Il Pasto Ideale

Il Pasto Ideale

Per info sui Pasti sostitutivi, per la perdita peso, chiedete info, su CONTATTI.

Per info sui Pasti sostitutivi, per la perdita peso, chiedete info, su CONTATTI.

Il pasto ideale è quello che ci insegna la tradizione: Abbinare al primo, il secondo.

Il primo piatto è costituito da carboidrati complessi: Pane, pasta, riso, legumi, patate o mais; Il secondo piatto deve essere sempre costituito da una ricca fonte proteica: Carne, pesce, uova, formaggi, noci, semi oleosi, latticini.

Questo abbinamento, carboidrati/proteine, ha una ragione fisiologica importante: Stabilizzare la curva glicemica, farci sentire abbastanza sazi, e favorire la perdita di peso.

Indipendentemente dalle calorie assunte, mangiare un piatto di Pasta, ha un maggior effetto ingrassante, rispetto ad un pasto completo (pasta + pesce o carne).

Perché?

Perché mangiare solo un primo “costituito da pasta o riso”, fa aumentare la glicemia più rapidamente, rispetto ad un pasto completo.

La presenza di proteine, affiancate ai carboidrati, contribuisce a rallentare lo svuotamento gastrico ed a favorire una migliore secrezione di insulina, ciò si traduce nello sviluppo di una curva glicemica più bassa e più ampia nel tempo, contribuendo a mantenerci sazi ed energici per più tempo, e favorire la perdita del grasso superfluo.

Mangiando così, stabilizziamo non solo la glicemia, ma anche l’umore ed il sonno, grazie ad una migliore sintesi di serotonina diurna e melatonina notturna.

L’abitudine di abbinare il primo al secondo, contribuisce a prevenire il diabete e le malattie cardiovascolari, ed è fondamentale per chi fa lavori pesanti o pratica sport.

Abbinare il primo al secondo contribuisce a smorzare l’appetito per più tempo, prevenendo la fame nervosa scatenata dall’ipoglicemia reattiva.

L’abbinamento del primo al secondo, fa parte di molti programmi dietetici. Tra i più famosi, ricordiamo la dieta Mediterranea, la Dieta a Zona “del Biochimico Barry Sears”, e la DietaGift del Medico Italiano Luca Speciani.

Ovviamente è da considerarsi un piatto completo “che funge da 1° e 2°”, quei pasti in cui sono presenti sia i carboidrati che le proteine. Per esempio, la pasta alla matriciana (con uovo), pasta e cozze, legumi con frutti di mare, o una pizza al pomodoro con tanta mozzarelle e/o qualche salume, si può dire che sono completi.

Fa alzare la glicemia e sazia meno, una semplice focaccia al pomodoro, rispetto ad una pizza condita con mozzarella.

Per un effetto incisivo sul mantenimento della forma fisica e benessere, il rapporto carboidrati/proteine, deve essere (secondo dietaGift e Dieta a Zona), di circa 1:1, valutabile ad occhio!

DietaGift a differenza della dieta a Zona, non considera fonti di carboidrati, la frutta e la verdura, che pur contenendone un po’, non influisce sul bilancio generale. Per dietaGift, frutta e verdura, sono fonte di vitamine, acqua, minerali, fibre e fungono da alimento preventivo. DietaGift suggerisce di iniziare i pasti principali, partendo sempre da un frutto o dalla verdura cruda, seguito dal primo e secondo, il tutto in volume 1/3, 1/3 e 1/3.

Il rapporto proteine/carboidrati di circa 1:1, dovrebbe essere mantenuto secondo dietaGift nei tre pasti principali, mentre per la Zona, in tutti i pasti, e la frutta viene considerata come fonte glucidica.

Per info sui Pasti sostitutivi, per la perdita peso, chiedete info, su CONTATTI.

Io trovo più pratico e semplice la dietaGift.

Per Noi Italiani è difficile a colazione, inserire il 1° al 2°. Noi Italiani siamo abituati a saltare la colazione o a farla solo con pochi carboidrati.

DietaGift ci insegna che la colazione deve essere il pasto principale della giornata, e bisogna includere anche le proteine.

Per facilitare la colazione con un rapporto ben bilanciato di Carboidrati e proteine, l’azienda Italiana DNA Solutions, ha formulato i pasti sostitutivi in grado di saziare, stabilizzare la glicemia, ed aiutarci ad attivare il metabolismo, favorendo la perdita di grasso. Per info sui Pasti sostitutivi, per la perdita peso, chiedete info, su CONTATTI.

Riferimenti Bibliografici (Il Pasto Ideale)

Precedente Olio d'Uovo Successivo Le Arachidi da dove vengono?

Lascia un commento