I Mandarini Contengono più Terpeni delle Clementine 

I Mandarini Contengono più Terpeni delle Clementine 

Siete interessati a ricevere le schede tecniche dei prodotti naturali antinfiammatori o dimagranti? Allora scrivetemi facendo richiesta di cosa vi serve, su —> CONTATTI

La maggior parte dei lettori non sa distinguere un mandarino da una clementina; Molti credono che sono la stessa cosa; in realtà sono frutti molto diversi e con proprietà uniche.

I mandarini hanno una forma globosa schiacciata ai due poli; la buccia è di colore giallo – arancio ed è ricchissima di grosse ghiandole colme di oli essenziali profumati; i mandarini emanano un intenso profumo “gradevole”, e dalle bucce si estrae un olio essenziale di colore giallo – fluorescente ricchissimo in terpeni, in particolare di D-Limonene.

La buccia del mandarino si stacca con estrema facilità, perché è poco aderente alla polpa; Anche gli spicchi di mandarino contengono un succo profumatissimo, perché ricchi di terpeni, ma è poco apprezzato dai consumatori, perché è tendenzialmente più acidulo del clementino e contiene semi.

Le clementine invece sono degli ibridi ottenuti dall’incrocio del mandarino con l’arancio dolce; La forma è più tonda, le bucce sono più arancioni, ed emanano un minor profumo perché contengono una minore quantità di terpeni. In compenso hanno il doppio di vitamina C, sono più dolci e meno acidi e non contengono semi; il fatto di essere più dolci e privi di semi, rende le clementine più apprezzati dai consumatori.

Ma i Mandarini dal punto di vista nutraceutico, sono superiori alle clementine perché il suo succo profumato è ricco di terpeni; i terpeni sono quelle sostanze che rendono profumati gli agrumi, e godono di proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, antivirali, che contribuiscono a migliorare la salute del consumatore. Alcune pubblicazioni mediche considerano “alcuni terpeni”, sostanze antitumorali in grado di ostacolare le reazioni di farnesilazione con cui vengono attivati alcuni oncogeni. Essendo gli agrumi in generale ed i mandarini e limoni in particolare, sostanze ricchissime di terpeni profumati, rendono questi frutti utili per la prevenzione dei tumori e di altre patologie degenerative ed infettive.

Anche le clementine sono ricche di terpeni, ma in quantità ridotte.

Quindi i mandarini, pur avendo un minor contenuto di vitamina C, possiedono un ampia gamma di terpeni che possono contribuire a migliorare la salute del consumatore.

Di seguito riporto i livelli di alcuni terpeni nelle bucce dei mandarini e clementine (Boudries H, et al August 2017):

  1. Tricyclene: Presente nei mandarini
  2. alfa-Thujene: Presente nei mandarini
  3. alfa-Pinene: presente nel mandarino e nel clementina
  4. Sabinene: Presente nei Clementine e Mandarini
  5. Beta-Myrcene: Presente nelle Clementine e mandarini
  6. alfa-Terpinene: presente nei Mandarini
  7. p-Cymene: presente nei mandarini
  8. Limonene: presente nelle clementine e nei mandarini
  9. gamma-Terpinene: Presente nei mandarini
  10. alfa-Terpinolene: presente nei mandarini
  11. Linalool: presente nelle clementine e nei mandarini

In conclusione, diciamo che le clementine sono diversi dai mandarini; le clementine sono più apprezzate dal consumatore per il sapore più dolce e sopratutto perché prive di semi; I mandarini invece “sono frutti primitivi rispetto alle dolci clementine”, e pur se dotati di minori quantità di vitamina C, possiedono un arsenale fitochimico di terpeni profumati di gran lunga più completo e superiori, tali da renderli ottime armi per la prevenzione di alcune patologie. I terpeni sono dei veri e propri principi attivi che agiscono sia se assunti per bocca e sia se inalati con l’aria. Io Prediligo i Mandarini aspri e intensamente profumati e pieni di semi .. Voi non so cosa preferite… Riflettete nella scelta..

Fonte Bibliografica

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.