La Terapia della Luce/Buio

La Terapia della Luce/Buio

La luce è percepita dai fotorecettori degli occhi e della pelle; I fotorecettori si chiamano Opsine, e per funzionare necessitano di vitamina A. Se siete interessati ad un buon prodotto di vitamina A, D ed E, fate richiesta su –> CONTATTI

La terapia della Luce/Buio, chiamata cromoterapia, non è una fantascienza, ma è realtà. Il metabolismo umano viene modulato in funzione delle ore di luce e buio percepita dai nostri occhi e dai fotorecettori distribuiti sulla cute.

In base all’alternanza luce/buio, vengono modulati i seguenti fattori:

  1. Sonno/veglia
  2. Secrezione di ormoni
  3. regolazione del metabolismo
  4. Modulazione del sistema immunitario
  5. rigenerazione, crescita e proliferazione cellulare
  6. riproduzione
  7. vitalità ed efficienza fisica e mentale
  8. etc.

Noi viviamo in funzione dell’alternanza delle ore di luce/buio e della composizione dello spettro che compone la luce bianca: Lilla, Blu, verde, giallo, rosso.

In base alle ore di luce ed al tipo di colore che percepiscono i fotorecetori dell’occhio e della pelle, il metabolismo viene riprogrammato. Questa programmazione prende il nome di ciclo circardiano.

L’intero sistema metabolico si muove in funzione della luce percepita, e quindi è importantissimo curare lo stile di vita “alla luce”.

Bisogna vivere di giorno e dormire la notte. É sbagliato vivere costantemente al chiuso di giorno ed esporsi fino a notte fonda alla luce bianca e blu di giorno.

Dentro il cervello, abbiamo un orologio interno, che percepisce le variazioni della luce nell’arco della giornata e delle stagioni, e modula il sistema endocrino ed immunitario.

Quindi una errata esposizione alla luce ed al buio, può nel tempo favorire disturbi endocrini, metabolici e immunitari, con conseguente perdita della salute.

Un errata esposizione alla luce, provoca disturbi dell’orologio interno, con conseguente alterazione del metabolismo.

Non abbiamo solo bisogno della luce e del buio, ma anche dei vari colori che caratterizzano la giornata ed i paesaggi: Il Rosso dell’alba e del tramonto, l’azzurro intenso del giorno, il verde dei prati e boschi, il giallo del pomeriggio, il blu cupo del tardo pomeriggio e il buio della notte.

Persino la luce bianca della Luna, influisce sul metabolismo.

Con la luce/buio ed i vari colori, oggi è possibile curare diversi disturbi:

  1. la luce azzurra diurna, associata al buio notturno, può contrastare la depressione, l’ansia e stimolare la neurogenesi
  2. può essere utilizzata per curare l’ittero neonatale
  3. Sembra sia utile per curare l’insonnia e le malattie del cervello, come il Parkinson.
  4. Può essere utilizzata per massimizzare la secrezione di melatonina nelle ore notturne.
  5. la luce blu dei computer e cellulari di notte, sopprime la secrezione di melatonina, e può alterare il benessere, il sonno e accelerare l’invecchiamento.
  6. La luce rossa è rilassante e stimola la respirazione mitocondriale a livello della citocromo-c ossidasi
  7. la luce rossa favorisce anhe il rilascio di ossido nitrico non mediato dall’enzima eNOS, con effetti protettivi dal punto di vista cardiovascolare
  8. Il colore verde è rilassante, perché l’uomo è nato per vivere in mezzo alla natura, e non di certo negli ambienti urbani.

La luce è percepita dai fotorecettori degli occhi e della pelle; I fotorecettori si chiamano Opsine, e per funzionare necessitano di vitamina A. Se siete interessati ad un buon prodotto di vitamina A, D ed E, fate richiesta su –> CONTATTI

Importante!

La luce è percepita dagli organi di senso, che si avvalgono di “sensori della luce”. Questi sensori sono distribuiti nella retina, nel cervello, sulla pelle, e comunicano all’organismo la presenza di luce e i colori che lo caratterizzano.

I sensori della luce prendono il nome di opsine e sono delle proteine sensibili alla luce che funzionano in presenza di vitamina A.

Per far funzionare al meglio questi sensori, oltre ad un corretto stile di vita all’esposizione alla luce/buio, è importante la vitamina A, che aiuta l’organismo a percepire la luce ed a regolare l’orologio biologico interno dell’organismo.

La luce è percepita dai fotorecettori degli occhi e della pelle; I fotorecettori si chiamano Opsine, e per funzionare necessitano di vitamina A. Se siete interessati ad un buon prodotto di vitamina A, D ed E, fate richiesta su –> CONTATTI

Fonte Bibliografica (La Terapia della Luce/Buio)

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.