Il Solfuro di Idrogeno riprogramma il metabolismo cellulare

Il Solfuro di Idrogeno riprogramma il metabolismo cellulare

Il Solfuro di Idrogeno riprogramma il metabolismo cellulare

Una dieta a basso contenuto in metionina, contribuisce a contrastare la crescita tumorale “fenomeno noto come Effetto Hoffman“. I motivi tecnici, sono tanti:

  1. Una dieta a basso contenuto di metionina, riduce i livelli di SAMe, un inibitore allosterico dell’enzima MTHFR. Abbassando i livelli di SAMe, l’enzima MTHFR, si attiva e previene il dirottamento del flusso dei folati verso la biosintesi delle basi azotate (Guanina, Timina).
  2. Una Dieta a basso contenuto di Metionina, riduce i livelli di SAMe, e quindi di SAMe-Decarbossilato, diminuendo la biosintesi delle poliammine spermidina e spermina, coinvolti nella proliferazione cellulare e nella produzione di EIF5A ipusinata, necessaria per sostenere la sintesi proteica delle cellule altamente proliferanti .
  3. Una Dieta a basso contenuto di metionina, riduce la produzione di MTA (Metiltioadenosina), un sottoprodotto del metabolismo delle poliammine, che funge da IMMUNOSOPPRESSORE.

In questo articolo aggiungo un 4° motivo:

Una dieta a basso contenuto in metionina, contribuisce a ridurre la sintesi endogena di Solfuro di Idrogeno (H2S).

L’H2S è un gas prodotto dalle cellule, dal cattivo odore di uova marce, che si diffonde facilmente nei tessuti, ed è liposolubile, ossia si scioglie nei grassi.

L’H2S è utile per la salute, ma in alcune circostanze può favorire il cancro, e c’è il sospetto che possa riprogrammare il metabolismo verso il metabolismo tumorale (effetto WARBURG).

E’ noto che il microambiente tumorale è caratterizzato da acidità e carenza di ossigeno (ipossia). Ipossia, non significa che manca l’ossigeno, ma significa che c’è carenza di ossigeno.

La Microbiologia ci insegna che i microorganismi anaerobi e micro-aerofili, utilizzano il solfuro di idrogeno come fonte di energia per adattarsi agli ambienti poveri di ossigeno.

Tale capacità è conservata anche nelle cellule umane: In condizioni di Ipossia, le cellule per resistere allo stress, producono solfuro di idrogeno, tramite tre enzimi:

  1. CISTATIONINA BETA-SINTASI (EC4.4.1.22)
  2. CISTATIONINA GAMMA-LIASI (EC4.4.1.1)
  3. 3-MERCAPTOPIRUVATO SULFURILTRANSFERASI (EC2.8.1.2)

I primi 2 enzimi si trovano nel citoplasma, mentre il terzo enzima si trova nella matrice mitocondriale. E’ stato comunque dimostrato che in condizioni di ipossia, la Cistationina beta-sintasi e la cistationina gamma liasi, entrano nel mitocondrio per sostenere la produzione di H2S all’inetrno di questo organello.

Il Solfuro di idrogeno (H2S), quando viene prodotto a livello mitocondriale, sembra capace di riprogrammare il metabolismo, favorendo l’effetto WARBURG.

In poche parole, in condizioni di ipossia, la 3-Mercaptopiruvato sulfuriltrasferasi, produce H2S; L’H2S a certe concentrazioni, fa due cose:

  1. Blocca il complesso 4 della catena di trasporto degli elettroni
  2. Viene utilizzato come substrato energetico da un complesso enzimatico di recente scoperta la SQOR, che si trova sulla membrana interna mitocondriale assieme agli altri complessi della catena di trasporto degli elettroni.

La SQOR è chiamata: Solfuro: Chinone Ossidoreduttasi EC1.8.5.8, si trova lungo la catena di trasporto degli elettroni della membrana interna mitocondriale; Questo SQOR è capace di estrarre gli elettroni dal solfuro di idrogeno (H2S), e cederlo al CoQ10, che passandolo al complesso-2 (succinato deidrogenasi), consente di produrre energia e ATP.

Poiché H2S blocca contemporaneamente, il complesso-4, il flusso di elettroni avviene in modo inverso, invertendo anche il ciclo di Krebs: La succinato deidrogenasi, riduce il malato in fumarato ed il fumarato in Succinato, proprio come avviene nei mitocondri dei parassiti “elminti e di alcuni molluchi bivalvi in condizioni di ipossia (carenza di ossigeno). Il succinato è richiesto dalla cellula tumorale anche per produrre il FERRO-EME, la cui biosintesi è descritta nel mio post: Il ferro eme della carne.

Quindi la produzione di H2S a livello mitocondriale, potrebbe essere la causa dell’effetto WARBURG, invertendo il ciclo di Krebs.

L’H2S (solfuro di indrogeno) ha dimostrato anche di:

  1. Aumentare l’assorbimento del glucosio, attraverso l’attivazione delle GLUT
  2. Aumentare l’attività enzimatica della Lattato deidrogenasi-A, l’enzima della cellula tumorale che converte l’acido piruvico in lattao.
  3. Aumentare l’angiogenesi, ossia la formazione di nuovi vasi attorno al tessuto tumorale
  4. attiva l’enzima PARP-1 deputata alla riparazione del DNA
  5. Attiva il ciclo cellulare, favorendo la proliferazione
  6. Stimola le proteine anti-apoptotiche (BAD, BAX, BCL-2 e Esochinasi-2 che finge da tappo del poro mitocondriale VDAC)

Poiché la principale fonte di solfuro è la Metionina dietetica, ed in parte anche la cisteina, una riduzione di questi due amminoacidi nella dieta potrebbe “FORSE” essere valutata per le diete oncologiche.

Ovviamente questa ipotesi necessita di ulteriori conferme e ricerche, tenendo anche conto che la metionina e la cisteina sono vitali per altri aspetti della salute e che il solfuro di idrogeno ha anche degli effetti protettivi cardiovascolari e neurologici.

Fonte bibliografica consultata

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.