posti abbiamo le mucche, le bufale, le capre e le pecore.

La produzione di latte di cammello nel 1961 era di 0,63 milioni di Tonnellate; Nel 2017 è salita a 2,9 milioni di tonnellate.

Nel mondo si contano si contano più di 28 milioni di cammelli, ed il 50% si concentra nell’Africa Orientale (Somalia, Etiopia, Kenya, Eritrea e Sudan).

Il Latte di Cammello è destinato per il consumo fresco o fermentato acido. Questo latte non è adatto per essere trasformato in formaggi e latticini, a causa della caseina povera di fosfati.

Il latte di cammello è conosciuto da secoli per le proprietà medicinali. Questo latte, oltre ad essere nutriente, contiene sostanze speciali:

  • il grasso del latte è ricco di acidi grassi omega-3, omega-6, e acido oleico
  • Contiene proteine antivirali e antibatteriche
  • è molto ricco in vitamina C e sostanze antiossidanti
  • contiene peptidi antidiabetiche
  • rispetto al latte di Mucca è ipoallergenico perché povero di beta-caseina e beta-globuline.

Tra le Proteine antimicrobiche, citiamo i seguenti:

  • Alto contenuto in lisozima, pari a 288 µg/100 ml, contro i 16,32 µg/100 ml del latte di mucca.
  • Ricco di Lattoferrina (220 µg/100 ml contro i 110 µg/100 ml del latte di mucca).
  • Ricco di immunoglobuline G (anticorpi)

Ma la cosa straordinaria di questo latte è che contiene un mix di peptidi antidiabetiche, in grado di attraversare la mucosa intestinale, entrare in circolo e mimare l’azione dell’insulina.

Questi peptidi, come l’insulina, si lega ai recettori, contribuendo ad abbassare la glicemia.

Il Professor Amal BakrShori, scrive in una sua pubblicazione, che il consumo quotidiano di latte di cammello, contribuisce ad abbassare la glicemia nei diabetici di tipo-1 e a ridurre il fabbisogno di insulina del 30%.

Uno studio mostra che il latte crudo di cammello, ha la capacità di ridurre del 55%, il glucosio nel sangue di ratti diabetici.

Conclusioni

Il latte di cammello è un alimento funzionale benefico alla salute dei consumatori. Questo alimento è in commercio da anni, e gode di proprietà medicinali interessanti: antidiabetico, ipoallergenico, antiossidante, antivirale, antinfiammatorio e antidiabetico.

Il latte di cammello può essere inserito nella dieta, per contribuire a prevenire e/o a migliorare il diabete.

Per ricevere info sui prodotti naturali che abbassano l’infiammazione e migliorano la glicemia, potete scrivere un messaggio su CONTATTI

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

Fonte Bibliografica

  1. Camel milk as a potential therapy for controlling diabetes and its complications: A review of in vivo studies – Amal BakrShori https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S102194981500037X
  2. Processing Challenges and Opportunities of Camel Dairy Products – Tesfemariam Berhe, et al., 2017 Oct 3 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5646346

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Precedente Quanti Tipi di Latte, esistono? Successivo Le 5 Intolleranze al latte

Lascia un commento