I Prebiotici Per l’Intestino

I Prebiotici Per l’Intestino

Siete Interessati a ricevere una consulenza sui prodotti naturali, per la funzionalità intestinale? Se si! Fate richiesta della scheda tecnica dei probiotici, scrivendomi su —> CONTATTI

Introduzione

Nel seguente post si discute dei cibi prebiotici che aiutano l’intestino a ripopolarsi di microrganismi buoni. Il lettore non deve fare confusione tra la parola prebiotica e probiotica. I prebiotici sono quei cibi e integratori che contengono fibre solubili che fungono da cibo per i batteri amici.

I Probiotici, sono quei cibi e integratori alimentari che apportano all’organismo batteri vivi.

Quindi i Prebiotici sono le fibre vegetali contenute nella frutta, verdura, legumi, tuberi e cereali integrali, che fungono da cibo per i batteri intestinali buoni.

I Cibi ed Integratori Probiotici, invece sono quelli che apportano microorganismi vivi all’intetsino, come lo Yogurt, il Kefir e gli integratori a base di fermenti vivi.

Migliora la Flora Intestinale con i Prebiotici

La salute umana è strettamente legata alla composizione dei microbi intestinali.

Se dentro l’intestino, vivono batteri buoni, noi stiamo bene; ma se nell’intestino ci sono batteri cattivi, la nostra salute va in crisi.

Una cattiva flora intestinale, può alterare il metabolismo, predisponendoci a diabete, obesità, malattie autoimmuni, tossinfezioni alimentari, alterazioni psichiatriche, artrite, depressione, cancro, etc.

Una buona flora batterica, invece, ci aiuta a vivere meglio, perché:

  • Modula il sistema immunitario a tollerare meglio le reazioni allergiche e ad aumentare la sorveglianza immunologica contro le malattie infettive e tumorali.
  • Migliora il metabolismo, prevenendo l’obesità ed il diabete
  • produce vitamine del gruppo B e K2
  • Funge da vero e proprio fango di depurazione, contribuendo a smaltire le sostanze tossiche che ingeriamo con il cibo.
  • Elimina buona parte delle sostanze maleodoranti presenti nelle feci; Quando l’intestino è in salute, le feci puzzano poco!

Cosa bisogna fare, per rendere ospitale l’intestino ai microbi Buoni?

Semplice! Bisogna dare loro il cibo giusto.

Il cibo che aiuta a ripopolare l’intestino di microbi buoni, si chiama alimento prebiotico.

Gli alimenti prebiotici sono tutti quei cibi che stimolano la crescita dei batteri buoni dentro l’intestino. Il cibo prebiotico preferito dai batteri buoni, sono tutti quelli ricchi di fibra vegetale, solubile ed insolubile, come: frutta, verdura, cereali integrali, legumi, ortaggi, tuberi, etc.

I batteri buoni, si nutrono della fibra solubile contenuta nei vegetali. Gli alimenti ricchi di fibra, sono definiti cibi Prebiotici. Se la dieta è povera di vegetali, i batteri buoni, non avendo nulla da mangiare, spariscono, lasciando il posto ai microbi cattivi della putrefazione che si nutrono di cibi spazzatura (zuccheri, amidi raffinati, e proteine animali).

I batteri cattivi che ci ammalano e producono feci puzzolenti, si nutrono prevalentemente di zuccheri e proteine della carne e del latte.

La dieta di molte persone è costituita da cibi spazzatura e la fibra vegetale è quasi assente; i batteri buoni, non trovando le fibre vegetali prebiotiche, muoiono di fame, e lasciano il posto ai microbi cattivi della putrefazione, che producono scorie puzzolenti e tossiche dai cibi spazzatura ingeriti con la dieta.

I Batteri cattivi prendono il sopravvento sui microbi buoni, anche quando si assumono antibiotici, alimenti contaminati da residui di antibiotici, alimenti confezionati ricchi di conservanti, bevande alcoliche contenenti alcol e anidride solforosa, tossici per i microorganismi.

La dieta ideale, deve essere costituita da abbondanti porzioni di frutta, verdura e ortaggi, associati a cereali integrali e legumi accompagnati con un po di prodotti proteici animali.

Le bevande alcoliche ed i cibi troppo ricchi di conservanti, vanno evitati.

Quando ingeriamo un sorso di liquore, l’alcol che inonda l’intestino, “ammazza” i microbi intestinali. L’alcol infatti è un germicida (disinfettante). La parola disinfettante significa che uccide i microbi; quindi se l’alcol uccide i microbi, sicuramente soffoca anche quelli dell’intestino.

L’alcol va bene per disinfettare le ferite, ma non per disinfettare l’intestino; Un intestino completamente disinfettato da alcol e antibiotico, è un intestino privo di vita microbica.

I cibi confezionati ricchi di conservanti, fanno pure male alla flora batterica intestinale. Forse la causa dell’obesità Infantile, provocate dalle merendine non è tanto da attribuire agli zuccheri, quando ai conservanti presenti in esse.

I conservanti vengono messi nelle merendine per prolungarne la conservazione, inibendo la crescita di batteri e lieviti. Quindi i conservanti ingeriti con le merendine ed i cibi spazzatura, danneggiano la flora batterica intestinale al pari dell’alcol. Evitiamo di dare cibi spazzatura ai bambini.

Anche i salumi danneggiano la flora batterica intestinale; i salumi sono ricchi di conservanti, come i nitriti ed i nitrati che possono alterare la composizione microbica.

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

Precedente Le Proteine della Ricotta e Formaggio Successivo La Pera Contiene Formaldeide Naturale

Lascia un commento