L’aglio favorisce il sonno?

L'aglio favorisce il sonno?
Molte testiimonianze suggeriscono che piccolissime porzioni di aglio consumate la sera, aiutano a migliorare la qualità del sonno; In quetso articolo cerco di elencare le sostanze dell’aglio che possono favorire il sonno.

L’aglio favorisce il sonno?

Serve un prodotto per il sonno? CONTATTI

Da semplice consumatore, ho notato che mangiando un piccolo spicchio di aglio prima di andare a dormire, mi aiuta a dormire. Quando mangio l’aglio, la qualità del sonno migliora, e tendo ad urinare meno la notte. Al risveglio mi sento più riposato e pieno di energia, anche se l’alito puzza di aglio.

Ho provato a fare delle ricerche in inglese su GOOGLE, su aglio e sonno (Garlic and sleep), ed ho trovato molte testimonianze di persone che come me hanno riscontrato un miglioramento della qualità del sonno quando consumano un piccolo spicchio d’aglio.

Il motivo biochimico del perché l’aglio favorisce il sonno, però non si sa!

Facendo delle ricerche più approfondite, ho scoperto che l’aglio contiene delle sostanze che favoriscono il sonno; Tra queste sostanze, cito L’OLEAMIDE (o SLEEPAMIDE), LA MELATONINA, L’ERGOTIONEINA e dei polifenoli che possono inibire la degradazione della MELATONINA e dell’ OLEAMIDE, mediati rispettivamente dagli enzimi DAO e FAAH.

L’OLEAMIDE è un endocannabinoide che si forma normalmente nel liquido cerebrospinale man mano che le ore di veglia aumentano, e ci induce sonnolenza. Più tardiamo ad andare a dormire, e più si accumula questo endocannabinoide che ci costringe ad addormentarci. Per questo motivo L’OLEAMIDE prende anche il nome di ENDOCANNABINOIDE DEL SONNO, e gli anglosassoni lo chiamano SLEEPAMIDE. I cinesi e gli Americani lo usano come integratore alimentare per favorire il sonno; in Italia ed in Europa questa sostanza probabilmente non è ammessa.

L’Aglio contiene tracce di questa sostanza e quindi potrebbe essere responsabile del miglioramento della qualità del sonno.

L’OLEAMMIDE altro non è che acido oleico legato all’etanolammina. Quindi per favorire il sonno, un po’ di pane (o frisella), con olio di oliva (ricco di acido oleico) e qualche spicchio crudo tagliuzzato a fettine di aglio e del pomodoro schiacciato, può contribuire ad apportare OLEAMMIDE per favorire il sonno.

Altri composti dell’aglio che possono favorire il sonno, sono la MELATONINA e L’ERGOTIONEINA; queste due sostanze proteggono i mitocondri dallo stress ossidativo, e forse proprio per questo motivo che riescono a migliorare la qualità del sonno, aiutando a spegnere lo stress ossidativo nei mitocondri.

Infine alcuni polifenoli possono rallentare l’attività enzimatica delle DAO e del FAAH, che sono gli enzimi responsabili della degradazione cerebrale della MELATONINA e DELL’OLEAMMIDE. I polifenoli dell’aglio, inibendo quetsi enzimi, mantengono per più tempo i livelli di melatonina e oleammide nell’organismo, prolungando il sonno ristoratore.

NB! presenza di qualche link di affiliazione IconA

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.