La Glicolisi

La Glicolisi

La Glicolisi

La glicolisi è la trasformazione del glucosio in energia, quindi è un processo catabolico a tutti gli effetti.

La glicolisi può avvenire in presenza di ossigeno, ed in assenza di ossigeno.

Quando la cellula dispone di ossigeno, il glucosio viene ossidato completamente in anidride carbonica + acqua + 34 molecole di ATP.

L’ATP è l’energia che serve alla cellula per sopravvivere.

Quando nella cellula c’è carenza di ossigeno, la glicolisi trasformerà il glucosio in acido lattico + 4 molecole di ATP.

Durante l’attività fisica aerobica, i muscoli bruciano il glucosio, formando acqua, anidride carbonica + 34 molecole di ATP. Se aumentiamo l’intensità dell’attività fisica al punto che ci viene “fame d’aria”, i muscoli non avendo abbastanza ossigeno, trasformerano il glucosio in acido lattico + 4 molecole di ATP. L’acido lattico accumulandosi rapidamente nei tessuti provocheranno bruciori muscolari.

La Glicolisi funziona anche in modo anabolico: Per esempio per riconvertire l’acido lattico e gli intermedi del ciclo di Krebs in glucosio.

Ma può anche servire per deviare gli intermedi della glicolisi verso la via dei pentosio fosfato e della via della serina, formando i precursori per la costruzione di nuove cellule. Nelle cellule tumorali ed in quelle normali proliferanti, la glicolisi è orientata prinicipalmente per formare materiale di costruzione cellulare.

Pare strano, ma nelle cellule proliferanti e tumorali, l’ultimo enzima della glicolisi (la Piruvato Kinasi) è poco attiva, mentre tutti gli altri enzimi della glicolisi sono sovraespressi. Ciò causa il dirottamento della glicolisi verso due vie:

  1. la via dei pentosio fosfato, che serve a produrre NADPH per la sintesi degli acidi grassi, e ribosio-5 fofato per la produzione dei nucleotidi del DNA ed RNA
  2. La produzione della serina a partire dal glicerato-3 fosfato; la serina è un amminoacido essenziale per stimolare la formazione di basi azotate per il DNA, in quanto serve al ciclo dei folati per produrre le basi azotate.

Quindi nella glicolisi, l’ultimo enzima “la piruvato chinasi”, decide se orientare la cellula verso la proliferazione cellulare o verso differenziazione cellulare.

Se la piruvato Chinasi è attiva, la glicolisi avrà solo una funzione catabolica; se la piruvato chinasi è disattiva, la glicolisi sarà dirottata verso la proliferazione cellulare. Nei tumori la glicolisi si trova in quest’ultima posizione, con la piruvato chinasi poco attiva.

Una curiosità sugli enzimi della glicolisi.

Gli enzimi della glicolisi sono 10; questi enzimi non sono sparsi a casaccio nel citoplasma della cellula, ma sono legati tra loro, formando il complesso glicolitico.

Più gli enzimi sono ben attaccati e posizionati all’interno di questo complesso multienzimatico, è più efficiente è la glicolisi. Questa struttura può modificarsi in base ai segnali ormonali. nutrizionali e di stress ossidativo che avviene nella cellula.

Dottor Liborio Quinto

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.