L’attività fisica moderata migliora la glicemia in diabetici e obesi

Se siete interessati a ricevere le schede tecniche dei prodotti naturali per migliorare la glicemia, potete fare richiesta su contatti

CONTATTI

L'attività fisica moderata migliora la glicemia in diabetici e obesi

Le persone diabetiche ed i soggetti con la glicemia tendenzialmente alta riconoscibili dalla pancia a livello addominale hanno in comune la resistenza all’insulina.

L’insulina è l’ormone prodotto dal pancreas in risposta ad un pasto ricco di proteine e carboidrati ed ha il compito di permettere al glucosio e agli aminoacidi circolanti nel sangue di essere assorbiti.

In pratica, quando mangiate un pezzo di pizza o un panino, i carboidrati contenuti nel cibo vengono digeriti dai succhi digestivi ed il glucosio liberato entra nel sangue e circola in esso per essere distribuito in tutte le cellule dell’organismo.

Il glucosio circolante nel sangue però, non entra spontaneamente all’interno delle cellule; per farlo ha bisogno di un aiuto: “l’ormone Insulina”.

L’insulina viene secreta dal pancreas dopo pochi minuti dall’ingestione del pasto; L’insulina scaricata nel sangue, si lega ai recettori IRS-1 dell’insulina; IRS-1 si trova sulle superficie delle cellule ed appena si lega all’insulina, provoca l’affioramento dei recettori GLUT-4 sulla superficie della callula; I recettori GLUT-4 permette l’assorbimento del glucosio dal sangue contribuendo a mantenere la glicemia nella norma .

Nei soggetti diabetici e in quelli panciuti a livello addominale, per colpa dell’infiammazione dei vasi sanguigni si genera resistenza dei recettori IRS-1 e quindi l’ormone insulina non riesce a dare bene il comando a IRS-1 nel far affiorare i recettori GLUT-4 sulla superficie delle cellule; Ne consegue un aumento della glicemia nel sangue che nei diabetici di tipo-2 supera a digiuno i 120 mg/dl.

Ma l’attività fisica leggera, vi aiuta!

Un modo alternativo per favorire l’assorbimento del glucosio è l’attività fisica: le contrazioni muscolari ritmiche sono in grado di assorbire il glucosio dal sangue “senza il bisogno dell’insulina”.

Praticamente con le contrazioni muscolari ritmiche viene attivata una proteina “la calmodulina” che con un meccanismo diverso dall’insulina, riesce a far affiorare sulla superficie delle cellule muscolari i recettori GLUT-4, permettendo l’assorbimento del glucosio e l’abbassamento spontaneo della curva glicemica: Questo meccanismo funziona sia per i soggetti sani che per quelli in sovrappeso e diabetici di tipo-2.

Quindi cari lettori, se siete in sovrappeso o diabetici ed il medico vi ha suggerito di fare qualche breve passeggiata dopo i pasti per mantenere moderata la glicemia, ascoltatelo seriamente.

 

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

2 Risposte a “L’attività fisica moderata migliora la glicemia in diabetici e obesi”

  1. Che significa attività fisica leggera ?
    Ho 66 anni e 2 anni fa sono stato inviato dal mio medico al centro delle malattie metaboliche-servizio di diabetologia dell’ ulss della mia città.
    Pesavo 102,9 kg
    Glicemia a digiuno 155
    Emoglobina glicata 48
    Sono stato controllato il 15 luglio
    Pesavo 87,4 kg
    Glicemia a digiuno 110
    Emoglobina glicata 42
    In questo periodo, oltre al rispetto della dieta che mi è stata assegnata, ogni mattina cammino per circa 10 km con un buon passo (9’30” al km). Per la prima volta l’esame delle urine hanno evidenziato la presenza di acetone. Ho effettuato troppa attività fisica ? Nella dieta pre-esami ho forse ingerito pochi carboidrati ? vorrei un consiglio.

    1. Molto interessante il racconto della tua esperienza; Sei stato molto bravo ad ottenere questi risultati; L’attività fisica aerobica che svolgi è corretta; Camminare “senza stressarsi troppo (ossia stancarsi eccessivamente)”è alla Vostra età migliore della corsa; Correre comporta rischi per le articolazioni e infiammazioni; Camminare invece non usura le articolazioni e non affatica il cuore e contirbuisce a migliorare la glicemia, abbassa il colesterolo cattivo LDL ed incrementa il colesterolo buono HDL e migliora anche lo stato di benessere mentale. Ovviamente molto dipende anche dalla nuova alimentazione che hai adottato sotto la supervisione del medico; Bravo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.