Lampascione: il Bulbo della Salute

Per info sui prodotti dietetici naturali, chiedi le schede tecniche dei dimagranti, scrivendo su CONTATTI

I Lampascioni sono i Bulbi della Leopolda comosa, e fanno parte della dieta Mediterranea, attualmente molto apprezzati dal Lucani, Pugliesi e Calabresi. La forma è quella tipica di una cipolla, ma il sapore è amaro. Quesi Bulbi hanno proprietà antiossidanti, anti-obesità, ipoglicemizzanti e  pare che contribuiscono a prevenire alcune tumori dipendenti dagli estrogeni.
I Lampascioni sono i Bulbi della Leopolda comosa, e fanno parte della dieta Mediterranea, attualmente molto apprezzati dal Lucani, Pugliesi e Calabresi. La forma è quella tipica di una cipolla, ma il sapore è amaro. Quesi Bulbi hanno proprietà antiossidanti, anti-obesità, ipoglicemizzanti e pare che contribuiscono a prevenire alcune tumori dipendenti dagli estrogeni. Per Info sui prodotti dimagranti, scrivetemi su-> CONTATTI

In Puglia, Basilicata e Calabria, si utilizza molto il lampascione. Il lampascione è il Bulbo della pianta Leopolda comosa.

La leopolda comosa è una piccola pianta dai fiorellini blu, che sviluppa in profondità un piccolo bulbo rossiccio, che assomiglia molto ad una piccola cipolla.

Il lampascione appartiene alla stessa famiglia dell’aglio, della cipolla e dell’asparago, e come talI, è ricco di sostanze antinfiammatorie.

Gli alimenti più ricchi in sostanze antiossidanti, sono anche quelle più amare; ed il Lampascione è amaro! Ma è un amaro che piace e fa tanto bene all’organismo.

In Puglia e Basilicata, il lampascione cresce spontaneo nei campi incolti. I cinghiali ne vanno ghiotti! Anche i Lucani e Pugliesi impazziscono dinanzi un piatto di lampascioni!

Per estrarre il bulbo dalla pianta, bisogna scavare!

Una volta individuata la Pianta, con una zappetta, bisogna scavare diverse decine di centimetri di terreno, per estrarre il prezioso Bulbo.

Non è facile estrarlo, perché spesso il terreno è duro/argilloso. I Cinghiali che ne sono pure ghiotti, scavano con il loro “grugno” (muso), per mangiare il prezioso bulbo nutriente e medicinale.

Pugliesi e Lucani, consumano i lampascioni preparando gustose zuppette di pomodoro, oppure bollite e condite con olio ed aceto, o fritte con uovo. I Calabresi, invece sono i maestri nel preparare Lampascioni sotto olio.

I lampascioni sono straordinari!

Sono ricchi di proteine, enzimi, minerali alcalini, vitamine e fibre.

Contribuiscono a mantenere una buona forma fisica e salute, grazie alle sostanze antiossidanti che contiene.

I Lampascioni contengono gli inibitori della lipasi pancreatica e dell’alfa amilasi pancreatica, contribuendo a ridurre la digestione dell’amido e dei grassi, favorendo la perdita di peso, l’abbassamento della glicemia e la prevenzione del diabete e del colesterolo.

A dirlo non sono Io, ma una pubblicazione scientifica del dottor Casacchia T. e colleghi del 2018, intitolato “La Leopolda comosa, previene i disturbi metabolici nei ratti con obesità indotta da una dieta ricca di grassihttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29327229

Gli autori della ricerca, suggeriscono che “gli estratti del lampascione”, possono essere utili per prevenire obesità, diabete, dislipidemie, e iperglicemia, grazie alla presenza di sostanze inibitori delle alfa amilasi e lipasi, che rallentano rispettivamente la digestione ed assorbimento degli amidi e grassi della dieta.

Ma le sorprese non finiscono qui!

Un’ altra pubblicazione scientifica Italiana, ha scoperto che i lampascioni, contengono isoflavoni simili a quelli della soia, che potrebbero contribuire a prevenire lo sviluppo di tumori al seno.

Questi isoflavoni, sono simili alla ginesteina della soia, ed al Tamoxifene, che è un farmaco antiestrogenico.

Gli isoflavoni isolati dal bulbo di lampascione, sono:

  1. 3-Benzil-Romane-4-One
  2. Scillascillina

Questi due Isoflavoni si legano ai recettori degli estrogeni ER-alfa e ER-beta, antagonizzando l’effetto degli estrogeni. Lo studio sugli isoflavoni del lampascione, è stata condotta dal team di ricercatori: Federa Grandi e collaboratori, il 12 Aprile 2018 (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6017050/ )

Conclusioni

I lampascioni fanno parte della dieta tradizionale dei popoli del Mediterraneo, e in Puglia e Basilicata si continua a consumarli.

Hanno un sapore amaro e gustoso; a molti però, potrebbe non piacere.

Date le straordinarie proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antidiabetiche e antiobesità, si consiglia di consumarli, associati ad altri tesori della dieta Mediterranea, come l’olio extra vergine di Oliva e il pane integrale.

Fonte Bibliografica

  1. Leopoldia comosa prevents metabolic disorders in rats with high-fat diet-induced obesity.- Casacchia T., et al 2018 Jan 11 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29327229
  2. Identification by Molecular Docking of Homoisoflavones from Leopoldia comosa as Ligands of Estrogen Receptors – Fedora Grande, et al 2018 Apr 12 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6017050/



Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Precedente Bromelina e gli Artigli del Tumore Successivo Vegetariano Meglio del Vegano

Lascia un commento