La Bilancia dello Stress Ossidativo

La bilancia dello stress ossidativo
Vuoi Ricevere Info sugli antiossidanti e antinfiammatori naturali?
Se si, mandami un messaggio su –> CONTATTI

Nell’Organismo esistono due forze opposte: L’Infiammazione e L’antinfiammazione.

Ingenuamente si crede che uno rappresenta il male e l’altro il Bene.

Chi pensa così, non ha capito nulla di biochimica dell’infiammazione.

Queste due forze servono a garantire la salute ed il benessere dell’individuo.

Queste due forze, devono stare in equilibrio; Troppa antinfiammazione fa male come troppa infiammazione.

Vediamo di capire il perché!

Entrambe le forze, possono stimolare lo stress ossidativo: Se c’è troppa infiammazione, si producono troppi radicali liberi, e si invecchia; Se ce troppo poca Infiammazione, si produce lo stesso, tanti radicali liberi, favorendo l’invecchiamento.

In entrambi i casi, i mitocondri accelerano la produzione di radicali liberi.

I radicali liberi attivano il fattore nucleare della respirazione “NRF-2”, il quale migra nel nucleo, si posa si una regione del DNA “chiamato ARE” (ovvero Elemento di risposta Antiossidante), ed induce l’espressione genica degli enzimi dello scudo antiossidante, portando il sistema in equilibrio.

Strano il Concetto? …. Non è affatto strano!

Se ce infiammazione, la respirazione mitocondriale rallenta, ed aumenta la produzione di radicali liberi;

Se invece ci sono molti segnali antinfiammatori nelle cellule, si attiva SIRT, incrementando il numero e volume di mitocondri ben funzionali; In questo caso, anche se i singoli mitocondri producono pochissimi radicali liberi, il loro numero maggiore, provoca comunque un aumento dello stress ossidativo.

Quindi in entrambe le situazioni estreme (infiammazione e antinfiammazione), si verifica un incremento di radicali liberi, accelerando l’invecchiamento.

Attenzione! Niente Paura.. Ora viene il Bello!

A Mantenere in equilibrio il sistema, ci pensa una terza forza: Lo scudo Antiossidante prodotto da NRF-2.

NRF.2 viene attivato dai radicali liberi prodotti sia dalle forze antinfiammatorie che proinfiammatorie; quando ciò accade, viene espresso lo scudo antiossidante, che neutralizza i radicali liberi, portando le due forze estreme in equilibrio (in Medicina si dice Omeostasi).

NRF-2, si può dire che è l’arbitro biochimico delle forze del male e del bene.

Conoscere le basi della Biochimica, ci aiuta meglio a comprendere come funzionano gli ingranaggi della vita; Madre Natura ci ha costruiti in modo tale da mantenere tutti i meccanismi vitali in equilibrio; se si pende verso una direzione, o l’altra, ci sarà sempre un meccanismo che lo riporterà in equilibrio; Quando però questo equilibrio, si rompe, e pende verso una direzione, subentra la malattia cronica.

Chi studia le Scienze della vita, molto spesso si trova confuso, perché è difficile tenere conto di tutti i sistemi dinamici “a feed-bek negativi”, che regolano la vita delle cellule.

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

DESCLAIMER: Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Precedente Cannucce Vegetali Biodegradabili Successivo Mercurio Intossica il Cervello

Lascia un commento