Tossina Botulinica negli Alimenti: Il Vostro peggior incubo

Tossina Botulinica negli Alimenti: Il Vostro peggior incubo

per chi Vuole seguirmi può registrarsi al gruppo facebook Alimentazione e Salute

Le tossinfezioni sono intossicazioni alimentari provocate dall’ingestione di alimenti contaminati da batteri o virus patogeni o dalle loro tossine che possono colpire il sistema nervoso, l’apparato gastro intestinale e altri organi.

La tossinfezione alimentare più pericolosa che potete beccarvi è il Botulino.

Il Botulino è una malattia paralizzante che se non riconosciuta subito e trattata farmacologicamente può portare a paralisi e morte per arresto respiratorio.

Il botulino è causato dalla formazione della tossina botulinica all’interno di cibi conservati in assenza di ossigeno e non adeguatamente trattati con acidificanti, conservanti e sale (o zucchero).

Pensate che 1 grammo di Tossina Botulinica è sufficiente ad uccidere 500 mila persone!

Non ci credete?

Fate voi i conti… per uccidere un uomo è sufficiente l’ingestione di 0,002 mg di tossina botulinica, quindi per sterminare 500 milioni di persone occorrerebbero 1000 mg di tossina equivalente ad 1 grammo.

A produrre la terribile tossina paralizzante è il Clostridium botulinum, un germe che vive in assenza di ossigeno; in presenza di ossigeno muore. Nel terreno e nei fondali marini, il Clostridium per proteggersi dall’ossigeno vive sotto forma di spore molto resistenti al calore.

Le spore de Clostridium Botulinum sono innocue e sono presenti normalmente sugli alimenti sporchi di terra o polvere, sulle mani, nel miele, nelle bevande.

ATTENZIONE! Il miele Non si da mai ai bambini piccolini perché le spore di botulino possono germinare all’interno dell’intestino e provocare l’intossicazione botulinica.

Fin quanto il clostridium è sotto forma di spora, non crea guai, ma se accidentalmente si trova in un ambiente privo di ossigeno a temperatura sopra i 10°C e non troppo acido e ne salato, le spore germinano, si moltiplicano e formano la terribile tossina.

Gli alimenti a maggior rischio di Botulino sono i cibi conservati in assenza di ossigeno, quali:

  1. Le carni sotto vuoto
  2. la carne ed il pesce in scatola
  3. Le salsicce ed i salami … infatti Botulino deriva dal latino Botulus, che significa salsiccia.
  4. ortaggi e carne conservati nell’olio
  5. i salumi, specie quelle di grosso calibro se non salate e acidificate in modo corretto
  6. i funghi sotto olio
  7. in alcuni formaggi, tipo il Mascarpone.

Le carni ed il tonno conservati sotto olio in scatole metalliche quando formano il botulino tendono a gonfiarsi, quindi “una raccomandazione”! Quando vedete una scatoletta di tonno gonfio, non azzardatevi a mangiarla! Potrebbe trattarsi di Botulino.

Le principali intossicazioni alimentari da Botulino si verificano per il consumo di prodotti artigianali preparati a casa. Quando si preparano delle melanzane o dei carciofi sottolio (oppure del tonno all’olio), è importante aggiungere la corretta dose di sale e/o aceto; basta sbagliare nei dosaggi ed il rischio che si sviluppi la tossina Botulinica è concreto.

L’industria alimentare per prevenire la pericolosa intossicazione di botulino, usa varie tecniche di conservazione, quali l’aggiunta di sale (o zucchero), acidificanti come aceto o acido citrico e nel caso dei salumi i nitriti. Il Nitriti anche se sono conservanti mal visti dai salutisti è essenziale aggiungerli nelle carni in scatola, wurstell e salumi al fine di impedire che le spore botuliniche germinano e producono la tossina botulinica. Con la tossina botulinica si va dritto al cimitero!

Le conserve alimentari industriali come la carne ed il tonno in scatola vengono sottoposti a sterilizzazione, un trattamento termico di 121°C x alcuni minuti al fine di ridurre il numero di spore al minimo, quasi a zero..ma il rischio ce sempre se non si aggiunge la giusta dose di sale…ecco perché i cibi in scatola sono sempre salati; il sale fa male, ma rende sicuro l’alimento dal rischio delle tossi infezioni alimentari

La tossina botulinica pur essendo così pericolosa è facilmente distrutta dalla cottura a 100 °C. bastano pochi minuti di bollitura che la tossina si denatura al calore e perde la sua capacità paralizzante e di morte.

Come agisce la tossina botulinica nell’uomo?

Se un uomo accidentalmente mangia un cibo contaminato da Botulino, la tossina entra nel lume intestinale, viene assorbito dalla circolazione linfatica, raggiunge il tessuto nervoso e blocca il rilascio dell’acetilcolina da parte dei neuroni. Il blocco dell’acetilcolina provoca l’interruzione degli impulsi elettrici dal cervello ai muscoli provocando la paralisi dei muscoli e la paralisi. Se la paralisi raggiunge i muscoli della respirazione si Muore per arresto cardio-respiratorio e si va al campo santo.

La tossina Botulinica si può dire che agisce quasi come il gas nervino.

I sintomi da intossicazione da Botulino sono:

  • Paralisi Oculari; disturbi dell’equilibrio, midriasi, visione doppia (diplopia). Più di rado compaiono strabismo e oftalmoplegia.
  • Una secchezza della bocca, per carenza di salivazione
  • disturbi nella deglutizione e del parlare
  • Una costipazione e spesso una ritenzione di urina
  • assenza di disturbi sensitivi
  • Nelle forme più gravi si possono manifestare paralisi dei muscoli respiratori (diaframma e muscoli intercostali); più raramente si assiste invece ad una paralisi della muscolatura volontaria striata (nervi adrenergici)

Uno che si intossica da tossina botulinica se è fortunato ad andare al pronto soccorso ed il medico è bravo a riconosce in tempo l’intossicazione da botulino, può salvarlo iniettando un antidoto antiveleno specifico per la tossina ingerita. Esistono 5-6 tipi di tossine botuliniche distinte tra loro.

In conclusione che dire …..

Prestate attenzione alle conserve sottolio e ai salumi preparati in casa; se producete salumi e conserve sottolio cercate di applicare le regole di buona fabbricazione utilizzando le giuste proporzioni di sale, zucchero e aceto e attuare la massima igiene di produzione.

Per quanto riguarda i salumi fatti in casa è vero che i nitriti vi fanno schifo perché irritano le mucose gastriche, però è un ottimo antimicrobico contro il Clostridium botulinum.

 

Post scritto & pubblicato dal

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

 

 

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.