Le 5 Intolleranze al latte

Volete info sui probiotici per l’intestino? Allora che aspettate! Scrivetemi su CONTATTI

Nel grafico sono riassunti i 5 tipi di intolleranza al latte

Il latte vaccino è uno degli alimenti più diffusi in Occidente; USA, Canada, Europa, Australia e Brasile, sono i principali produttori e consumatori mondiali di latte.

Esistono molte persone che hanno problemi di intolleranza al latte

Quali sono queste intolleranze?

Le Intolleranze al latte, possono essere di 5 tipi:

  1. Intolleranza al lattosio
  2. Intolleranza al galattosio (galattosiemia)
  3. Intolleranza alle proteine del latte
  4. allergia alle proteine del latte
  5. sensibilità alla beta-casomorfina-7 del latte

Intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio, è la forma più comune di intolleranza al latte, e si sviluppa in molti adulti che perdono la capacità di digerire il lattosio nell’intestino. Il lattosio è lo zucchero del latte e per essere digerito, necessita di essere scomposto in glucosio e galattosio dalla lattasi intestinale. Molti esseri umani, in età adulta smettono di produrre lattasi, e di conseguenza non riescono più a digerire il lattosio del latte; ne consegue che assumendo il lattosio, questo si accumula nell’intestino, fermenta e provoca mal di pancia, meteorismo e gonfiori intestinali.

Un latte alternativo, è il latte delattosato, come lo Zimil della Parmalat, in cui il lattosio viene predigerito con lattasi industriale. I latti con lattosio predigerito, non hanno lattosio, ma una miscela di glucosio e galattosio.

Intolleranza al Galattosio “Galattosemia”.

È una malattia molto grave ed è di natura genetica. I bambini che nascono con la galattosemia, non possono bere neanche il latte della mamma, perché il galattosio contenuto nel lattosio del latte, non viene metabolizzato in glucosio (per mancanza di alcuni enzimi).

Per questi bambini, il galattosio è un veleno che intossica il fegato. Questi bambini per vivere in salute, devono evitare il lattosio ed i cibi che contengono galattosio.

Allergie alle proteine del latte

Il latte di mucca, contiene proteine allergizzanti come la beta-caseina e la beta-lattoglobulina. Chi sviluppa allergia a queste componenti del latte, deve evitare di assumere tutto ciò che contiene latte e proteine del latte.

Intolleranza alimentare alle proteine del latte

L’intolleranza alimentare alle proteine del latte, è una allergia alimentare ritardata, mediata dagli anticorpi IgG contro le proteine del latte. Le allergie alle proteine del latte si scatenano improvvisamente al minimo contatto con il latte; Le intolleranze alimentari alle proteine del latte provocano reazione immunitaria, più lentamente, per ripetua assunzione di latte e latticini, lungo la giornata.

Sensibilità alle casomorfine

Ci sono mucche che producono la beta-caseina A1; questa, digerita, libera un peptide tossico chiamato Beta-casomorfina-7, che mima l’azione delle sostanze oppiacee.

In genere, la maggior parte delle persone, tollera questo peptide, perché nel sangue circola un enzima “il DPP-4 (EC 3.4.14.5)”, che lo neutralizza.

Tuttavia, esistono delle persone carenti di DPP-4, che sono sensibili alle casomorfine del latte vaccino. Queste persone dovrebbero orientarsi verso il consumo di latte di capra, oppure di latte di mucca in cui viene specificato in etichetta “beta-caseina-A2”. La beta caseina A2 non è in grado di liberare casomorfina.

Volete info sui probiotici per l’intestino? Allora che aspettate! Scrivetemi su CONTATTI

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Precedente Il Latte di Cammello Utile Nel Diabete Successivo L'Albero Più Antico d'Europa nel Parco del Pollino

Lascia un commento