Lipofuscina e Macchie della Vecchiaia

Lipofuscina e Macchie Della Vecchiaia

Gentilissimi lettori, se siete interessati a ricevere le schede tecniche per prevenire l’invecchiamento cellulare, potete scrivermi su contatti ———-> CONTATTI

Col passare degli anni, molti anziani tendono a formare tante macchioline brunastre sulla pelle; queste macchioline brunastre compaiono con maggior frequenza in chi ha la pelle delicata chiara e sottile e in chi segue una cattiva alimentazione ed un cattivo stile di vita.

Esiste poi sicuramente anche una predisposizione genetica ad accumulare queste macchie brunastre sulla pelle.

Chi si espone troppo al sole e si ustione, tende a formare facilmente queste macchie scure di vecchiaia, specie se hanno una pelle delicata e sottile. In alcune persone le macchie della vecchiaia incominciano a comparire anche in giovane età.

Cosa sono queste macchie brune?

Queste macchie sono accumuli cellulari di spazzatura che l’organismo non riesce a smaltire, e se lo fa, lo fa con estrema difficoltà!

Questa spazzatura brunastra “prende il nome di lipofuscina ed ha quasi una consistenza plastica”. Gli enzimi cellulari faticano a distruggerla.

La lipofuscina “di colore brunastro”, è costituito da un aggregato di acidi grassi e colesterolo ossidati, proteine glicate dagli zuccheri (age-composti) e metalli pesanti come ferro, mercurio, piombo, alluminio.

La lipofuscina sono scorie di difficile smaltimento che si accumulano con il tempo nelle cellule.

Gli accumuli di lipofuscina non si formano solo sulla pelle, ma anche in altri organi, quali: muscolo cardiaco, fegato, retina, neuroni, etc.

Più lipofuscina si accumula nelle cellule e maggiore è l’invecchiamento cellulare.

E bene precisare che chi ha molte macchie di lipofuscina sulla pelle, non è detto che li abbia anche nella retina, sul fegato e nel cuore. Ce chi è predisposto ad accumulare lipofuscina a livello epatico e chi a livello cerebrale o della pelle.

Cosa fare per ritardare l’accumulo di lipofuscina nelle cellule?

(Nb! Per ricevere le schede tecniche dei prodotti antiossidanti, scrivetemi su

—-> CONTATTI)

Le regole sono sempre le stesse che i medici vi urlano in continuazione, ma che i pazienti non ascoltano; Queste regole sono:

  1. fare attività fisica aerobica “senza eccessi”, al fine di ossigenare i tessuti e migliorare il metabolismo.
  2. Evitare di ustionarsi al sole; il sole va preso con gradualità “senza irritare troppo la pelle”; troppo sole, ossida ed infiamma la pelle con probabilità di accumulo di lipofuscina sulla pelle;
  3. Il sole e la luce del monitor del computer possono generare stress ossidativo alla retina dell’occhio, favorendo l’accumulo di lipofuiscina nella retina; quindi non esporre gli occhi per troppo tempo ai raggi solari o del televisore.
  4. limitare il consumo di zuccheri, amidi raffinati e sale; Zuccheri e amidi raffinati associati al sale favoriscono l’iperglicemia; l’iperglicemia genera stress ossidativo con formazione di grassi ossidati e proteine glicate che contribuiscono alla formazione di lipofuscina.
  5. Prevenire il Diabete; l’iperglicemia favorisce la comparsa della lipofuscina.
  6. Ridurre il consumo di alimenti bruciacchiati e tostati ricchi di glicotossine, come la furosina, l’acrillamide, etc.
  7. Ridurre…anzi stare alla larga dalle fritture e dai grassi rancidi dei salumi e formaggi stagionati;
  8. Evitare di eccedere nel consumo di oli ricchi di acidi grassi polinsaturi come lì’olio di girasole, mais e soia.
  9. Prediligere olio extra vergine di oliva a crudo e l’olio vergine di cocco.
  10. Evitare il consumo eccessivo di carne e insaccati.
  11. seguire una alimentazione ricca di frutta, verdura, cereali integrali, legumi associate con modeste quantità di proteine animali
  12. prestare attenzione alla cottura dei cibi, evitando le fritture, gli arrosti e gli affumicati; più e delicata la cottura dei cibi e meglio è!
  13. Evitare alcol e fumo

Per ritardare l’accumulo di Lipofuscina è importante potenziare le difese antiossidanti; Questo è possibile farlo attraverso l’introito di specifiche vitamine e oligominerali.

Vitamine adatte a prevenire la formazione di lipofluscina, sono quelle che controllano il ciclo dell’omocisteina, la vitamina c e sopratutto la vitamina E, i carotenoidi, il Coenzima q10 e l’acido alfa-lipoico.

I minerali più adatti a contrastare la formazione di lipofuscina sono lo zinco, il manganese, e il selenio. Il cromo può aiutare indirettamente attraverso un miglioramento della glicemia.

Esistono poi numerosi integratori alimentari antiossidanti utili a ridurre gli accumuli di lipofuscina; questi sono per esempio:

  1. La curcuma
  2. La Boswellia
  3. Il reishi
  4. l’Aloe Arborescens
  5. gli estratti di mirtillo e melograno
  6. la luteina, zeaxantina, astaxantina, beta-carotene che si trovano nei vegetali e nei prodotti ittici.
  7. Integratori a base di vitamine, minerali e fitocomposti chiamati “Antiage”.
  8. Etc.

Fonte bibliografica

Lipofuscina (wikipedia) https://en.wikipedia.org/wiki/Lipofuscin

 

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Precedente Masticando si Dimagrisce Successivo Le Tre Componenti delle Feci

Lascia un commento