Le Muffe Sugli Alimenti Possono Produrre Sostanze Cancerogene

Le Muffe Sugli Alimentari Possono Produrre Sostanze Cancerogene

Per chi Vuole seguirmi, può registrarsi al gruppo Facebook Alimentazione & Salute

 

Immagine correlata

Un gruppo di sostanze “altamente pericolose per l’uomo” sono le tossine prodotte da alcune muffe filamentose che sviluppano su cereali, noci, mandorle, arachidi, carne stagionata, grano, mais, frutta secca dolce, etc.

Queste tossine prendono il nome di micotossine ed alcune di queste sono dei potentissimi cancerogeni in grado di provocare il Cancro al fegato, reni ed intestino.

Le micotossine hanno attività antibiotica e l’assunzione cronica di alimenti contaminati, oltre ad aumentare il rischio di cancro, altera la flora batterica intestinale, danneggiano l’integrità della mucosa intestinale rendendola permeabile agli allergeni alterando la funzione immunitaria, vuoi per un azione diretta verso i tessuti emopoietici del midollo osseo, vuoi a causa dell’alterazione della flora batterica e della mucosa intestinale. Il 70% delle cellule del sistema immunitario si concentra a livello della mucosa intestinale scambiando informazioni con i ceppi microbici della flora batterica intestinale; Quindi si comprende che un alterazione della flora batterica intestinale altera la salute del sistema immunitario sia sul piano della sorveglianza immunitaria contro virus, microbi e cellule tumorali, sia sul piano della tolleranza immunitaria nei confronti di allergeni ambientali, favorendo lo sviluppo di intolleranze alimentari, allergie.

Le micotossine più pericolose e diffuse negli alimenti contaminati da muffe, sono:

  1. le aflatossine B1, B2, G1, G2 rilevabili nel pane ammuffito, nelle farine prodotte da cereali ammuffiti, nei semi oleosi ammuffiti e nella frutta secca dolce in cattivo stato di conservazione.
  2. Le Aflatossine M1 ed M2 rilevabili nel latte e nei formaggi prodotti con il latte di mucche alimentati con foraggi e granaglie ammuffite. La mucca nutrendosi di foraggi contaminati dalle aflatossine B1, B2, G1 e G2, trasformano queste in aflatossine M1 ed M2 che vengono poi espulse con il latte; ne risulta che il latte è contaminato da aflatossine M1 ed M2 ed i formaggi che si ottengono da questo latte presentano un contenuto in aflatossine 5 – 6 volte più concentrate rispetto al latte di partenza.
  3. Le ocratossine sono molto cancerogene ed epatotossiche al pari delle aflatossine e si formano negli stessi alimenti indicati al punto 1.
  4. Le Fumosine sono micotossine prodotte sulle coltivazioni di mais (ma anche su altre culture) e formano sulla superficie una specie di polvere nera da cui il nome di fumagine; le fumosine che si accumulano sul mais attaccato dalla fumagine possono favorire il cancro all’esofago; qualche secolo fa, nelle popolazioni rurali del Veneto e Friuli Venezia Giulia era molto diffuso il cancro all’esofago a causa delle fumosine contenute nel mais contaminato da fumagine. Le popolazioni rurali del Veneto e del Friuli Venezia Giulia un tempo basavano la loro alimentazione sul consumo del mais e oltre ad esporli ad un maggior rischio di Pellagra per carenza di vitamina b3, erano anche più soggetti al cancro all’esofago per esposizione alle fumosine. Il fungo che produce fumosine è il Fusarium ed è l’agente fungino che provoca la malattia delle piante nota con il nome di fumagine.
  5. Lo Zearalenone è un altra micotossina pericolosa che può sviluppare sulle granaglie di mais e quindi poi ritrovarcelo nella polenta oppure nelle carni di animali nutriti con mais contaminato da zeralenone. Lo Zearalenone è una potente molecola estrogeno – simile e quindi è un potente ormone femminile che altera il sistema endocrino del consumatore, aumentando il rischio di cancro al seno nella donna, impotenza e ginecomastia nell’uomo e pubertà precoce nelle bambine.
  6. I Tricoteceni sono micotossine bruttissime per il sistema nervoso centrale e crea immunosoppressione, emorragie e tremori, da cui il nome “tricoteceni”; viene prodotta dalla muffa fusarium responsabile della Ruggine del grano e se le granaglie vengono trasformate in farina ce il rischio che il consumatore può intossicarsi di questa pericolosa tossina. I tricoteceni sono così potenti che i tempo fa l’hanno usato come ARMA BIOLOGICA nella guerra dell’Afganistan; irrorando i villaggi con gli elicotteri soluzioni liquide contenenti tricoteceni, le popolazioni morivano avvelenate.
  7. Ergotina della segale cornuta è una micotossina che ha gli stessi effetti tossici della droga LSD che altera il sistema nervoso centrale; L’ergotina si forma sulle cariossidi di grano, segale, avena e orzo per colpa di un fungo a forma di corno chiamato segale cornuta. I cerali infettati dalla segale cornuta devono per legge essere distrutti non utilizzati per uso alimentare ne mangimistico; la malattia che possono causare le farine contaminate dalla segale cornuta si chiama Ergotismo ed ha gli stessi effetti della droga LSD.

In conclusione che fare?

Semplice! Prestare attenzione alle normali regole igieniche evitando di mangiare cibi scaduti, in cattivo stato di conservazione che presentano muffe.

Se il Pane che conservate a casa, sviluppa della muffa in superficie, non dovete far altro che prenderlo e buttarlo, perché nel momento in cui si sviluppa la muffa, si formano aflatossine e ocratossine.

Prestate molta attenzione alla frutta secca a guscio! Le noci, le mandorle, i pistacchi sono molto soggette ad ammuffire e sono uno dei principali veicoli di micotossine cancerogene. Quindi se capita un arachide o una noce ammuffita o rancida, buttatela nella spazzatura!

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.