MSRA: Un enzima preventivo dell’invecchiamento

MSRA: Un enzima preventivo dell’invecchiamento

Per Info su integratori preventivi dell’invecchiamento cellulare, scrivetemi su –> CONTATTI

Lo stress ossidativo provoca invecchiamento di tessuti ed organi. Le proteine sono sensibili allo stress ossidativo.

Le proteine contengono metionina che è un amminoacido suscettibile ad ossidarsi. La metionina incorporata nelle proteine contiene zolfo, ed ha contatto con i radicali liberi si ossida formando metionina ossidata (metionina sulfossido).

Quando la metionina si ossida, le proteine si denaturano e perdono la loro funzione; ciò scatena resistenza insulinica, diabete, disfunzioni endocrine e ormonali, ed i tessuti riducono la loro funzione, andando incontro all’invecchiamento.

L’organismo per prevenire l’ossidazione della metionina, produce un enzima: La MSRA (EC1.8.4.11), chiamata anche METIONINA-SOLFOSSIDO-REDUTTASI, o Peptide-L-Metionina (S)-Sulfossido.

L’enzima MSRA, ripara le proteine danneggiate dall’ossidazione, attraverso la rigenerazione della metionina. In Pratica l’enzima MSRA prende la metionina ossidata, e lo riconverte in metionina, ripristinando la funzione della proteina.

L’enzima MSRA è normalmente espresso in giovane età in tutti i tessuti, in particolare nel cervello e retina. Con l’avanzare dell’età o a seguito di diete sbilanciate, MSRA tende a diminuire e di conseguenza aumentano i livelli di metionina ossidata, accelerando l’invecchiamento.

Si può fare qualcosa per aumentare i livelli di MSRA e ritardare l’invecchiamento?

La risposta: Sembra di SI!

Il gene che esprime l’enzima MSRA (EC1.8.4.11), viene stimolato dalla Vitamina A in forma attiva “Acido retinoico”; Quindi la vitamina A in forma attiva, è indirettamente in grado di prevenire l’ossidazione della metionina e prevenire l’invecchiamento attraverso una maggiore espressione genica di MSRA. Questa cosa non lo dico io, ma la pubblicazione medica PMC2645438.

Infatti “se ci riflettiamo”, la vitamina A è detta epitelio protettiva, in quanto è capace di ringiovanire “con vari meccanismi” gli epiteli (pelle, mucose, etc), ed un possibile meccanismo è quello di indurre geneticamente l’enzima MSRA.

Esprimere MSRA anche con l’aiuto della vitamina A, è una condizione indispensabile, ma non sufficiente per prevenire l’ossidazione della metionina.

Oltre a esprimere MSRA, occorre farlo funzionare bene. Questo enzima per funzionare, necessita di selenio (Se++), e NADPH. La principale sorgente di NADPH sono i carboidrati; Una dieta con il giusto apporto di carboidrati complessi, aiuta la Glucosio-6-fosfato deidrogenasi (G6PD) della via dei pentosio fosfato a produrre molto NADPH, che serve all’enzima MSRA per riparare la metionina ossidata delle proteine.

Un’altra strategia per limitare l’accumulo di metionina ossidata nell’organismo è quello di limitare il consumo di proteine ricche di metionina, e sopratutto di evitare l’abuso di carne e pesce sottoposti a lunghi processi di cottura; la cottura ossida la metionina, sovraccaricando l’organismo di metionina ossidata.

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

Esperto in Biochimica della Nutrizione.

Fonte Bibliografica

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.