Invecchiamento = Ossidazione

Invecchiamento = Ossidazione

Invecchiare significa Ossidarsi, come il ferro che arrugginisce all'umidità dell'aria.
Sei Interessato ai prodotti che proteggono dall’Invecchiamento cellulare? Allora CHIEDI INFO sugli anti-age scrivendo su –> CONTATTI

Invecchiare significa ossidarsi, come il ferro che arrugginisce sotto l’azione dell’umidità dell’aria.

L’ossigeno che colpisce i materiali ferrosi, provoca la ruggine; quella patina rosso-marrone è ossido di ferro, ossia ferro ossidato. L’ossigeno che colpisce il rame, forma una patina verdastra; quella patina verde-azzurra è ossido di rame, ossia rame ossidato. L’ossigeno che colpisce le posate di argento, forma una patina scura di ossido di argento.L’unico metallo che non invecchia sotto l’azione dell’aria è l’oro. L’oro non si ossida, e gli oggetti di oro, rimangono eterni!

Anche i componenti organici delle nostre cellule si ossidano!

L’ossigeno è qualcosa di pericoloso per gli esseri viventi: Ci consente di vivere, ma se i sistemi enzimatici non funzionano bene, ci porta a rapido invecchiamento e morte.

L’ossigeno respirato, genera pericolosi radicali liberi.

La quantità di radicali liberi prodotti dalle nostre cellule, aumentano quando ci sono difetti o carenze vitaminiche, che non consentono il buon funzionamento dei mitocondri.

Quando c’e una carenza o difetto, all’interno dei mitocondri, si verificano pericolose ossidazioni a carico dei lipidi delle membrane dei mitocondri.

Il primo componente a subire il danno ossidativo, è la cardiolipina contenuta nella membrana interna dei mitocondri. Una volta che si è ossidata la cardiolipina, i 4 complessi della catena di trasporto degli elettroni si allontanano tra loro, incrementando la dispersione di elettroni, aumentando i livelli di radicali liberi, che scassano le parti vitali delle cellule.

Sei Interessato ai prodotti che proteggono dall’Invecchiamento cellulare? Allora CHIEDI INFO sugli anti-age scrivendo su –> CONTATTI

L’invecchiamento possiamo riassumerlo come: Una graduale ossidazione dei componenti cellula, dovuti ai seguenti fattori:

  • Carenze di vitamine e minerali che creano corto circuiti all’interno della membrana mitocondriale; i corto circuiti, generano dispersione di elettroni lungo la catena di trasporto di elettroni, con formazione di pericolosi radicali liberi
  • Carenza di enzimi antiossidanti, che proteggono i componenti cellulari e mitocondriali, dai radicali liberi. Anche in questo caso, le vitamine e minerali della dieta, occupano un posto di primo piano per proteggerci dall’invecchiamento.
  • Perdita della capacità di formare nuova cardiolipina e/o di rimodellarla, all’interno dei mitocondri
  • Diete ricche di calorie e sedentarietà
  • Diete povere di calorie ed eccesso di attività fisica
  • Diete ricche di cibi spazzatura: grassi idrogenati, grassi rancidi, oli di frittura, oli raffinati, margarine, insaccati, formaggi, zuccheri ed amidi iperglicemici, additivi alimentari, metalli pesanti ed inquinanti ambientali
  • abuso di abitudini sbagliate: droga, alcol, fumo, veglie notturne, vita sregolata, etc.
  • Infezioni e infiammazioni ricorrenti.

Sei Interessato ai prodotti che proteggono dall’Invecchiamento cellulare? Allora CHIEDI INFO sugli anti-age scrivendo su–> CONTATTI

Rallentare l’invecchiamento, significa proteggere l’organismo dall’ossidazione, e Madre Natura ci mette a disposizione le sostanze naturali per proteggerci.

Un cervello che invecchia, è un cervello ossidato! Un fegato cirrotico, è un fegato ossidato! I vasi sanguigni induriti dalle calcificazioni, hanno un endotelio che ha subito pesanti ossidazioni nel tempo. L’ossigeno è Vita, ma bisogna imparare ad utilizzarlo bene, proteggendoci dai suoi effetti collaterali che conduce all’ossidazione della materia organica.

Sei Interessato ai prodotti che proteggono dall’Invecchiamento cellulare? Allora CHIEDI INFO sugli anti-age scrivendo su–> CONTATTI

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

Fonte Bibliografica (Invecchiamento = Ossidazione)

Frase chiave Invecchiamento = Ossidazione

Precedente Vitamina D e Ipertensione Successivo Le Tre Vitamine Contro le Infezioni

7 commenti su “Invecchiamento = Ossidazione

  1. Franco il said:

    Ulteriori info
    Invecchiamento significa ossidazione cellulare
    L’Invecchiamento è un processo lento di ossidazione; La materia vivente è fatta do grassi, proteine, glucidi e acidi nucleici, ed è soggetta ad una progressiva ossidazione, dovuta ai radicali liberi prodotti durante la respirazione cellulare ed i processi infiammatori.
    La respirazione avviene all’interno dei mitocondri, che sono organelli presenti nelle cellule. In ogni cellula possono esserci fino a 2000 – 5000 mitocondri. Una persona media di 70 Kg, possiede circa 6 Kg di Mitocondri.
    I tessuti più attivi nel consumare ossigeno e produrre energia (ATP), sono anche quelli più richi di Mitocondri.
    I mitocondri ci permettono di respirare e vivere, sfruttando l’ossigeno, per trasformare grassi e zuccheri in energia e calore. Durante questo processo, possono formarsi pericolosi radicali liberi, che ossidano i fosfolipidi di membrana dei mitocondri. Il fosfolipide maggiormente danneggiato è la Cardiolipina presente dentro la membrana mitocondriale interna.
    La cardiolipina sana, permette la formazione delle creste mitocondriali, ravvicinando i 4 complessi della respirazione cellulare tra loro; in questo modo il flusso di elettroni avviene correttamente, senza dispersione. Quando la cardiolipina si ossida, oppure si creano piccole interferenze lungo la catena di trasporto degli elettroni, gli elettroni si disperono, andando a formare pericolosissimi radicali liberi che ossidano la cardiolipina; la cardiolipina ossidata, provoca la perdita delle creste mitocondriali, ed i 4 complessi della respirazione tendono ad allontanarsi, compromettendo la respirazione.
    Fortunatamente in un individuo giovane, ci sono sistemi di difesa antiossidante che proteggono la materia organica cellulare dalle ossidazioni; inoltre ci sono sistemi enzimatici che riparano i danni, sostituendo le proteine e i fosfolipidi ossidati, con sostanze nuove.
    Nella vecchiaia, si assiste ad un graduale invecchiamento per i seguenti motivi:
    Riduzione della capacità di sostuire i grassi e le proteine ossidate con del materiale nuovo; per esempio si riduce la sintesi della cardiolipina e/o il suo rimodellamento, perchéé viene meno l’espressione genica della Cardiolipina sintasi e della Tafazzina (enzima che ripara la cardiolipina ossidata).
    Riduzione dei sistemi enzimatici di difesa antiossiante, come la catalasi, la superossido dismutasi, la glutatione perossidasi, la tireodossina, la glutatione reduttasi, l’eme-ossidasi (HO-1), etc.
    Un modo per rallentare l’invecchiamento e sforzarsi di migliorare la funzionalità mitocondriale, attraverso la protezione della Cardiolipina dallo stress ossidativo. Quanto più la cardiolipina è sana ed abbondante nei mitocondri, tanto più la respirazione è efficiente e le cellule si mantengono giovani e vitali.
    Fonte Bibliografica
    Invecchiamento = Ossidazione https://liborioquinto.altervista.org/invecchiamento-ossidazione

  2. giovanni il said:

    La cardiolipina viene sintetizzata dal fosfatidilglicerolo mediante cardiolipina sintasi sulla faccia interna dell’IMM, seguita da una reazione di transacilazione per raggiungere le desiderabili catene laterali aciliche.
    Le catene aciliche possono variare ma sono prevalentemente costituite da acido linoleico (18: 2) nel cuore. A differenza di altri fosfolipidi, la cardiolipina è un dimero lipidico con due gruppi di testa fosfato e quattro catene laterali aciliche, che gli conferiscono una struttura conica

  3. Barbarella il said:

    DietaGift Risveglia i Mitocondri, aiutando ad essere più caldi e vivaci
    Il Modo peggiore di trattare i vostri mitocondri, è quello di saltare i carboidrati, saltare la colazione e mangiare poco. Lo scarso apporto di energia e carboidrati nella dieta, addormenta i mitocondri, e di conseguenza diminuisce il livello di energia, vivacità e sensazione di calore.
    Chi mangia poco,sperimenta anche problemi legati alla carenza di vitamina A, perché si riduce la possibilità di scindere il beta-carotene in retinolo. La carenza di vitamina A rende gli epiteli e la pelle fragili e permeabili ai virus e batteri, predisponendo il sggetto ad infezioni ricorrenti (raffreddore, influenza).
    La dietaGift Normocalorica e Normoglucidica, stimola la tiroidei a secernere T3, il quale trasforma i mitocondri cellulari in Fornaci bruciagrasso. I mitocondri sotto l’azione degli ormoni tiroidei, formano molta cardiolipina e CoQ10, che rende la membrana interna mitocondriale piena di creste mitocondriali e respirosomi, consentendo una iù efficace produzione di energia. Sempre gli ormoni Tiroidei, esprimono le proteine disaccoppianti UCP1, che permenttono ai mitocondri di produrre tanto Calore e rendere caldo il soggetto che si Nutre Gift.

    Fonte Bibliografica
    Guida Pratica alla DietaGift e all’alimentazione di Segnale – di Luca Speciani – Tecniche Nuove Editore https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__guida-pratica-dietagift-alimentazione-segnale-speciani.php?pn=5335

  4. Barbarella il said:

    Difetti di Cardiolipina Nei Mitocondri dei Tumori
    La Cardiolipina è un fosoflipide localizzato all’interno dei mitocondri; precisamente si trova nella membrana interna dei mitocondri, e favorisce la formazione delle creste mitocondriali, dove si localizzano i 4 complessi della catena di trasporto degli elettroni.
    Il Biochimico Tedesco Otto Warburg, scoprì che i tumori si formano per colpa di un difetto della respirazione mitocondriale a livello della catena di trasporto degli elettroni “localizzata nelle creste mitocondriali”.
    Le carenze di cardiolipina e/o la sua ossidazione da parte dei radicali liberi, alterano le creste mitocondriali riducendo la respirazione mitocondriale.
    Nei mitocondri di molti tumori, infatti si è scoperto che la cardiolipina è carente o ossidata, e che gli enzimi che la rigenerano o riparano non funzionano.
    Quindi una delle teorie alla base della genesi dei tumori, potrebbe essere lo stress ossidativo, che alterando la cardiolipina, riduce il flusso di elettroni, provocando l’effetto warburg tipico dei tumori

    Fonte Bibliografica e letture consigliate
    Cardiolipin and electron transport chain abnormalities in mouse brain tumor mitochondria: lipidomic evidence supporting the Warburg theory of cancer*
    La scelta antitumore, di Giuseppe Di Bella (Libro ricco di informazioni) https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__scelta-antitumore-di-bella-libro.php?pn=5335

  5. Dottor Liborio Quinto il said:

    L’Intolleranza all’Esercizio Fisico dipende in parte dalla efficienza mitocondriale.
    Aumentare le creste mitocondriali, è un modo per diventare Tolleranti all’esercizio fisico. L’aumento delle creste mitocondriali, è possibile ottenerli con una integrazione di omega-3 coadiuvati da una serie di vitamine e oligoelementi per mantenere efficiente la catena di trasporto degli elettroni, localizzati nelle introflessioni negative delle creste mitocondriali. I 4 complessi sono ben ravvicinati, quanto più creste ci sono, I 4 complessi della catena di trasporto degli elettroni, prende il nome di Respirosoma, ed un ruolo importante ce l’hanno gli omega-3 e l’acido linoleico, che aiutano a formare una cardiolipina di membrana interna mitocondriale che ripiega fortemente le creste, ravvicinando al max i rspirosomi.I 4 complessi del respirosoma, quanto più vicini sono, tanto meglio ed efficiente trasportano gli elettroni, minimizzando lo stress ossidativo, e potensiando la capacità aerobica delle cellule.

  6. Dottor Liborio Quinto il said:

    Una Lezione del Ciclo Q: Difetti del ciclo-Q possono causare Intolleranza all’esercizio fisico
    Il Coenzima Q10 è una molecola essenziale per la vita e la respirazione mitocondriale, Svolge la funzione di passaggio degli elettroni dal complesso 1, shutle del glicrolo fosfato e della succinato deidrogenasi, per passarli al complesso-3. Il complesso-3 è costituito da 11 subunità proteiche, di cui i più importanti per il ciclo Q, sono il citocromo-B, I centri ferro-Zolfo e il citocromo-C1.
    La carenza di CoQ10, o i difetti della cardiolipina in cui sono immersi i complessi, oppure carenze di vitamine e minerali o difetti delle 11 subunità del complesso-3, può creare intoleranza all’esercizio fisico

    Fonte Video
    Il Ciclo Q ed il complesso 3 https://www.youtube.com/watch?v=5c9YycT6tBY

Lascia un commento