La Formaldeide: il killer silenzioso di alcune Abitazioni e Cosmetici

Se siete intetessati a informazioni sui prodotti naturali che aiutano a detossificare, fate richiesta scrivendomi su contatti

L'esposizione cronica alla formaldeide è molto dannosa, perché può favorire le seguenti patologie: cancro, leucemie, mielomi, asma, rinite allergica, tosse, dermatiti da contatto, nausea, etc.

Se c è qualcosa in alcune case che mi spaventa, questa sicuramente è la FORMALDEIDE.

La formaldeide è una delle sostanze chimiche più diffuse nelle abitazioni e nei materiali che tutti i giorni utilizziamo; La formaldeide è una sostanza antimicrobica utilizzata per produrre colle, alcuni mobili di compensato, materiale in legno trattato, carta da parati, materiali edili, disinfettanti ed addirittura la potete trovare tra gli ingredienti di cosmetici di scarsa qualità.

Vestiti prodotti “con tinture non consentite”, possono contenere tracce di formaldeide.

Anche certi conservanti alimentari possono decomporsi e rilasciare formaldeide nell’alimento.

La formaldeide è un liquido trasparente molto volatile dal caratteristico odore pungente ed irritante.

L’esposizione cronica alla formaldeide è molto dannosa, perché può favorire le seguenti patologie: cancro, leucemie, mielomi, asma, rinite allergica, tosse, dermatiti da contatto, nausea, etc.

La formaldeide è considerata una sostanza “cancerogena”, in quanto esponendo le cavie di laboratorio a contatto con la sostanza induce vari tipi di cancro.

Anche molti batteri che vivono nel nostro intestino producono piccole quantità di formaldeide che poi va nel sangue ed irrita i tessuti. In genere a produrre acido formico e formaldeide, sono i batteri cattivi; Le persone che seguono una dieta ricca di cibi spazzatura, alterano la flora batterica intestinale favorendo la comparsa di batteri cattivi come le Sarcine che producono acido formico. Importante quindi sforzarsi di migliorare la flora intestinale vuoi con una dieta ricca di fibre vegetali, frutta e verdura, vuoi con l’uso di probiotici e prebiotici.

Un altra fonte di esposizione alla formaldeide sono alcune bevande alcoliche, in particolare il vino rosso. Nel vino rosso, a causa del processo di macerazione delle bucce nel mosto, vengono rilasciate piccole quantità di Metanolo (da non confondere con l’etanolo o alcool etilico). Il metanolo viene rilasciato dalle pectine della buccia durante la macerazione attraverso le pectin-metilesterasi. Il metanolo quindi si trova in piccole quantità assieme all’alcol etilico nel vino; il metanolo entrando nell’organismo viene trasformato dal fegato in FORMALDEIDE, irritando vasi e tessuti.

Il vino rosso che può formare più metanolo di altri è quello prodotto dall’Uva fragola; Poiché il metanolo nell’organismo si trasforma in Formaldeide, la Legge Vieta l’uso dell’Uva fragola per produrre i Vini Rossi.

Quando ci fu Nel Nord Italia lo scandalo del vino al metanolo, molti consumatori di vino morirono per colpa della formaldeide formatasi nel loro sangue. Chi scampava alla morte, ha rischiato comunque di rimanere cieco.

Ma perché è così dannosa la formaldeide? cosa fa di tanto particolare?

Praticamente la formaldeide reagisce con i gruppi tiolici della metionina, formando Formil -metionina.

Come ben sanno i biologi, tecnologi alimentari, Farmacisti e medici che si occupano di microbiologia, le proteine batteriche terminano tutte con una formil-metionina, mentre quelle umane no.

Poiché la formaldeide si lega alla metionina delle proteine umane, scatena una potente reazione immunitaria e infiammatoria, lungo i vasi e negli organi. L’infiammazione da formaldeide poi si traduce in asma, dermatiti, arteriosclerosi, tosse, rinite allergica ed in certi casi anche a malattie ben più gravi come i tumori (in particolare mielomi e leucemie).

Che fare per proteggerci dalla formaldeide?

Alcune delle regole comuni sono le seguenti:

  1. Arieggiare il più possibile le abitazioni
  2. evitare prodotti di edilizia e mobili contenenti formaldeide
  3. evitare disinfettanti a base di formalina
  4. controllare le etichette dei cosmetici, limitando l’uso di quelli contenenti formalina e/o formaldeide
  5. vivere il più tempo possibile all’aria aperta
  6. limitare il consumo di alcolici e Vino rosso
  7. Non azzardatevi a fare il Vino Rosso usando l’Uva Fragola (vietato per legge)
  8. Non azzardatevi a fare da soli la Grappa, perchè se non eliminate i vapori di testa, la grappa rischia di contenere importanti quantità di metanolo che a differenza dell’etanolo, si trasforma in formaldeide
  9. Curare la flora batterica intestinale seguendo un corretto stile alimentare
  10. assumere alimenti (crucifere, aglio, etc) /e integratori alimentari contenenti vitamina C, zinco, selenio, ed altri minerali che aiutano la detossificazione.
  11. Evitare i cibi con troppi conservanti.

Fonte Bibliografica

http://www.cancer.org/cancer/cancercauses/othercarcinogens/intheworkplace/formaldehyde

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

3 Risposte a “La Formaldeide: il killer silenzioso di alcune Abitazioni e Cosmetici”

  1. tiger) Siamo circondati di formaldeide: la formaldeide e tossica per il nostro sistema immunitario; la formaldeide fa una cosa bruttissima! si lega alla metionina formando Formil-metionina identica a quelle delle proteine batteriche, e il sistema immunitario Impazzisce agredendo le proteine dell’organismo che si son combinate con la formaldeide .. 😀

  2. Its like you learn my mind! You seem to know a lot approximately this, such as you wrote tthe guide in it or something.
    I think that you just can do with some p.c. to pressure the message
    house a little bit, howeve other than that, that is magnificent blog.
    A great read. I will certainly be back.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.