Lo zolfo fa bene alla pelle?

Lo zolfo fa bene alla pelle?

Per Info sui alimenti dietetici per ringiovanire la pelle, scrivetemi suCONTATTI

Lo zolfo fa bene alla pelle perché aiuta a formare i componenti della matrice extracellulare presenti nel derma.

Grazie al contributo dello zolfo nella dieta, il derma può aumentare il suo spessore, rendendo morbida e compatta la pelle.

Nel derma sono presenti i 4 componenti della matrice extracellulare: Il collagene, la fibronectina, la lamina ed i proteoglicani. Questi 4 componenti si intrecciano e legano tra loro, grazie ai solfati.

Gli stessi solfati legano l’acqua, trasformandola in una specie di gelatina. Il derma è uno strato di acqua gelatinosa, al cui interno sono immersi gli altri componenti della matrice extracellulare.

Se nella dieta scarseggia lo zolfo organico, il derma i impoverisce di acqua gelatinosa, e la pelle incomincia a perdere volume, compattezza ed elasticità.

Per Info sui alimenti dietetici per ringiovanire la pelle, scrivetemi suCONTATTI

Cosa è lo zolfo organico?

Lo zolfo organico sono tutte quelle sostanze contenenti zolfo, presenti negli alimenti. Tra le sostanze contenenti zolfo, più importanti, cito: La cisteina, la Metionina ed i composti dello zolfo contenuti nelle crucifere e nell’aglio, cipolla e asparago.

Metionina e cisteina sono due amminoacidi abbondantemente presenti nelle proteine della carne, del pesce, delle uova e del latte. Una dieta equilibrata deve contenere sia carboidrati che proteine; Queste ultime assicurano un apporto adeguato di zolfo per contribuire ad idratare ed ispessire il derma della pelle.

Affinché lo zolfo organico degli alimenti, vada a finire nel derma della pelle, deve subire una serie di reazioni enzimatiche che richiedono vitamine e oligominerali.

In particolare la cisteina e la metionina, che come abbiamo detto sono gli amminoacidi che contengono zolfo, devono essere trasformati in SOLFATO ATTIVO (PAPS), per poi essere inseriti nei componenti del DERMA.

Per aiutare la CISTEINA e la METIONINA a trasformarsi in SOLFATO ATTIVO (PAPS), è molto importante la presenza di vitamina B6, zinco e magnesio nella dieta. I nemici della vitamina B6, sono anche i nemici della pelle, delle articolazioni e del fegato.

Uno dei nemici è la caffeina del caffè; L’abuso di caffeina impedisce all’organismo di attivare la Vitamina B6 necessaria per accumulare solfati nel Derma e nelle articolazioni. Come spiegato in due articoli precedenti, la CAFFEINA è un inibitore dell’enzima PIRIDOSSINA CHINASI (EC 2.7.1.35); quindi se c’è troppa caffeina, l’organismo non dispone della vitamina B6 attiva necessaria per far funzionare gli enzimi che trasformano la cisteina in SOLFATO ATTIVO (PAPS); la conseguenza è un impoverimento dello spessore del derma e invecchiamento cutaneo.

Una volta che l’organismo ha formato abbastanza SOLFATO ATTIVO (PAPS), tramite le SULFOTRASFERASI (SULT), Può fissare gruppi solfati all’interno della matrice extracellulare, rendendo più stabili le strutture di collagene, elastina, fibronectina e lamina, e favorire anche la formazione di acqua gelatinosa, rendendo la pelle, morbida, soffice e giovanile.

Per Info sui alimenti dietetici per ringiovanire la pelle, scrivetemi suCONTATTI

Di seguito uno schema della via biochimica che porta alla produzione di SOLFATO ATTIVO PAPS

Lo zolfo fa bene alla pelle?

Fonte Bibliografica

DESCLAIMER: Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.