Il Sale Peggiora la Glicemia

Il Sale Peggiora la Glicemia

Sei alla ricerca di prodotti naturali che aiutano a migliorare la glicemia? Fai richiesta delle schede tecniche gratuite dei regolatori di glicemia, scrivendomi su Contatti.

 

Il sale da cucina non è uno zucchero, ma un minerale ricco di sodio privo di calorie. Nonostante il sale da cucina sia privo di energia, è in grado di favorire il sovrappeso, l’iperglicemia e l’ipertensione.

Il sodio contenuto nel sale da cucina, accelera l’assorbimento del glucosio a livello intestinale. Se prendete due panini identici, uno privo di sale e l’altro con il 3% di sale, quello contenente sale sviluppa un indice glicemico più alto.

Il sale presente negli alimenti amidacei e nei dolci aumenta l’indice glicemico dell’alimento.

Chi ha il diabete di tipo 2, oppure è in sovrappeso con il pancione, dovrebbe fare molta attenzione al sale. Il troppo sale accelera l’assorbimento del glucosio, favorendo l’impennata della curva glicemica. Questo non lo dico io, ma lo dicono numerosi lavori scientifici, tra cui quelli del Dottor AW Thorburn e colleghi (vedi riferimento Bibliografico (1).

Quindi cari lettori siete avvisati! Il Miglior modo per farvi crescere la Pancia è quello di mangiare cibi ricchi di amidi e zuccheri associati a tanto sale da cucina: patatine, pizze, focacce, pane con formaggio, pane con salumi e insaccati, ma anche pasti in cui ci sono alimenti zuccherini e cibi salati.

La frutta contiene zuccheri; si dice però che lo zucchero contenuto nella frutta faccia meno danno di quello contenuto in un semplice biscotto o bevanda dolce preparata in casa.

Uno dei motivi dell’innocuità degli zuccheri della frutta sta nel fatto che la frutta è ricca di potassio e magnesio e povera di sodio, e ciò contribuisce a ridurre la velocità di assorbimento intestinale del glucosio nel sangue.

Ma perché il Sodio associato agli amidi aumenta la curva glicemica?

Il motivo è puramente tecnico … Dovete sapere che l’intestino assorbe il glucosio attraverso delle proteine speciali chiamate GLUT-1; le GLUT-1 assorbono il glucosio accoppiato al sodio. Se nel lume intestinale la quantità di sodio è modesta, il glucosio (zucchero) dell’alimento viene assorbito con lentezza, e quindi la curva glicemica sviluppata dopo un pasto tende ad essere più bassa.

Se vi mangiate poi un bel Panino con dentro la bresaola o il salame salatissimo, giunge nell’intestino una valanga di sodio e glucosio assorbito con rapidità, perché il sodio spinge il glucosio ad entrare nel sangue tramite le GLUT-1.

Quindi per prevenire l’ipertensione, l’obesità e la glicemia è utile limitare il consumo di sale da cucina e quindi gli alimenti troppo salati.

I cibi più ricchi di sodio, sono:

  • I salumi
  • I formaggi, specie quelli stagionati
  • molti prodotti da forno (pane, focacce, pizze, taralli, krakers, bisoctti.)

Fonte Bibliografica

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Precedente Alimentazione e Calorie Successivo Sindrome da Lisi Tumorale

Lascia un commento