Olio Di Cocco Disinfetta la Bocca

Se sei interessato/a ad una consulenza su antiossidanti e antinfiammatori naturali, scrivimi su contatti

olio di cocco e cavo orale

La Bocca è un apparato molto delicato perché è la sede di ingresso di molti germi patogeni portatori di malattia.

Tutto ciò che mettiamo in bocca viene scrupolosamente controllato dalle cellule dentritiche e dai macrofagi, i quali controllano gli antigeni del cibo e dei germi e se ce qualcosa di pericoloso allertano il sistema immunitario appiccando l’infiammazione.

Le gengive e i denti sono organi delicati che se mal curati, possono diventare sede di sviluppo di germi pericolosi che possono infiltrarsi all’interno del sangue ed infettare i vasi sanguigni e gli organi.

Uno di questi temibili germi che attraverso i denti malsani e le gengive lesionate sono le clamidie.

Le clamidie sono dei microorganismi normalmente presenti nella flora batterica della cavità orale, che se penetrano nel sangue attraverso le gengive infiammate o i denti mal curati, possono depositarsi lungo le pareti interne dei vasi sanguigni e scatenare l’infiammazione vascolare. L’infiammazione vascolare innescata dalle clamidie, comporta il richiamo di macrofagi che per spazzare via le clamidie, le fagocitano e digeriscono; i macrofagi stessi poi formano le placche ateromatose, favorendo l’arteriosclerosi ed il rischio di incidenti cardiovascolari “ictus e infarti”.

L’arteriosclerosi sarebbe l’indurimento dei vasi sanguigni per colpa della formazione delle placche ateromatose. In genere si da la colpa al colesterolo ossidato che si deposita sulle pareti interne dei vasi sanguigni, indurendoli.

Responsabili della formazione delle placche sono anche le clamidie; Si sospetta che molte cause di malattie cardiovascolari non siano da attribuire al colesterolo alto, ma a infezioni di clamidie e/o altri germi dovuti ad una cattiva igiene orale.

Si pensa che i germi che penetrano attraverso le lesioni della bocca possono essere causa di cardiopatie, artrite e altre forme di patologia anche a carattere autoimmune.

Per tenere in salute la bocca, e prevenire le malattie cardiovascolari e immunitarie legate all’ingresso di germi dalle lesioni gengivali bisogna migliorare l’igiene e curare gli accessi dentari.

Una vitamina importantissima per la salute e integrità delle gengive e dei denti è la vitamina c. la vitamina C serve per formare il collagene che è la colla che tiene unite le cellule delle gengive e delle pareti dei vasi sanguigni; quando manca la vitamina C, si forma meno collagene e le cellule delle gengive si sfaldano facilmente e sanguinano con facilità.

La Vitamina C serve per formare la dentina dei denti; una carenza di vitamina C indebolisce i denti perché viene meno la formazione della dentina ed i denti diventano più predisposti alle carie.

Una forte carenza di vitamina C, indebolisce i denti, favorisce le carie dentarie, e rende sanguinanti e infiammate le gengive, aprendo la strada all’ingresso nel sangue di germi pericolosi come le clamidie e gli stafilococchi che possono generare malattie.

Quindi la prima regola per tenere la bocca sana è assumere la vitamina c attraverso i cibi vegetali freschi e crudi ed eventualmente integrando con integratori di vitamina C, picnogenolo e rosa canina.

L’igiene dentale e la prevenzione si garantisce anche attraverso l’esclusione di cibi malsani, in particolare dello zucchero che impoverisce l’organismo di vitamine e minerali e accelera i danni al cavo orale.

Importante è evitare il fumo e lavarsi regolarmente i denti, utilizzando possibilmente anche il filo interdentale.

La visita specialistica dal dentista poi è un dovere di tutti al fine di mantenere sana la bocca.

Un alimento che può aiutare tantissimo la salute delle gengive e della bocca e prevenire tante patologie legate ad essa, è l’olio di cocco.

L’olio di cocco è ricco di acidi grassi a media catena, in particolare dell’acido laurico. L’acido laurico ha una spiccata attività disinfettante: uccide i germi disinfettando la cavità orale. Uno sciacquaggio o ingestione di olio di cocco, uccide i germi patogeni come le clamidie e la candida, prevenendo le malattie cardiovascolari e autoimmuni ad essi collegati.

L’olio di cocco possiede anche particolari isomeri della vitamina E, in particolare i rari Tocotrienoli che hanno una potente azione antinfiammatoria e fanno bene alle gengive, ai vasi sanguigni ed a tutti gli organi interni.

L’olio di cocco grazie al suo acido laurico, previene le carie e disinfetta ogni angolo della bocca;

Per beneficiare delle virtù dell’olio di cocco è possibile assumere l’olio acquistabile nelle erboristerie, farmacie e negozi di prodotti biologici, oppure una buona alternativa è quella di inserire la noce di cocco nella dieta quotidiana. Masticando accuratamente la polpa bianca della noce di cocco, si libera l’olio di cocco e l’acido laurico in esso contenuto disinfettando ogni angolo della cavità boccale.

L’olio di cocco e la noce di cocco hanno anche altre virtù terapeutiche: i suoi acidi grassi hanno un impatto positivo sulla flora batterica intestinale, uccidendo la candida; inoltre l’acido laurico dell’olio di cocco disinfetta le vie urinarie e la prostata da germi cattivi, quindi potrebbe essere utile come coadiuvante nella cura delle infezioni alle vie urinarie (cistiti) e prostatiti, nonché ad ogni forma di candida.

Scritto e Pubblicato dal Dottor Liborio Quinto

Tecnologo Alimentare

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.