Nel metabolismo della Vitamina B3 sono coinvolti Visfatina, PARP-1 e Sirtuine

Nel metabolismo della Vitamina B3 sono coinvolti Visfatina, PARP-1 e Sirtuine

Sei Interessata/o a ricevere la scheda tecnica (gratuita) degli antiage, integratore alimentare in grado di frenare le lancette dell’orologio biologico? allora fai richiesta scrivendomi su ——–> CONTATTI

Il ruolo della Visfatina nella conversione della vitamina B3 in NAD

La vitamina B3 è molto importante per la salute perché svolge numerose funzioni nell’organismo:

  1. è il precursore del NAD+ e NADP+ che sono i cofattori delle deidrogenasi; Le deidrogenasi sono un vasto gruppo di enzimi che permettono il funzionamento di tutte le vie biochimiche cellulari.
  2. La Vitamina B3 essendo il precursore del NAD contribuisce ad attivare le proteine della longevità “le sirtuine”.
  3. La Vitamina b3 attivando le sirtuine, stimola la formazione di nuovi mitocondri
  4. favorisce la formazione delle fibre muscolari rosse nei muscoli predisponendo l’individuo all’attività aerobica.
  5. Favorisce l’incremento del colesterolo buono HDL
  6. Sembra contrastare l’infiammazione
  7. partecipa alla riparazione del DNA danneggiato tramite gli enzimi PARPs
  8. Aiuta a smaltire l’eccesso di alcool assunto con gli alcolici
  9. Come tutte le vitamine del gruppo B, migliora l’efficienza mentale

Dove si trova la vitamina B3?

La vitamina B3 si trova in tutti gli alimenti freschi e nei cibi integrali; i processi di lavorazione industriale molto spinti e l’eccessiva cottura dei cibi impoverisce gli alimenti di vitamina B3.

La vitamina b3 viene anche prodotta dal fegato tramite il triptofano.

Il fegato per formare 1 mg di vitamina b3 deve metabolizzare 60 mg di Triptofano. Il triptofano è un aminoacido che abbonda in tutte le proteine ed in particolare nelle proteine delle uova, dei latticini, del formaggio, del latte, della fesa di tacchino, del petto di pollo e nel pollame in genere.

Nel mais e nel sorgo esiste una forma di vitamina B3 non assimilabile; Un tempo, le popolazioni che basavano la dieta sul mais e sorgo, si ammalavano di pellagra. La pellagra è una grave malattia causata da grave carenza di vitamina b3 che comporta i seguenti sintomi: dermatite foto – sensibilizzante, pelle ruvida, diarrea, demenza e morte.

Il ruolo della Visfatina nella conversione della vitamina B3 in NAD

La vitamina B3 per essere utilizzata dall’organismo deve essere convertita in NAD. L’organismo trasforma la vitamina B3 in NAD tramite un enzima chiamato Visfatina o NAMPT.

La Visfatina o NAMPT è indotta geneticamente dall’ipossia (carenza di ossigeno) e dall’infiammazione; In pratica la Visfatina viene prodotta dalle cellule (in particolare dal tessuto adiposo viscerale) in condizioni di carenza di ossigeno e di difficoltà respiratoria. La visfatina funge anche da citochina pro-infiammatoria in quanto attiva i linfociti-B.

La Visfatina pur essendo indispensabile per la biosintesi di NAD, viene considerato un Marker infiammatorio perché i suoi livelli aumentano in tutte le condizioni di stress infiammatorio ed è presente ad alte concentrazioni anche nel sangue dei diabetici.

La Visfatina (o NAMPT-1) converte la Vitamina B3 (la nicotinammide) in NMN (Monomucleotide Nicotinammide); Il NMN poi viene trasformato dal NMNAT-1 in NAD.

La Vitamina B3 sembra favorire la longevità!

La vitamina B3 essendo il precursore del NAD attiva indirettamente la SIRT-1; Le SIRT-1 sono note come le proteine della longevità; Quando le sirtuine vengono attivate, la cellula aumenta il numero ed il volume dei mitocondri all’interno delle cellule; inoltre le sirtuine attraverso i processi di deacetilazione, silenziano i geni dell’infiammazione ed esprimono i geni antinfiammatori.

La vitamina B3 attivando le sirtuine, favorisce:

  • L’incremento della capacità respiratoria della cellula
  • L’aumento del numero di mitocondri all’interno delle cellule
  • L’aumento di volume dei mitocondri (i mitocondri diventano più grandi)
  • favorisce la trasformazione del grasso bianco (povero di mitocondri) in grasso bruno (ricco di mitocondri)
  • Incrementa i livelli di colesterolo buono HDL
  • incrementa il numero di fibre rosse nei muscoli striati predisponendo l’organismo alle attività aerobiche.
  • Migliora l’efficienza nell’utilizzare l’ossigeno
  • incrementa le quantità di enzimi della detossificazione di fase-2
  • Forse contribuisce ad aumentare i livelli di ormone cerebrale BDNF

Quindi la vitamina B3 è fondamentale per il buon funzionamento cellulare; esistono però delle situazioni che esauriscono le riserve di vitamina B3.

I Distruttori di Vitamina B3

Abbiamo visto come la vitamina B3 è in grado di migliorare l’efficienza energetica aerobica delle cellule e della detossificazione. Avere alti livelli di vitamina B3 e NAD è fondamentale per la buona salute; ci sono condizioni che impoveriscono le riserve di vitamina B3 e NAD;

le situazioni che impoveriscono le riserve di NAD e vitamina B3 sono:

  • L’alcolismo; Chi beve molto alcool, tende ad esaurire le riserve di NAD e Vitamina B3; L’alcool per essere detossificato ad acetaldeide richiede molto NAD; L’enzima che trasforma l’alcool in acetaldeide è l’alcool deidrogenasi ed utilizza il NAD per ossidarlo. Troppo Alcol nella dieta fa aumentare i livelli di NADH e impoverisce la cellula di NAD+ e vtamina b3. Quindi è bene evitare di abusare di alcolici in accordo con quanto detto e ripetuto a gran voce dai medici.
  • Abuso di zucchero e amidi raffinati: Lo zucchero e gli amidi raffinati poveri di vitamina b3 consumano molto NAD ed aumentano il NADH; Ciò causa una disattivazione delle Sirtuine ed un impoverimento delle riserve di vitamina b3. Da notare che alcool e zuccheri inducono la visfatina, che è un enzima prodotto ogni volta che vi è carenza di NAD per favorire la trasformazione della B3 in altro NAD.
  • Infiammazioni e danni a livello del DNA. Ogni volta che si viene a creare una rottura sul filamento del DNA parte una reazione enzimatica in cui sono coinvolte le PARP al fine di riparare il danno. Le PARP nel tentativo di riparare il filamento del DNA, esauriscono le riserve di NAD+; Ciò crea carenza di NAD e di Vitamina B3, mettendo in difficoltà la cellula e predisponendola a processi infiammatori perché viene meno l’attivazione delle Sirtuine.

Le PARP sono enzimi divoratori di Vitamina B3

I soggetti che si espongono a sostanze cancerogene, a radiazioni ionizzanti e/o prendono il sole scottandosi la pelle, consumano un sacco di vitamina b3. Il loro organismo si impoverisce di vitamina b3 perché le cellule subendo un danno a livello del DNA attivano la PARP-1.

La PARP-1 si attivano per riparare il DNA e nel fare questo consumano un sacco di NAD+ e ATP.

Quindi, quando ci troviamo difronte a persone con infiammazioni croniche, forte stress ossidativo, esposizione a sostanze genotossiche o a radiazioni ionizzanti o UVA è probabile che vi sia in corso una carenza di vitamina b3 causata dall’attivazione delle PARP-1. Le PARP-1 esaurendo le riserve di NAD e B3, induce infiammazione, anche perché l’organismo per ripristinare nuove molecole di NAD deve indurre geneticamente dalle cellule infiammate la Visfatina con il tentativo di trasformare la B3 in NAD esaurendo le riserve di vitamina B3.

Riferimenti Bibliografici

  1. Role of nicotinamide in DNA Damage, mutagenesis, and DNA reapir https://www.hindawi.com/journals/jna/2010/157591/
  2. pleiotropic cellular functions PARP1 in longevity and aging. https://www.hindawi.com/journals/omcl/2012/321653/
  3. PARP1 genome https://en.wikipedia.org/wiki/PARP1

 

 

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Precedente Si dimagrisce con la Pancia Piena Successivo La Niacina, microflora intestinale e Corsa migliorano il colesterolo attivando il recettore GRP109A

Lascia un commento