Noci Brasiliane ricche di selenio

Noci Brasiliane ricche di selenio di Liborio Quinto - tecnologo alimentare

Noci Brasiliane ricche di selenio

Info su migliori antiossidanti → CONTATTI

Introduzione: La carenza di selenio fa male alla salute; anche gli eccessi di selenio fanno male alla salute. Un abuso di selenio causa avvelenamento noto con il nome di selenosi. Le noci del Brasile sono ricche di selenio è sono utili per apportare questo prezioso minerale nella dieta umana; tuttavia occorre non superare le 3-4 noci brasiliane al giorno, al fine di non intossicarsi di selenio.

Discussione. Le noci del Brasile sono fonti eccezionalmente ricche di selenio. Per soddisfare il fabbisogno giornaliero di selenio, basterebbe 1-2 noci brasiliane al giorno. Per evitare l’intossicazione da selenio, è bene non superare il consumo di tre noci brasiliane al giorno.

La concentrazione di selenio nella noce brasiliana è di 19 microgrammi/grammo. Una Noce brasiliana sgusciata, pesa circa 5 grammi. Quindi una noce brasiliana può contenere fino al 95 microgrammi di selenio “che supera la dose giornaliera raccomandata negli adulti di 55 microgrammi/giorno.

Negli adulti il selenio è comunque ben tollerato fino a 400 microgrammi/giorno; dopo questa quantità, si può andare incontro a intossicazioni da selenio. Per evitare di superare tale soglia è bene non superare il consumo di 3-4 noci brasiliane al giorno.

Supponendo che una noce brasiliana (da 5 grammi) contiene 19 microgrammi di selenio, con 4 noci si raggiungono 380 microgrammi (quasi vicino al valore max tollerato).

Il fabbisogno di selenio negli esseri umani è:

  • Negli adulti di 55 microgrammi al giorno
  • Nelle donne in fase di allattamento (dai 14-50 anni), è di 70 microgrammi/giorno
  • Nei neonati da 0 a 6 mesi di vita è di 15 microgrammi di selenio/giorno
  • La dose max di selenio dietetico tollerabile dall’essere umano adulto è di 400 microgrammi/giorno. Oltre questa dose, il selenio diventa tossico.
  • Sopra i 1200 mg/giorno di selenio si va incontro ad avvelenamento da selenio, noto con il nome di selenosi.

Il selenio presente nelle noci del Brasile si concentra nello srato superficiale del seme sgusciato. I primi 2 mm di strato superficiale della noce brasiliane, è densamente ricca di selenio e zinco. La quantità di selenio contenuto nel cuore della noce è inferiore.

Il tipo di selenio contenuto nel seme è in forma organica e si trova come selenometionina, selenocisteina seleno-metil-selenocisteina e selenolantionina. Le forme organiche di selenio sono più facilmente assimilabili e meno tossiche rispetto alle forme inorganiche: selenato (SeO4–) e selenite (SeO3–).

Cosa comporta la carenza di selenio nella dieta?

La carenza cronica di selenio, predispone a:

  1. Ridotta difesa immunitaria
  2. Ridotta funzione tiroidea
  3. Ridotta capacità antiossidante
  4. Aumento del rischio di cancro
  5. Ridotta sopravvivenza in pazienti con HIV
  6. Debolezza muscolare (mialgia)
  7. Disfunzione cardiaca
  8. lesioni cerebrali irreversibili
  9. Ridotta fertilità

Un eccesso dietetico di selenio, predispone a:

  1. Selenosi Cronica: capelli e Unghia fragili e depigmentati, alito di aglio, perdita di unghia e capelli.
  2. Selenosi Acuta: Diarrea, vomito, eruzioni cutanee, disturbi del sistema nervoso, affaticamento ed irritabilità.
  3. Ad alte dosi, il selenio può predisporre al diabete mellito di tipo-2

Il motivo per cui il selenio ad alte dosi provoca avvelenamento (selenosi), è perché interferisce con il metabolismo dello zolfo. Selenio e zolfo condividono alcuni meccanismi biochimici in comune.

Per esempio il selenio può trovarsi al posto dello zolfo all’interno della metionina e della cisteina, formando rispettivamente la selenocisteina e la selenometionina. Durante la sintesi proteica la cellula può inserire la selenometionina al posto della metionina, producendo proteine meno funzionanti. Ed ancora, il selenuro (SeH2), può interferire con il metabolismo del solfuro di idrogeno (H2S), che a certi livelli di interferenza può essere utile, ma ad altri livelli può essere dannoso.

Pertanto l’interazione dietetica del selenio è utile a patto che non si superano i limiti giornalieri per l’adulto di 400 microgrammi; La noce del Brasile è una delle fonti più ricche di selenio e per soddisfare il fabbisogno giornaliero di selenio è sufficiente 1 – 2 noci.

Pubblicato da:

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto – esperto in Biochimica della Nutrizione

Fonte Bibliografica consultata (Noci Brasiliane ricche di selenio)

  • Lima LW, Stonehouse GC, Walters C, Mehdawi AFE, Fakra SC, Pilon-Smits EAH. Selenium Accumulation, Speciation and Localization in Brazil Nuts (Bertholletia excelsa H.B.K.). Plants (Basel). 2019 Aug 16;8(8):289. doi: 10.3390/plants8080289. PMID: 31426292; PMCID: PMC6724122. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6724122/

NB! presenza di un link di affiliazione IconA su cui si percepiscono picole % sui ricavi senza variazione di prezzo.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.